club.it
clubpoeti.it
club.it
 Benvenuto su ..::Il Club dei Poeti::.. Saturday, 04 April 2020 @ 20:10 
Invia il tuo racconto | Invia la tua poesia | Faq | Contatti
Argomenti  
Home
Poesie (2685/0)
Racconti (1025/0)
Saggi (20/0)

Eventi  
Eventi nel sito

Wednesday 01-Jan -
Thursday 30-Apr
  • XXVII Giro d'Italia delle Poesie in cornice 2020

  • Thursday 02-Jan -
    Thursday 30-Apr
  • Concorso Internazionale di poesia Città di Montegrotto Terme 2019

  • Friday 03-Jan -
    Thursday 30-Apr
  • Premio Letterario Internazionale Marguerite Yourcenar 2020

  • Saturday 04-Jan -
    Friday 15-May
  • Premio Letterario Nazionale Poesia a Chiaromonte 2020

  • Sunday 05-Jan -
    Sunday 31-May
  • Premio Ebook in…versi 2020

  • Tuesday 07-Jan -
    Thursday 30-Jul
  • XXV Edizione Premio di Poesia Poeti dell'Adda 2020

  • Tuesday 07-Jan -
    Tuesday 30-Jun
  • Premio Letterario Nazionale «Versi e parole in Lomellina» 2020
  • Ultime novità  
    CONTRIBUTI
    1 Contributo nelle ultime 24 ore

    COMMENTI
    nelle ultime 48 ore

  • Coronavirus!
  • Foglie di libertà [+5]
  •       La stretta ... [+11]
  • Preghiera
  • Nemico invisibile
  • Stai muta [+3]
  • Come Penelope
  • Il vantaggio di u... [+2]
  • Dimentica
  • Peeling Potatoes ...
  • Mattino di metà m...

  • LINKS
    nelle ultime 2 settimane

    Nessun nuovo link


     Surrealismo   
     Friday, 20 March 2020 @ 18:45
     Leggi il profilo di: dario moletti
     Visualizzazioni: 321

    Poesie

    Non smanio mai per l’inverno,
    c’è quella sabbia fastidiosa
    portata dal suddetto generale
    a stridere sotto le suole.
    Ma, mentre un tempo la spazzavo,
    ora la lascio parlare,
    anche se la simmetria è un’altra cosa.
    Con addosso un pastrano
    dalle asole sfondate
    cammino con lentezza pachidermica
    sfoltendo vari equivoci
    e sopportando la sciatica che frusta.

    Amata si sporge per recidere fiori
    o soffiare semi di tarassaco,
    sorteggio se ne sono attratto
    fino a perdere l’orientamento
    inalando odori stucchevoli
    e depredandole il nido,
    infilando la lingua nel come.
    Ma potrebbe essere un abbaglio,
    potrei non alzarmi oggi,
    tessere le coperte sotto il mento,
    al diavolo l’alba e tutto quanto!
    Ho bisogno d’essere coccolato,
    perché so come si è interrotto il baccano
    ed ora sono simile a un moccolo
    che non alzerebbe un acuto.

    Amata si succhia il dito curioso,
    entrato da qualche spioncino
    arrotolando le tende.
    Ha un fiocco sull’unghia rosa metallico.
    Potrei morsicarglielo,
    potrebbe aggiungerne un altro
    con uno scoppio di risa
    o una gemma di ciliegio.
    Ora passo coi pattini sul parquet,
    ma sono stato una comparsa androgina
    in vari sogni noir
    o traduttore di sottotitoli indecifrabili
    nei cortometraggi sulla dispotica russa.

    Carissima,
    il loro odio tentenna già alla seconda riga,
    l’apocalisse preannunciata non sfonda la porta
    neanche di venerdì 13,
    finché alimentano bracieri
    con sterco secco
    non spaccheranno mai eventuali teste
    come fossero noci di cocco.
    Per quanto hanno lodato l’inquisizione
    con ciglia finte e denti d’oro.
    il beneamato veliero galleggia a mala pena
    dopo che i miei scogli ne amputarono la parte fiera.
    Vero che ancora raccolgo idiozie
    per tutto quello che mi versarono addosso,
    ma ora l’esilio assomiglia ad un neo
    sul viso di donna
    dalle gote apprezzabili
    e un domani, magari più disponibile,
    m’allenterà anche la cravatta.

    A Okinawa c’era quell’odore fetente,
    mentre i treni sfrecciavano
    sopra le nostre teste
    e la tua lingua procace
    incantava i coni gelato alla crema.
    Più che mai assorbivo
    gli effetti del rossetto sul profilo,
    immaginandomi avvinghiato al tuo sedere,
    ancora adesso non capisco
    che per quanto mi radessi
    avevo polvere di stelle
    già a metà pomeriggio.
    Anticipai l’affitto per un nido
    in quel residence con le palme malate,
    tanto che neanche i cani le annusavano,
    le stanze rosa erano lastricate di specchi.
    Sul balconcino laterale
    rileggevo le tue lettere,
    convinto che mancasse qualcosa all’appello.
    Stavamo giorni barricati
    immaginando dove finisse il sentiero
    in battaglia con le graminacee.




    Ore 9,28 di mercoledì 12 febbraio 2020

     



    Surrealismo | 9 Commenti | Crea un nuovo Account

    I seguenti commenti sono proprieta' di chi li ha inviati. Club Poeti non e' responsabile dei contenuti degli stessi.
    Surrealismo
    Contributo di: Dema on Friday, 20 March 2020 @ 19:07
    Bravo Bravo Bravo.

    Bellissima, giuro che non so dir altro
    che tu non abbia già descritto.

    Dema Paolo De Martini

    [ ]

    Surrealismo
    Contributo di: marco cinque on Saturday, 21 March 2020 @ 01:08
    Il surrealismo è un genere che trovo un po’ datato, anche
    se possiamo dire che ogni cosa che facciamo e diciamo in
    fondo è datata. Comunque ogni realtà ispirata
    all’inconscio, che non si piega alle gabbie del pensiero
    razionale, continua ad esercitare un suo fascino.
    Leggere questo testo è stato un po’ come attraversare una
    sequenza di sogni, che hanno dei loro riferimenti
    concreti e reali ma che tuttavia sfuggono alle
    definizioni: se cerco solo un suo senso logico è
    probabile che resto deluso, ma se leggo lasciando libere
    le redini del sentire, posso dire che è un bel sentire.
    Grazie.


    ---
    marco cinque

    [ ]

    Surrealismo
    Contributo di: Riflessi on Saturday, 21 March 2020 @ 11:26
    Caro dario ti scrivo
    così mi distraggo un post
    
    Tuentin Qarantino
    libera me domine de noia
    aeterna, ambarabaciccicipì
    quarantaquattro visus
    sul comò
    il rosso vira al verde 
    non poi così fedele
    delusa gioventute
    e ingenua crudeltà 
    
    oh! occhi si ritorcono
    sopranaso a 45 celsius
    stupiditi come riflessi 
    specchi che creano 
    illusorio infinito 
    e poi si perdono 
    in arrendevoli gabbie 
    indorate, soffrittevoli.
    
    Oblunga chiave 
    porta di palma 
    mano grandezza nascosta
    nell'n reiterato
    nnnnnnnnonnnnnnnnnnnn
    non ho saputo usare
    le mie arti fantasma
    per i non abbracci
    in eterei carteggi
    non commenti
    e antipatici inchiostri
    
    Porcini vegani
    assorbono grigiastra 
    materia, radici
    stagionate, amino acidi
    in gocce prestampate
    
    Surrealismo, intenzione dichiarata, per me raggiunta nel suo svolgimento, non come semi di tarasco, che pur apprezzo nella sua astrattezza, ma come semi di libertà, tra il sogno e la realtà, canale di intraducibile irrazionale linguaggio dell'anima, tra il sonno e la veglia. Bravo.
    
    Sono pazzo! dichiara
    il pazzo bugiardo
    per uscire da 
    coatta dimora
    ma allora è un genio!
    No, ha solo un cane
    di pezza che non può
    ordinare, ma 250 meter
    di libertà. Mascherin
    con pratica fessura
    per i calli fumatori,
    vendo.
    
    Noir noir, mi ha colpito
    il tuo libro, di vita
    ne porto ancora i segni
    massimo rispetto
    a te che sai sfiorare
    a volte ferire
    ma a fin di bene
    
    E la poesia sulla 
    primavera latita,
    o non compare in
    adiacenze mancate 
    ...ci salverà pazienza

    [ ]

    Surrealismo
    Contributo di: fred on Saturday, 21 March 2020 @ 21:23
    Faccio fatica a capire, ma questo non sarebbe un problema
    se almeno riuscissi a percepire qualcosa o potessi
    lasciarmi andare a sensazioni, suoni, armonie...
    Senza dubbio è un mio problema ma siamo qui per dire quello che ci appare.
    alla prossima.

    [ ]

    Surrealismo
    Contributo di: Armida Bottini on Sunday, 22 March 2020 @ 12:08
    ho allentato la cravatta! Ciao. --- Midri

    [ ]

    Surrealismo
    Contributo di: Lorens on Sunday, 22 March 2020 @ 16:14
    ..."Surrealismo"... dal dizionario:

    Movimento letterario e artistico d'avanguardia, sorto in
    Francia dopo la prima guerra mondiale, che, proponendosi di
    esprimere il funzionamento reale del pensiero al di fuori
    d'ogni controllo esercitato dalla ragione e fuori d'ogni
    preoccupazione estetica o morale, s'ispira all'inconscio
    dell'uomo, ritenuto come il grado più profondo e più vero
    della realtà, e di conseguenza a tutte le manifestazioni di
    questo (sogni, stati sonnambolici, trance medianica,
    alienazione mentale).

    Ma qui in questo tuo "Surrealismo", mi sembra di annotare
    una poetica sempre più matura che si comprende bene siglando
    emozioni e scenari di forte impronta psico affettiva senza
    turbare la propria percezione visiva di una realtà che a
    tratti sconfina in immagini oniriche.

    Complimenti Dario,

    bene così

    ciao
    Dario

    ---
    Lorens

    [ ]

    Surrealismo
    Contributo di: minosse on Wednesday, 25 March 2020 @ 01:13
    per me c'è tanta roba sul fuoco, dalla sabbia al sorteggio, la presenza androgina, l'apocalisse, l'inquisizione e anche Okinawa. E' un problema mio, ho difficoltà con la sintesi. Stile gentile ed elegante.

    ---
    ***mynosse***

    [ ]

    Surrealismo
    Contributo di: Carmen on Saturday, 28 March 2020 @ 13:43
    Troppo, troppo, troppo.

    ---
    Non c'è amore del vivere senza disperazione del vivere. Albert Camus

    [ ]

    Surrealismo
    Contributo di: Elysa on Saturday, 28 March 2020 @ 16:03
    il momento storico, umano , sociale che stiamo vivendo è
    davvero surreale e penso che non ce lo dimenticheremo per
    il resto della ns. vita e spero anche le generazioni
    future...non sono sicura che la tua poesia tratti anche
    questo ma l'ho letta d'un fiato e benchè surreale mi è
    piaciuta davvero
    molto, forse la tua più bella che abbia letto. Bravo e
    beaucoup d'etoiles...

    ---
    Elysa

    [ ]

    Opzioni  
  • Invia il Contributo a un amico
  • Contributo in Formato Stampa

  •  Copyright © 1999-2020 ..::Il Club dei Poeti::..
     Associazione Culturale Il Club degli autori Partita Iva e Codice Fiscale 11888170153
    Tutti i marchi e copyrights su questa pagina appartengono ai rispettivi proprietari.