club.it
clubpoeti.it
club.it
 Benvenuto su ..::Il Club dei Poeti::.. Saturday, 04 April 2020 @ 19:42 
Invia il tuo racconto | Invia la tua poesia | Faq | Contatti
Argomenti  
Home
Poesie (2685/0)
Racconti (1025/0)
Saggi (20/0)

Eventi  
Eventi nel sito

Wednesday 01-Jan -
Thursday 30-Apr
  • XXVII Giro d'Italia delle Poesie in cornice 2020

  • Thursday 02-Jan -
    Thursday 30-Apr
  • Concorso Internazionale di poesia Città di Montegrotto Terme 2019

  • Friday 03-Jan -
    Thursday 30-Apr
  • Premio Letterario Internazionale Marguerite Yourcenar 2020

  • Saturday 04-Jan -
    Friday 15-May
  • Premio Letterario Nazionale Poesia a Chiaromonte 2020

  • Sunday 05-Jan -
    Sunday 31-May
  • Premio Ebook in…versi 2020

  • Tuesday 07-Jan -
    Thursday 30-Jul
  • XXV Edizione Premio di Poesia Poeti dell'Adda 2020

  • Tuesday 07-Jan -
    Tuesday 30-Jun
  • Premio Letterario Nazionale «Versi e parole in Lomellina» 2020
  • Ultime novità  
    CONTRIBUTI
    1 Contributo nelle ultime 24 ore

    COMMENTI
    nelle ultime 48 ore

  • Foglie di libertà [+5]
  •       La stretta ... [+11]
  • Preghiera
  • Nemico invisibile
  • Stai muta [+4]
  • Come Penelope
  • Il vantaggio di u... [+2]
  • Dimentica
  • Peeling Potatoes ...
  • Mattino di metà m...
  • Presente & Fu...

  • LINKS
    nelle ultime 2 settimane

    Nessun nuovo link


     Atolli   
     Friday, 13 March 2020 @ 16:00
     Leggi il profilo di: cordelia
     Visualizzazioni: 299

    Poesie

    In queste ore vuote soli pensieri assorti
    e freddi sguardi alle finestre


    Giorni stupiti di nuvole o di sole
    e il nulla si mescola con figure sfuggenti


    Le vite non si incontrano, non si sfiorano
    distanti ormai come piccole isole


    La paura indica la colpa
    e chiude la porta al rifugio
    stai nel tuo bozzolo o nido o gabbia dorata


    La speranza è respirare dietro un velo
    e un mantra da recitare
    “tutto questo presto finirà”


    Pensieri divagano fuori e dentro me
    sono mante che danzano
    e leviatani che si immergono
    con le code alzate
    sono onde che si frangono
    sui coralli di un atollo nell'oceano.


     



    Atolli | 15 Commenti | Crea un nuovo Account

    I seguenti commenti sono proprieta' di chi li ha inviati. Club Poeti non e' responsabile dei contenuti degli stessi.
    Atolli
    Contributo di: fred on Friday, 13 March 2020 @ 16:49
    Ecco un modo creativo per far fronte alla realtà. La tua poesia mi piace, rifletti senza tentare giudizi ma osservando quello che accade intorno e dentro di te. Molto belli gli ultimi 6 versi alla prossima

    [ ]

    Atolli
    Contributo di: Riflessi on Friday, 13 March 2020 @ 21:06
    Triste ma bella... però io penso anche all'ossimoro "soli insieme" di questi tempi trova anche un significato di salvezza reciproca ...

    [ ]

    Atolli
    Contributo di: zio-silen on Friday, 13 March 2020 @ 21:07
    Immagino che gli spazi vuoti rappresentino la rassicurante
    (?) distanza di un metro tra un atollo e l'altro.

    Stelle di angustiata partecipazione.

    ---
    zio-silen

    [ ]

    A polli
    Contributo di: cordaccia on Friday, 13 March 2020 @ 23:44
    Come non cavalcare l'onda?( per rimanere in tema).Temevo il colpo di coda del gabbiano ma è stato scomodato il più pulito leviatano. L'ultima strofa sembra messa lì per dare almeno una parvenza di poesia. No dai. ciao

    [ ]

    Atolli
    Contributo di: percefal on Saturday, 14 March 2020 @ 16:50
    Pari a Zio... tra un atollo e l'altro scrivi!

    ---
    «La figura del mio caos ha dimensione alcuna, punto.».

    [ ]

    Atolli
    Contributo di: Lorens on Saturday, 14 March 2020 @ 17:50
    ..."Atolli"... come domicili coatti per arresto virus nella
    speranza che tutto finisca ed il covid-19 se ne vadi affanculo
    (questo l'ho aggiunto io che non se ne può più) ... scusa lo
    sfogo.

    La poesia? Poeticamente gradevole anche se il tema è di
    allucinante angoscia.

    ciao
    Lorens

    ---
    Lorens

    [ ]

    Atolli
    Contributo di: marco cinque on Saturday, 14 March 2020 @ 18:03
    Più che atolli, nidi, bozzoli o gabbie dorate in cui chiudersi; più di pensare e scrivere di come e quando tutto questo finirà; più che le mante e i leviatani e le onde; più di quel che anima questo componimento, quel che mi verrebbe e mi viene in mente sono invece quelli che tutto questo non possono nemmeno permetterselo. Coloro che vivono in strada o in ghetti o in galere e non hanno case o atolli o gabbie dorate in cui rifugiarsi ad aspettare che passi la tempesta. Quelli cioè che la tempesta la vivono sulle loro ossa. Quelli che sono solo numeri e non possono nemmeno essere ricordati con un addio a un funerale.
    Ma ciascuno ha diritto di avere la sua propria visione, il suo modo di raccontare, non sta certo a me giudicare; ma, per quel che mi riguarda, quella che chiamiamo “sensibilità poetica”, la nostra voce insomma, penso che dovremmo essere capaci di metterla al servizio di chi non ha voce piuttosto che di noi stessi.
    Sarà pur vero che in momenti difficili e pesanti abbiamo bisogno di speranza e leggerezza, ma quel che voglio dire è che non riesco a scrivere un commento “tecnico” quando mi sento troppo coinvolto, quando vorrei che il linguaggio poetico diventasse dolore, carne, sangue se deve descrivere dolore, carne e sangue; altrimenti quel che percepisco è come un vento che vola alto e altrove, ma non mi prende e non mi porta nel suo stesso respiro, per quanto quel respiro possa essere scomodo e ruvido.
    Comunque grazie per questo tuo testo.

    ---
    marco cinque

    [ ]

    Atolli
    Contributo di: telemaco on Saturday, 14 March 2020 @ 19:31
    Sono d'accordo con le considerazioni di Marco Cinque, comunque questo è un caso di poesia "utile", almeno per l'autore e la sua sensibilità, lascio perdere considerazioni tecniche, e la poesia deve essere utile.

    ---
    telemaco

    [ ]

    Atolli
    Contributo di: Carmen on Saturday, 14 March 2020 @ 20:27
    La poesia Non deve essere utile, come mi
    pare asserisca qualcuno, se non nella
    bellezza, nella sublimazione della realtà
    che ci ricorda che siamo qualcosa di più
    che materia deperibile.
    Questo testo non mi piace, sebbene ne
    condivida lo spirito.
    È che mi sembra il solito tema retorico da
    scolaro.


    ---
    Non c'è amore del vivere senza disperazione del vivere. Albert Camus

    [ ]

    Atolli
    Contributo di: Elysa on Saturday, 14 March 2020 @ 21:00
    poesia gradevole e condivisibile, nulla di più e nulla di
    meno.

    ---
    Elysa

    [ ]

    Atolli
    Contributo di: joshua on Saturday, 14 March 2020 @ 21:48
    Qualche ora fa mi ha telefonato un mio collega di guardia a Brescia (telefoni dei medici di base muti e forse malati essi stessi; 112 che, forse per eccesso, non risponde all’imminenza di morte; decessi casalinghi da smaltirsi al più presto e in una cortina di silenzio; Pronti Soccorsi impossibili per esaurimento e funerali il più fuggitivi e quasi furtivi. Lui però mi sembrava animato da voglia di superare – e far superare, nel piccolo di lui come di ognuno medico– ogni ambascia italolombarda. Com’è in Sardegna?- mi ha chiesto. Temo che dilaghi anche qui presto. In bocca al lupo, Nicola! In bocca al lupo, Nicky!).

    Ecco, la sua prosa mi è stata utile. Mi ha illuminato con una scintilla di volontà viva nella nebbia di malattia che ci avvolge.
    Perdonami, telemaco, ma questo testo non mi fa quell’effetto, non mi mesce qualcosa di utile in questo triste momento, anche perché non credo che le endemie giustifichino le sciatterie nelle (presuntive) poesie. E, per favore, chiederei di smettere colla gelatina del politically correct e di cominciare a esaminare la resa letteraria dei testi, evitando di sovrapporvi le nostre proiezioni amichevoli, benevolenti e condiscendenti (o questo sito, come credo stia accadendo, finirà per perdere tutti i denti… e perfino le protesi fissate).

    j

    [ ]

    Atolli
    Contributo di: Dema on Sunday, 15 March 2020 @ 08:39
    La poesia spesso cavalca l'onda del sentimento. Trovo i tuoi versi delicati e condivido la parole di Riflessi su "soli insieme". Dema Paolo De Martini

    [ ]

    Atolli
    Contributo di: frank69 on Sunday, 15 March 2020 @ 09:01


    Faccio notare che Marco Cinque scrive:
    “Ma ciascuno ha diritto di avere la sua propria visione,
    il suo modo di raccontare, non sta certo a me giudicare…”

    e che Telemaco scrive: ” Sono d'accordo con le considerazioni di Marco Cinque,
    comunque questo è un caso di poesia utile, almeno per l'autore e la sua sensibilità…”

    “Chi ha una propria sensibilità, rispetti la sensibilità degli altri.
    Il sito del Cdp non credo abbia bisogno di dentisti

    [ ]

    Atolli
    Contributo di: vincenzocusimano on Thursday, 19 March 2020 @ 16:28
    Componimento molto piacevole, delicato e ricco nella prosodia. Leggiadra la metafora degli atolli come persone che non si possono più toccare e neppure sfiorare. Segno di speranza il mantra: "tutto questo finirà". Sì certo, è così: finirà. E questa poesia vale anche come preghiera. Brava. --- Vincenzo Cusimano --- «La terra/La guerra/La sorte/La morte» (Giorgio Caproni - Fatalità della rima)

    [ ]

    Atolli
    Contributo di: minosse on Wednesday, 25 March 2020 @ 04:16
    salvo l'ultima strofa, classica ma elegante per il resto è il solito bollettino che leggiamo su ogni social. Il Covid ci risparmi almeno la poesia... --- ***mynosse***

    [ ]

    Opzioni  
  • Invia il Contributo a un amico
  • Contributo in Formato Stampa

  •  Copyright © 1999-2020 ..::Il Club dei Poeti::..
     Associazione Culturale Il Club degli autori Partita Iva e Codice Fiscale 11888170153
    Tutti i marchi e copyrights su questa pagina appartengono ai rispettivi proprietari.