club.it
clubpoeti.it
club.it
 Benvenuto su ..::Il Club dei Poeti::.. Saturday, 04 April 2020 @ 20:08 
Invia il tuo racconto | Invia la tua poesia | Faq | Contatti
Argomenti  
Home
Poesie (2685/0)
Racconti (1025/0)
Saggi (20/0)

Eventi  
Eventi nel sito

Wednesday 01-Jan -
Thursday 30-Apr
  • XXVII Giro d'Italia delle Poesie in cornice 2020

  • Thursday 02-Jan -
    Thursday 30-Apr
  • Concorso Internazionale di poesia Città di Montegrotto Terme 2019

  • Friday 03-Jan -
    Thursday 30-Apr
  • Premio Letterario Internazionale Marguerite Yourcenar 2020

  • Saturday 04-Jan -
    Friday 15-May
  • Premio Letterario Nazionale Poesia a Chiaromonte 2020

  • Sunday 05-Jan -
    Sunday 31-May
  • Premio Ebook in…versi 2020

  • Tuesday 07-Jan -
    Thursday 30-Jul
  • XXV Edizione Premio di Poesia Poeti dell'Adda 2020

  • Tuesday 07-Jan -
    Tuesday 30-Jun
  • Premio Letterario Nazionale «Versi e parole in Lomellina» 2020
  • Ultime novità  
    CONTRIBUTI
    1 Contributo nelle ultime 24 ore

    COMMENTI
    nelle ultime 48 ore

  • Coronavirus!
  • Foglie di libertà [+5]
  •       La stretta ... [+11]
  • Preghiera
  • Nemico invisibile
  • Stai muta [+3]
  • Come Penelope
  • Il vantaggio di u... [+2]
  • Dimentica
  • Peeling Potatoes ...
  • Mattino di metà m...

  • LINKS
    nelle ultime 2 settimane

    Nessun nuovo link


     Angeli in mascherina   
     Friday, 20 March 2020 @ 18:30
     Leggi il profilo di: vincenzocusimano
     Visualizzazioni: 202

    Racconti

    Ero immerso nell'oscurità, un buio mai percepito, così nero che manco credevo poetesse esistere. “Ecco, sono morto”, pensai e ricorso che mi veniva da sorridere perché non percepivo alcuna luce in fondo al tunnel anche perché non c'era il tunnel. Poi incoscienza, di nuovo!
    Improvvisamente, dal buio (ma è una parafrasi perché tutto era oscuro non solo lo spazio ma anche il tempo), da quel buio che credevo eterno, io riemersi. La mia sciocca abitudine di astrarre tutto, di collegare ogni evento vissuto con esperienze passate e mai comprese mi fece pensare: “Ecco, sono un feto, sto nascendo, questo provano i bambini? Ora dovrei piangere!”.
    Non un fiato mi usciva però, tizzoni nella gola abusata da un corpo estraneo. Prendevo coscienza e il calore della consapevolezza che non fossi morto e nemmeno nato ma che ero me stesso e basta.
    Poi in una luccicante visione vidi una danza di camici candidi in contrasto col mio dolore oscuro.
    “Sono angeli? Ma com'è possibile se non sono passato all'altro mondo?”.
    Per me lo erano comunque. Si prendevano cura di me, che mi nutrivano, mi alleggerivano delle mie impurità, supplivano alla mia immobilità. Mi liberarono dal corpo estraneo e assaporai l'aria: com'è bella e buona.
    Notai una stranezza il loro viso era seminascosto da qualcosa di bianco, fazzoletti, mascherine? Intuii per una forma di difesa, di protezione. Il mio sé continuava a riconoscersi.
    Notai che le mascherine non celavano la loro bellezza, la esaltavano semmai in un fulgore
    di occhi, come ambra e cielo, smeraldo e violetta, brace e fuliggine.
    Pure i capelli, ribelli, sfuggivano da cuffiette di stoffa verde, in una sarabanda di fogge e sfumature, come innocente vezzo femminile.
    Poi dei suoni, prima sfumati, poi sempre più chiari come quando si sintonizzavano le vecchie radio a transistor. Loro, gli angeli, mi stavano parlando, mi incoraggiavano, mi canzonavano per strapparmi un sorriso, muovendosi senza requie come instancabili trottoline taumaturghe.
    Ed io allora me ne innamorai e le ringraziavo in cuor mio: nuove madri, nuove sorelle, nuove compagne e pregavo per loro.
    Un giorno vorrei tanto dissolvere quelle mascherine e quelle cuffiette verdi per disvelare i loro bei volti di bene e d'amore.

     



    Angeli in mascherina | 9 Commenti | Crea un nuovo Account

    I seguenti commenti sono proprieta' di chi li ha inviati. Club Poeti non e' responsabile dei contenuti degli stessi.
    Angeli in mascherina
    Contributo di: frank69 on Saturday, 21 March 2020 @ 18:53


    Bella e originale idea questa dedica ai camici bianchi.
    Bella anche la descrizione (eccetto qualche refuso di nessuna importanza. Bravo

    [ ]

    Angeli in mascherina
    Contributo di: Armida Bottini on Sunday, 22 March 2020 @ 14:45
    Altroché se sei bravo, più che bravo. Ti ho letto a stento, ma la voglia era tanta. Come capisco e come ho paura! Ciao. Devi stare a casa! --- Midri

    [ ]

    Angeli in mascherina
    Contributo di: Riflessi on Sunday, 22 March 2020 @ 20:19
    Bel racconto, la parte che mi è piaciuta di più è quella descrittiva iniziale, molto dettagliata e coinvolgente.

    [ ]

    Angeli in mascherina
    Contributo di: Lorens on Monday, 23 March 2020 @ 14:12
    ..."Angeli in mascherina"... è proprio questo il momento
    giusto per rendere omaggio e ricordare coloro che con
    estrema dedizione si dedicano a salvare vite umane spesso a
    rischio della propria.

    Il riferimento alla tua nascita è singolare nel rivivere
    quei momenti circondato da mascherine di angeli, uno
    scenario di umana esistenza che avvicina tutti in quelle
    situazioni importanti in cui l'essere umano può trovarsi in
    difficoltà bisognoso di aiuto.

    Bene così

    ciao
    Lorens

    ---
    Lorens

    [ ]

    Angeli in mascherina
    Contributo di: zio-silen on Wednesday, 25 March 2020 @ 11:48
    Nel racconto breve non è facile condensare in poche righe
    l'idea da narrare, peraltro azzeccando un incipit che
    catturi l'attenzione del lettore e lo invogli a
    proseguire la lettura. Tu sei riuscito nell'intento. Le
    rade immagini, per ovvie ragioni di spazio, sono
    fotografiche; i personaggi sfumati ma incisivi; i
    dettagli viscerali. La chiusa, con garbo, interpreta un
    sentimento collettivo di stretta attualità. Veniali i
    refusi.

    Stelle e un saluto

    ---
    zio-silen

    [ ]

    Angeli in mascherina
    Contributo di: marco cinque on Wednesday, 25 March 2020 @ 13:58
    Ho appena finito di parlare al telefono con un caro amico di Bologna, era stravolto, lui e la moglie (anche lei mia carissima amica) lavorano in strutture per anziani e persone fragili. Mi ha detto che ieri lei è tornata tardi a casa ed è scoppiata in lacrime. Tutti i giorni muore qualcuno, solo ieri ha visto andar via due signore, nella più frustrante, desolante impotenza. Oltre il dolore, anche la rabbia di non aver più mascherine e tutto l'occorrente per fare in sicurezza il loro lavoro. Forse, anzi quasi certamente sono infettati, non lo possono sapere e di fare test in tempi ragionevoli non se ne parla proprio. L'inferno vissuto tra le fiamme è molto peggiore di quello raccontato.
    Grazie per questo tuo scritto Vincenzo, in questa tragedia senza fine avrei quasi voglia di scrivere d'amore, forse come antidoto al dolore che si prova, forse come un respiro dall'ultima bolla d'aria, quando ti senti annegare.

    ---
    marco cinque

    [ ]

    Angeli in mascherina
    Contributo di: Elysa on Wednesday, 25 March 2020 @ 17:54
    bel racconto, bellissimo l'inizio dettagliato e
    coinvolgente...bisognerebbe però ricordarsi di loro e
    ringraziarli non solo in questi momenti di crisi e di paura
    ma sempre e bisognerebbe fossero riconosciuti loro meriti
    umani ed economici adeguati.

    ---
    Elysa

    [ ]

    Angeli in mascherina
    Contributo di: indio on Thursday, 26 March 2020 @ 18:40
    ...sì un bel racconto, piaciuto molto
    con qualcosina da rivedere ma per la fretta di postare e te lo dice uno che ultimamente ha fatto delle castronerie proprio per questo...quindi il primo ad assolverti ovviamente sono io ammesso che ci sia qualcosa da assolvere.
    detto questo oltre a farti i complimenti ti invito a completare una cosa che mi è venuta in mente leggendo il tuo incipit diciamo un piccolo esperimento

    Ero immerso nell'oscurità,
    un buio mai percepito,
    così nero che non credevo poetesse esistere.
    Improvvisamente dal buio una parafrasi
    perché tutto era oscuro
    non solo lo spazio ma anche il tempo
    e da quel buio che credevo eterno
    riemersi.

    :-)
    buon lavoro
    un caro saluto


    ---
    mitakuye oyasin

    indio

    [ ]

    Angeli in mascherina
    Contributo di: Titta on Thursday, 26 March 2020 @ 19:22
    Bentornato Vincenzo. Una prosa poetica colma di dettagli che ci consentono di scendere li', accanto al protagonista in preda ad un delirante viaggio. Poi, ecco giungere quegli angeli che esistono ora piu' che mai e non solo negli ospedali ma anche nelle nostre strade. E credo che questo tuo sia proprio un commovente omaggio a chi ha scelto di essere tra gli ultimi. Bello, da groppo in gola. --- Titta

    [ ]

    Opzioni  
  • Invia il Contributo a un amico
  • Contributo in Formato Stampa

  •  Copyright © 1999-2020 ..::Il Club dei Poeti::..
     Associazione Culturale Il Club degli autori Partita Iva e Codice Fiscale 11888170153
    Tutti i marchi e copyrights su questa pagina appartengono ai rispettivi proprietari.