club.it
clubpoeti.it
club.it
 Benvenuto su ..::Il Club dei Poeti::.. Sunday, 23 February 2020 @ 15:46 
Invia il tuo racconto | Invia la tua poesia | Faq | Contatti
Argomenti  
Home
Poesie (2684/1)
Racconti (1025/0)
Saggi (19/0)

Eventi  
Eventi nel sito

Thursday 02-Jan -
Monday 30-Mar
  • XXVII Giro d'Italia delle Poesie in cornice 2020

  • Friday 03-Jan -
    Thursday 30-Apr
  • Premio Letterario Internazionale Marguerite Yourcenar 2020

  • Saturday 04-Jan -
    Friday 15-May
  • Premio Letterario Nazionale Poesia a Chiaromonte 2020

  • Sunday 05-Jan -
    Sunday 31-May
  • Premio Ebook in…versi 2020

  • Tuesday 07-Jan -
    Thursday 30-Jul
  • XXV Edizione Premio di Poesia Poeti dell'Adda 2020

  • Tuesday 07-Jan -
    Tuesday 30-Jun
  • Premio Letterario Nazionale «Versi e parole in Lomellina» 2020
  • Ultime novità  
    CONTRIBUTI
    Nessun nuovo contributo

    COMMENTI
    nelle ultime 48 ore

  • San Valentino [+5]
  • Il tulipano femmi...

  • LINKS
    nelle ultime 2 settimane

    Nessun nuovo link


     Non è poesia ...   
     Wednesday, 12 February 2020 @ 17:30
     Leggi il profilo di: frank69
     Visualizzazioni: 308

    Poesie


    Non è poesia …


    Secondo notizie di stampa circa duemila individui
    posseggono più di metà delle ricchezze della terra
    dove vivono 4,6 miliardi di persone.
    Le ovvie conseguenze sono sulle cronache di tutti i giorni.

    Una porta imbrattata
    una pistola sparata
    una bimba piangente
    l’impassibile gente
    un papa che cerca
    il suo dio tra gli umani
    non più nell’inconscio
    dei cieli lontani.

    Non è poesia è solo un’incredibile lista
    che pare non esista
    celata dall’indifferenza
    fra le quotidianità della vita
    mentre è presente e infinita
    all’emozionale sensibilità.

    Quando io raccolgo
    un fiore
    assaporando il suo odore
    non m’accorgo
    della linfa che perde
    il suo peduncolo verde

    Siamo in una comune dove
    in comune nessuno mette il suo io.
    L’impossibile comunismo è peccato
    non lo è l’egoismo
    naturale disdegno degli altri
    Chissà come ci gestisce quel Dio
    che accese le candeline della vita
    apponendoci la ciliegissima libertà

    Vorrei appartarmi in un mondo
    di menti bambine e rifugi di paglia
    e così starmene poi sotto terra felice.

     



    Non è poesia ... | 10 Commenti | Crea un nuovo Account

    I seguenti commenti sono proprieta' di chi li ha inviati. Club Poeti non e' responsabile dei contenuti degli stessi.
    Non è poesia ...
    Contributo di: Carmen on Thursday, 13 February 2020 @ 17:15
    A parte dirti che siamo più di 5 miliardi
    di esseri umani,
    sto componimento non mi è piaciuto nemmeno
    un po'.

    "Chissà come ci gestisce quel Dio
    che accese le candeline della vita
    apponendoci la ciliegissima libertà"

    Qui raggiunge l'apice dell'umano genio.


    ---
    Non c'è amore del vivere senza disperazione del vivere. Albert Camus

    [ ]

    Non è poesia ...
    Contributo di: zio-silen on Thursday, 13 February 2020 @ 17:36
    Non è poesia... a parte:

    "un papa che cerca
    il suo dio tra gli umani
    non più nell’inconscio
    dei cieli lontani".

    e

    "Vorrei appartarmi in un mondo
    di menti bambine e rifugi di paglia"

    il resto è una apprezzabile dissertazione socio-politica
    con incursioni nei meandri pontificali.

    Stelle e un saluto

    ---
    zio-silen

    [ ]

    Non è poesia ...
    Contributo di: Elysa on Thursday, 13 February 2020 @ 21:44
    bè già con il titolo ci premetti che non è poesia o almeno non solo ma anche e soprattutto dissertazione politica e sociale, salvo anche io le parti indicate da zio silen... --- Elysa

    [ ]

    Non è poesia ...
    Contributo di: marco cinque on Friday, 14 February 2020 @ 10:13
    Sebbene i contenuti importanti e le ottime intenzioni, più che “non essere poesia” la trovo un tentativo un po' disomogeneo e zoppicante nella forma e nello stile: il testo è a tratti ingenuo e acerbo, quando ricalca un andamento da filastrocca rimata, a tratti invece persino illuminante, come già notato in commenti precedenti. Comunque grazie.

    ---
    marco cinque

    [ ]

    Non è poesia ...
    Contributo di: indio on Friday, 14 February 2020 @ 15:35
    non è poesia...ma è piacevole interpretazione di una non
    poesia...




    ---
    mitakuye oyasin

    indio

    [ ]

    Non è poesia ...
    Contributo di: frank69 on Friday, 14 February 2020 @ 16:52


    Ringrazio gli intervenuti (pochini i non assopiti: 5 commenti, 140 visualizzazioni)
    specificando che:

    1) la filastrocca rimata è voluta (si addice al titolo.)
    Ho voluto rimare/remare contro corrente, badando al contenuto più che allo stile.
    Un grazie comunque a Marco Cinque per il suo apprezzato intervento.

    2) lo “zio” è stato capace in poche parole di centrare la sostanza della mia lunga
    e larga dissertazione. “Stelle” e un saluto sempre graditi.

    3) Un grazie ed un saluto anche ad Elysa.

    4) Per Carmen devo dire che sottolineare 4,6 o 5 o 6 Mld. non credo influisca nella
    risoluzione della pace e della povertà del mondo . Per lei sono importanti i refusi,
    come la “ciliegissima” libertà.(secondo lei) non apprezzando l’ironia e il senso di quei tre versi citati.
    Forse una buona rilettura avrebbe potuto far scorgere qualcosa di più.


    6) Grazie inoltre a chi si troverà a passare ancora.


    [ ]

    Non è poesia ...
    Contributo di: Riflessi on Saturday, 15 February 2020 @ 12:25
    Mi piacciono alcuni versi, anche se avrei espresso gli stessi concetti mantenendo un ritmo omogeneo, e, visto che volevi presentare ironicamente dei temi pesanti in stile "filastrocca" avrei usato una metrica standard e maggior uso delle rime. Permettimi come esempio, in questo senso, una rivisitazione della prima strofa:

    Una porta imbrattata
    una mina brillata
    una bimba piangente
    e impassibile gente
    va un papa cercando
    un dio tra gli umani
    non più nel profondo
    dei suoi cieli lontani.

    "Vorrei appartarmi in un mondo
    di menti bambine e rifugi di paglia" è una citazione tratta da una poesia già pubblicata in vetrina (non mi ricordo se tua) che mi rimase impressa: la tentazione di desiderare di tornare alla semplicità del pensiero innocente come fuga dalle avversità del mondo.

    [ ]

    Non è poesia ...
    Contributo di: Lorens on Saturday, 15 February 2020 @ 17:37
    ..."Non è poesia"... devo dirti che questa tua lirica con
    filastrocca a me è piaciuta, si evincono verità assolute
    anche con premesse statistiche di ricchezza ben confermate
    dai mass media ed altri ...

    Caro Frank, quando poi parli di comunismo come un peccato e
    quasi assolvi l'umano egoismo, con me sfondi una porta
    aperta in quanto ritengo di essere un simpatizzante
    internazionalista rivoluzionario non violento ma molto più
    che riformista come si professano tanti ben pensanti.

    L'utopia comunista è rimasta tale proprio per l'umana
    bramosia di possedere beni di più di quelli del vicino di
    casa, l'invidia e la sete di avidità è insita nel genere
    umano.

    Che dirti di più? Io continuo a sognare un mondo diverso ma
    è soltanto un aspetto onirico piuttosto lontano dalla realtà
    di una umanità probabilmente alla deriva nella quale società
    non ci resta che difendersi dai mali inseguendo il bene.

    ciao
    Lorens

    ---
    Lorens

    [ ]

    Non è poesia ...
    Contributo di: LoSpettro on Sunday, 16 February 2020 @ 01:45
    La tua "non poesia" mi dà l'impressione di un qualcosa che si è forzato di torchiare. Mi dà l'impressione di un qualcuno che con in mano dell'oro, non abbia esattamente deciso se fare il vignaiolo o il distillatore. E che oro!!! “un papa che cerca il suo dio tra gli umani” oppure “Quando io raccolgo un fiore[…]non m’accorgo della linfa che perde il suo peduncolo verde” per poi tornare magistralmente a “Chissà come ci gestisce quel Dio che accese le candeline della vita apponendoci la ciliegissima libertà”. Ci sarebbe parecchio da dire e farci un vaticinio solenne; ma intelligentemente, il poeta si sottrae. D’altronde, qual senso rispondere alle stesse domande che ci si pone? La conclusione, esattamente tra l’aulico e l’ironico, m’ha svegliato dal torpore di una mia poesia accantonata recentemente. Si concludeva in questo modo: “Sai come varcare quell’oltre che sta nell'uomo? Essere come un cieco, egocentrico come un bambino, che usa la giustapposizione contro le cattive regole dell’attività umana.”. Parlavo dell’affascinante quesito delle persone che “[…]mai s’afferrano ad uno specchio[…]Avete mai pensato ai loro sogni! Chi non vorrebbe, rientrando nel mondo dei visi, solo toccare con gli occhi!”. Risultato: una constatazione tanto ironica quanto la tua. Non mi portava a desiderare d’essere interrato per colmare la felicità, ma essere cieco con “La Bellezza preordinata a niente! Wow! Non sarebbe più in quella questione privata, tra l'individuo e gli occhi per cui è nato.”. Ciance, tante ciance, parecchie ciance. Molto simili alle tue.

    Ma “Non disse Cristo al suo primo convento: «Andate, e predicate al mondo ciance»” (Dante_Paradiso ,Canto XXIX)

    [ ]

    Non è poesia ...
    Contributo di: A.Sal.One on Thursday, 20 February 2020 @ 00:21
    Sono d'accordo

    Non è poesia ...

    pero` questa strofa:

    Quando io raccolgo
    un fiore
    assaporando il suo odore
    non m’accorgo
    della linfa che perde
    il suo peduncolo verde

    la rende universale e
    attuale, per cui direi bene
    per un componimento scritto
    probabilmente negli anni 80
    quando difatti la popolazione
    mondiale era sui quattro
    miliardi e mezzo circa.
    (Oggi ci avviciniamo agli otto
    miliardi).

    ---
    Il troppo stroppia
    soprattutto in poesia.

    [ ]

    Opzioni  
  • Invia il Contributo a un amico
  • Contributo in Formato Stampa

  •  Copyright © 1999-2020 ..::Il Club dei Poeti::..
     Associazione Culturale Il Club degli autori Partita Iva e Codice Fiscale 11888170153
    Tutti i marchi e copyrights su questa pagina appartengono ai rispettivi proprietari.