club.it
clubpoeti.it
club.it
 Benvenuto su ..::Il Club dei Poeti::.. Tuesday, 10 December 2019 @ 14:30 
Invia il tuo racconto | Invia la tua poesia | Faq | Contatti
Argomenti  
Home
Poesie (2683/1)
Racconti (1023/0)
Saggi (17/0)

Eventi  
Eventi nel sito

Friday 18-Jan -
Monday 30-Dec
  • Premio Il Club degli autori 2019-2020 Trofeo Umberto Montefameglio

  • Sunday 20-Jan -
    Monday 30-Dec
  • Premio Jacques Prèvert 2020

  • Friday 01-Nov -
    Friday 31-Jan
  • Premio Letterario Internazionale Il Club dei Poeti 2020

  • Saturday 02-Nov -
    Monday 30-Mar
  • XXVII Giro d'Italia delle Poesie in cornice 2020

  • Sunday 03-Nov -
    Thursday 30-Apr
  • Premio Letterario Internazionale Marguerite Yourcenar 2020

  • Tuesday 05-Nov -
    Friday 15-May
  • Premio Letterario Nazionale Poesia a Chiaromonte 2020

  • Wednesday 06-Nov -
    Sunday 31-May
  • Premio Ebook in…versi 2020

  • Friday 08-Nov -
    Tuesday 30-Jun
  • XXV Edizione Premio di Poesia Poeti dell'Adda 2020
  • Ultime novità  
    CONTRIBUTI
    2 Contributi nelle ultime 24 ore

    COMMENTI
    nelle ultime 48 ore

  • Alzheimer testimo...
  • L'amica mia [+3]
  • La Giustizia del ... [+4]
  • -
  • Arkansas
  • Sfide [+5]
  • Silver
  • Katia
  • Mamma Africa [+3]
  • Pulviscolo
  • Ipoteca sulla fel...
  • Ti racconto, Luna
  • realtà di Stati u... [+2]
  • Il teatrino

  • LINKS
    nelle ultime 2 settimane

    Nessun nuovo link


     Il teatrino   
     Monday, 02 December 2019 @ 15:00
     Leggi il profilo di: trimacassi
     Visualizzazioni: 335

    Poesie

    Il teatrino


    Un fiume di domande
    dal tempo immemorabile dei giorni del Signore
    dal tempo dei primordi

    Accosta la barca a riva
    e aspetta
    che l’acqua passi
    senza contarne i passi
    mirandone i riflessi
    il cambio delle luci
    i bianchi e i neri
    i cieli in alternanza
    e leggine, se puoi, qualche parvenza…

    Tutto è finzione
    tutto è teatro
    e quel che muove sono marionette
    sono illusioni
    sono figuri dei sogni
    che recitano le parti
    già scritte da qualcuno oltre le stelle
    Ti fai male e sanguini
    ma non c’è ombra attorno
    nessuno è stato, no, nessun verrà
    hai solo urtato un sogno
    nuvole e fantasia saran per te ogni giorno
    pasto e contorno…

    Guardati nello specchio
    vedrai il tuo tempo
    scorso, ormai passato
    e tu trascorso e ( quasi) cancellato
    non ti dai pace
    di veder svanire
    i segni la freschezza i desideri
    i sentieri scoloriti dal tramonto
    e la speranza, solo un filo
    appesa pigramente a un aquilone

     



    Il teatrino | 17 Commenti | Crea un nuovo Account

    I seguenti commenti sono proprieta' di chi li ha inviati. Club Poeti non e' responsabile dei contenuti degli stessi.
    Il teatrino
    Contributo di: indio on Monday, 02 December 2019 @ 17:46
    ...Trim 'sto teatrino mi piace proprio.

    Accosta la barca a riva
    e aspetta
    che l’acqua passi
    senza contarne i passi
    mirandone i riflessi
    il cambio delle luci
    i bianchi e i neri
    i cieli in alternanza
    e leggine, se puoi, qualche parvenza…
    ...
    e questa è d'applausi a scena aperta
    (per rimanere in tema teatro)
    bravo


    ---
    mitakuye oyasin

    indio

    [ ]

    Il teatrino
    Contributo di: marco cinque on Monday, 02 December 2019 @ 19:39
    Male o bene, ciascuno recita una parte: un sipario si chiude, un altro si apre, nel mezzo storie, vere o illusorie e un chiedersi che resta, quasi sempre, senza risposta. C'è una mano che scrive da oltre le stelle? È quella di un genio o quella di un folle? È quella di un despota o di un ribelle? Chissà, forse un giorno scopriremo che quello che chiamiamo Dio, l'idea stessa della perfezione, alla fine è solo un errore, anzi, l'Errore, che in quanto tale è capace di evolversi per diventare qualcosa di migliore, o anche di peggiore, certo, questo dipende solo dallo sguardo di ogni attore, di ogni marionetta di questo poetico teatro. Poi ci salva quel filo d'aquilone, anche se la speranza per alcuni è solo un sentimento che ti fa morire piano. Sono qui, dammi la mano, che in questo viaggio alla fine, lo vedi, siamo soli.
    Un abrazo

    ---
    marco cinque

    [ ]

    Il teatrino
    Contributo di: Carmen on Monday, 02 December 2019 @ 19:59
    Apprezzati fatica ed intenti. Ma non mi
    dice nulla.

    ---
    Non c'è amore del vivere senza disperazione del vivere. Albert Camus

    [ ]

    Il teatrino
    Contributo di: zio-silen on Tuesday, 03 December 2019 @ 08:10
    Componimento di sicuro effetto empatico... almeno nei
    lettori che vedono appropinquarsi il traguardo, come il
    sottoscritto.
    Capita spesso di indugiare sui quesiti esistenziali
    felicemente illustrati da Paul Gauguin nel celebre
    dipinto.
    E può essere consolatorio considerarci "marionette",
    attribuire ad Altri la responsabilità delle nostre
    azioni.
    Il gusto personale mi porta a godere - in particolare -
    dell'estetica della seconda stanza al netto del quarto
    verso e dei puntini sospensivi:


    Accosta la barca a riva
    e aspetta
    che l’acqua passi
    mirandone i riflessi
    il cambio delle luci
    i bianchi e i neri
    i cieli in alternanza
    e lèggine, se puoi, qualche parvenza.


    Stelle e un saluto

    ---
    zio-silen

    [ ]

    Il teatrino
    Contributo di: jane on Tuesday, 03 December 2019 @ 08:57
    mi colpisce molto la parte finale Guardati nello specchio vedrai il tuo tempo scorso, ormai passato e tu trascorso e ( quasi) cancellato non ti dai pace di veder svanire i segni la freschezza i desideri i sentieri scoloriti dal tramonto e la speranza, solo un filo appesa pigramente a un aquilone. Eddai Trimacassi mi sa che ti senti solo, prova a condividere le tue poesie con qualcuno anche con noi e sentirai di esistere di resistere. Fin quando c'è voglia di scrivere e si è vivi si può sorridere! Stai diventando trooooppppo saggio per essere poeta, modera. --- “Due cose ci salvano nella vita: amare e ridere. Se ne avete una va bene. Se le avete tutte e due siete invincibili”

    [ ]

    Il teatrino
    Contributo di: Arcano on Tuesday, 03 December 2019 @ 09:34
    Non è che sia scritta male. Manca un po'
    di freschezza e alla fine il tema del
    tempo che passa appesantisce il testo.

    ---
    arcano

    [ ]

    Il teatrino
    Contributo di: A.Sal.One on Tuesday, 03 December 2019 @ 09:53

    Il tema del Gran Puparo

    si addice ottimamente
    al poeta trimacassi
    amico e siciliano DOC.

    E in questo teatrino
    in cui tutti siamo pupi
    notiamo come la mano del
    poeta si destreggia con
    abilita` genuina ed eccelle
    nella seconda strofa.

    Non ci resta che brindare
    e rivivere le nostre illusioni
    rileggendo

    Il teatrino.



    ---
    L'intelligenza poetica non e`
    ne` di tutti ne` da tutti.

    [ ]

    Il teatrino
    Contributo di: nino vicidomini on Tuesday, 03 December 2019 @ 15:12
    Un bel teatrino


    ---
    nino vicidomini

    [ ]

    Il teatrino
    Contributo di: Titta on Tuesday, 03 December 2019 @ 15:14
    Bello urtare i sogni. Ti dà l'idea di credere ancora in una realtà diversa, più accettabile. Una poesia che lascia intravedere una sottile tristezza, Trim. --- Titta

    [ ]

    Il teatrino
    Contributo di: cordaccia on Tuesday, 03 December 2019 @ 22:46
    Più che poesia,sembra una sentenza.
    No dai. ciao:)

    [ ]

    Il teatrino
    Contributo di: LoSpettro on Tuesday, 03 December 2019 @ 23:17
    Alcuni passaggi sono, a parer mio, proprio elementari come ad esempio "[..]che l'acqua passi/senza contarne i passi" ed altri accostamenti che non strabiliano per nulla. A dir il vero, è l'intero contenuto che appare come un piatto poetare. Ci si muove senza allontanarsi dal quieto pascersi. Non rinnovella nulla questa poesia che s'affida ancora a recepire la vita come un teatro con manovrate marionette. La parte interessante potrebbe essere quel rivolgersi, ma la voce assume la noiosa cantilena da redentore, che tutto sommato ci sta, ma non s'apprende perchè nelle salienti parti egli svaga "[..]hai solo urtato un sogno/nuvole e fantasia saran per te ogni giorno /pasto e contorno… " nascondendosi nella natura, nella metafora. Perchè il tempo che s'apprende trascorso e oramai passato allo specchio è indice di desideri, sentieri scoloriti al tramonto. Perchè "rifugiarsi" e “rifiutarsi” quando si è al dunque? Mancano gli strumenti per poter indagare? Tutto è un quieto pascersi, un non risolvere, un mostrar voce da mentore e nulla più. Con rispetto

    [ ]

    Il teatrino
    Contributo di: percefal on Wednesday, 04 December 2019 @ 11:56
    un prologo e tre atti? Lo specchio non sproloquia, riflette! --- «La figura del mio caos ha dimensione alcuna, punto.».

    [ ]

    Il teatrino
    Contributo di: frame on Wednesday, 04 December 2019 @ 12:52
    Tutto è finzione
    tutto è teatro
    e quel che muove sono marionette
    sono illusioni
    sono figuri dei sogni
    che recitano le parti
    già scritte da qualcuno oltre le stelle.

    Tutto ciò che si muove sono marionette, e chi muove le
    marionette? Le stelle?
    Ah be' allora aveva ragione Dante: "L'amore che muove il
    sole e l'altre stelle.

    Bravo.


    ---
    Frame

    [ ]

    Il teatrino
    Contributo di: federicosecondo on Thursday, 05 December 2019 @ 20:51
    Ti offendi se ti dico che è la migliore delle tue?
    Mi auguro di no e ti auguro buone feste.



    ---
    Niente è più facile dello scrivere difficile - KARL POPPER -

    federicosecondo

    [ ]

    Il teatrino
    Contributo di: natacarla on Friday, 06 December 2019 @ 19:14
    Ciao Trim.
    Mi accodo agli apprezzamenti degli altri.
    Mi ha particolarmente colpito l'ultima strofa e quei
    "sentieri scoloriti dal tramonto" chi se li scorderà più??
    In realtà è tutta un bel dire.
    Alla prossima...
    Carla

    ---
    La poesia ha una struttura inamovibile, costruita in modo che nessun elemento possa essere spostato o modificato senza rischiare di alterare il messaggio.

    [ ]

    Il teatrino
    Contributo di: Francob on Friday, 06 December 2019 @ 22:46
    Di questo teatrino siamo tutti attori e spettatori, Chissà… ***** Un saluto e un felice Natale.

    [ ]

    Il teatrino
    Contributo di: Elysa on Sunday, 08 December 2019 @ 14:46
    Quante parti siamo tenuti a recitare nel
    teatrino della vita...bella poesia, sei
    stato abilissimo a creare questa bella
    metafora esistenziale, buone feste!

    ---
    Elysa

    [ ]

    Opzioni  
  • Invia il Contributo a un amico
  • Contributo in Formato Stampa

  •  Copyright © 1999-2019 ..::Il Club dei Poeti::..
     Associazione Culturale Il Club degli autori Partita Iva e Codice Fiscale 11888170153
    Tutti i marchi e copyrights su questa pagina appartengono ai rispettivi proprietari.