club.it
clubpoeti.it
club.it
 Benvenuto su ..::Il Club dei Poeti::.. Saturday, 04 April 2020 @ 19:59 
Invia il tuo racconto | Invia la tua poesia | Faq | Contatti
Argomenti  
Home
Poesie (2685/0)
Racconti (1025/0)
Saggi (20/0)

Eventi  
Eventi nel sito

Wednesday 01-Jan -
Thursday 30-Apr
  • XXVII Giro d'Italia delle Poesie in cornice 2020

  • Thursday 02-Jan -
    Thursday 30-Apr
  • Concorso Internazionale di poesia Città di Montegrotto Terme 2019

  • Friday 03-Jan -
    Thursday 30-Apr
  • Premio Letterario Internazionale Marguerite Yourcenar 2020

  • Saturday 04-Jan -
    Friday 15-May
  • Premio Letterario Nazionale Poesia a Chiaromonte 2020

  • Sunday 05-Jan -
    Sunday 31-May
  • Premio Ebook in…versi 2020

  • Tuesday 07-Jan -
    Thursday 30-Jul
  • XXV Edizione Premio di Poesia Poeti dell'Adda 2020

  • Tuesday 07-Jan -
    Tuesday 30-Jun
  • Premio Letterario Nazionale «Versi e parole in Lomellina» 2020
  • Ultime novità  
    CONTRIBUTI
    1 Contributo nelle ultime 24 ore

    COMMENTI
    nelle ultime 48 ore

  • Coronavirus!
  • Foglie di libertà [+5]
  •       La stretta ... [+11]
  • Preghiera
  • Nemico invisibile
  • Stai muta [+3]
  • Come Penelope
  • Il vantaggio di u... [+2]
  • Dimentica
  • Peeling Potatoes ...
  • Mattino di metà m...

  • LINKS
    nelle ultime 2 settimane

    Nessun nuovo link


     Ultima Collina   
     Tuesday, 25 February 2020 @ 11:30
     Leggi il profilo di: Alexandros
     Visualizzazioni: 311

    Poesie

    Speravo cadesse la neve,
    ma che caldo allucinante.
    Volevo sciare su legni improvvisati,
    scendere da colline imbiacate.

    Cadere per battere su soffice acqua
    che candida riversasse
    in me la gioia di bimbo antico.

    Fiori straniti,
    sbocciano romantici
    da mucchi di terra brulla
    che a febbraio sanno di agosto.

    Spente le luci infine.
    Su un tavolo che sa di fresco
    spingo via la sedia perchè
    la neve possa sgorgare
    fredda sul pavimento di
    questa collina.


     



    Ultima Collina | 9 Commenti | Crea un nuovo Account

    I seguenti commenti sono proprieta' di chi li ha inviati. Club Poeti non e' responsabile dei contenuti degli stessi.
    Ultima Collina
    Contributo di: Carmen on Tuesday, 25 February 2020 @ 17:01
    Noooo.
    Non ci siamo.

    ---
    Non c'è amore del vivere senza disperazione del vivere. Albert Camus

    [ ]

    Ultima Collina
    Contributo di: Riflessi on Tuesday, 25 February 2020 @ 21:08
    Sembra scritta di getto senza alcuna correzione o rilettura. Avresti potuto dedicargli un pò più di attenzione: "bimbo-antico" non suona bene, magari bimbo lontano, remoto, perduto, ritrovato. "Sciare su legni improvvisati" mi pare improbabile, l'immagine non funziona... di improvvisato casomai puoi fare una slitta... "imbiacano"... L'ultima strofa poi cambia totalmente stile...

    [ ]

    Ultima Collina
    Contributo di: marco cinque on Tuesday, 25 February 2020 @ 23:24
    Tranne la chiusa finale, che mi risulta difficile da capire
    quasi quanto risolvere un cubo di rubik a occhi bendati, il
    testo arriva leggero come la neve sperata e si dissolve non
    appena letto. Hasta la proxima

    ---
    marco cinque

    [ ]

    Ultima Collina
    Contributo di: Elysa on Thursday, 27 February 2020 @ 10:29
    le prime tre strofe le trovo belle, l'ultima è confusa , a mio avviso dovresti rivederla, il tavolo e la sedia con la collina e la neve non li capisco... --- Elysa

    [ ]

    Ultima Collina
    Contributo di: vincenzocusimano on Friday, 28 February 2020 @ 14:24
    Concordo con ragione Elysa, il testo andrebbe un po’ rivisitato, corretti i refusi, assestata la metrica. Lo spezzettamento in più periodi nella prima e nell’ultima strofa rompe il ritmo della recitazione e dunque sarebbe preferibile porvi rimedio. Tuttavia credo che malgrado i commenti non troppo lusinghieri dei colleghi di cui sopra, il componimento di Alexandros sia da apprezzare per il tentativo di rievocare un’infanzia che non tornerà più (il concetto di “bimbo antico”, mutuato da “pianto antico” probabilmente), nel ricordo della neve e degli sci di legno autocostruiti, del divenire della primavera, nella gioia provocata dalla semplicità della natura. Alla prossima.

    ---
    Vincenzo Cusimano ---
    «La terra/La guerra/La sorte/La morte» (Giorgio Caproni - Fatalità della rima)

    [ ]

    Ultima Collina
    Contributo di: zio-silen on Saturday, 29 February 2020 @ 07:45
    Quel titolo intristisce e rimanda ad altra accorata
    "collina":

    "Dove sono Elmer, Herman, Bert, Tom e Charley,
    il debole di volontà, il forte di braccia,
    il buffone, il beone, il rissoso?
    Tutti, tutti, dormono sulla collina.

    Uno morì con una febbre,
    uno fu arso in una miniera,
    uno fu ucciso in una zuffa,
    uno morì in una prigione,
    uno cadde da un ponte lavorando per moglie e figli -
    Tutti, tutti dormono, dormono, dormono sulla collina".


    Edgar Lee Masters


    ---
    zio-silen

    [ ]

    Ultima Collina
    Contributo di: Lorens on Tuesday, 03 March 2020 @ 16:37
    ..."Ultima Collina"... scenario ed immagini per un contenuto
    anche con delle buone idee ma quasi completamente rivedibile
    in forma e versi.

    Mi permetto di rivisitare la poesia come di seguito:

    In questo caldo allucinante
    desidero la neve giungere
    anche sciare sui legni
    per colline illuminate

    Cadere su tiepida acqua
    che come candida si versa
    in me la gioia
    di quand'ero bimbo felice

    Strani fiori
    ora sbocciano romantici
    da mucchi di terra brulla
    che a febbraio sanno di agosto

    Infine spengo le luci
    e dal tavolo che sa di fresco
    spingo via la sedia
    che sul pavimento
    di fantasia è la neve
    imbiancando questa collina

    ciao
    Lorens

    ---
    Lorens

    [ ]

    Ultima Collina
    Contributo di: cordaccia on Friday, 13 March 2020 @ 21:02
    Salvo l'ultima strofa. iL resto è scontato
    e macchinoso.
    Per i fan di Greta.
    ciao

    [ ]

    Ultima Collina
    Contributo di: frank69 on Sunday, 15 March 2020 @ 08:56


    La lettura in sé rilascia un tepore di neve su colline imbiancate.
    Ma l’ultima collina mi rimane enigmatica.
    Forse la versione di Lorens risulta un po’ più concreta.


    P.S. Grazie per il tuo commento alle mie “teo rie”.
    (Concordo, porsi certe domande davanti a balene in uno specchio è inutile.
    Ma impossibile farne a meno per l’uomo).

    [ ]

    Opzioni  
  • Invia il Contributo a un amico
  • Contributo in Formato Stampa

  •  Copyright © 1999-2020 ..::Il Club dei Poeti::..
     Associazione Culturale Il Club degli autori Partita Iva e Codice Fiscale 11888170153
    Tutti i marchi e copyrights su questa pagina appartengono ai rispettivi proprietari.