club.it
clubpoeti.it
club.it
 Benvenuto su ..::Il Club dei Poeti::.. Thursday, 14 November 2019 @ 12:00 
Invia il tuo racconto | Invia la tua poesia | Faq | Contatti
Argomenti  
Home
Poesie (2684/0)
Racconti (1021/0)
Saggi (15/0)

Eventi  
Eventi nel sito

Friday 11-Jan -
Saturday 30-Nov
  • Premio Il Club degli autori 2019-2020 Trofeo Umberto Montefameglio

  • Sunday 20-Jan -
    Monday 30-Dec
  • Premio Jacques Prèvert 2020
  • Ultime novità  
    CONTRIBUTI
    1 Contributo nelle ultime 24 ore

    COMMENTI
    nelle ultime 48 ore

  • Oggi sui giornali [+2]
  • Atteso amore [+4]
  • Conchiglia [+4]
  • Monochrome
  • La panchina vista...
  • Una pallottola la...
  • Incontrovertibile...
  • xxx
  • Ti racconto, Luna
  • Tre stelle (A Raf... [+4]
  • Mil-ano (ovvero l...
  • I Murticeddi (Dop...
  • Halloween [+2]
  • Nomi nuovi sul muro [+2]
  • Avanguardie pedag...

  • LINKS
    nelle ultime 2 settimane

    Nessun nuovo link


     Youth   
     Friday, 13 September 2019 @ 17:15
     Leggi il profilo di: nat
     Visualizzazioni: 360

    Poesie


    Collolungo
    (Modì la guarda dall’altrove)
    fruscia sul marciapiede.
    A muso in giù compulsa lo smart,
    bipide veloce, al baratro si avvia
    d’appuntamenti mancati,
    di bar chiusi, di cinema crollati,
    d’edere color ruggine
    autunnalmente moribonde.

    Se potesse udirmi la chiamerei,
    se solo appartenessi al secolo suo,
    se solamente ci fossero le zebre
    per attraversare gli anni a ritroso,
    se i film dicessero il vero,
    i fantadesideri avessero aladini
    dalla lampada uscenti e cortesi.

    Altri la inseguono:
    scrittori da strapazzo,
    politici d’ambigua fama,
    arrapati insoluti.

    Color vino, il tramonto d’oggi
    ambiguo fa il passaggio di stagione,
    ci mettiamo le magliette con le scritte.
    A gambe buddescamente incrociate,
    levitiamo alfine sopra le inutili parole.
    Ordunque, i buchi neri sono o non sono?

     



    Youth | 9 Commenti | Crea un nuovo Account

    I seguenti commenti sono proprieta' di chi li ha inviati. Club Poeti non e' responsabile dei contenuti degli stessi.
    Youth
    Contributo di: trimacassi on Saturday, 14 September 2019 @ 08:10
    Non so se l'ho capita, ma svicola sulle parole, e si dondola
    maldestramente, e si appiana su un tramonto color vino...
    Un saluto

    ---
    trimacassi



    [ ]

    Youth
    Contributo di: LoSpettro on Sunday, 15 September 2019 @ 03:41
    Una poesia nostalgica che s’incentra soprattutto sul volere una bellezza femminile (una certa bellezza femminile, quella giovane) non più raggiungibile. Si vuole nasconderlo? Il voler dimostrare di essere ancora in auge, di dare ancora molto è un desiderio peccaminoso? Il cinquantenne vuole scambiare esperienza, maturità, stato sociale con freschezza, energia. Neghiamo il desiderio maschile di avere accanto la giovinezza femminile? Non si cade nell’oltraggio al pudore. Anche perché a volte quel presunto oltraggio diventa per una donna un “bisogna far di necessità una virtù” (alla femministe accanite faccio notare che esiste l’equivalenza maschio vuole giovine come donna vuole giovine, un po’ meno diffusa è vero - per ragioni di cui qui non mi dilungo - ma esiste.) Il preoccupato nat invece al pudore tiene molto. Un signore, un maestro, un ingegnoso che ha un modo: introduce il Maudit Modì, accenna i suoi colli lunghi e agita le acque ricordando che la bellezza femminile è nell’arte. E’ una miscela esplosiva della vita. Svicolando esattamente, come dice Trimacassi sulle parole, quasi compulsivamente vuole dire, non cade nel “non dire”, alla fine “dice. Alla realtà di tutti i giorni si può evadere, l’elevarsi del collo era anche un messaggio allegorico alla perfezione. Sarebbe bello alla perfezione spingersi (se non pure doveroso). Io desidero una donna più giovane di me, molto di più, ma non posso. Nat vuol dire, non cade nel non dire, alla fine dice. Domanda. Perché è così forte l’idea di completezza nel ritorno alla giovinezza? Non può essere migliore un seguire la propria completezza con l’affinamento dell’esperienza? Nella società d’oggi vige però inseguire il successo. Quasi mai veste la perfezione. Volere la padronanza del tempo è ammettere la sua esistenza, ammettere di invecchiare. Il desiderio di essere sempre giovani macchierà sempre l’esistenza di valori ben più alti. Nat lo sa. Educazione civica nelle scuole! Subito! Escatologia! Pure! La poesia è bella. Merita.

    [ ]

    Youth
    Contributo di: Carmen on Sunday, 15 September 2019 @ 13:44
    Molto fantasiosa.
    Alcune parti mi sono piaciute ma nel
    complesso non ho capito a chi, a quali
    situazioni ti riferisci (il
    collo lungo delle figure di Modigliani
    perché viene citato? E le zebre? Boh...)

    ---
    Non c'è amore del vivere senza disperazione del vivere. Albert Camus

    [ ]

    Youth
    Contributo di: frame on Monday, 16 September 2019 @ 12:11
    Se potesse udirmi la chiamerei,
    se solo appartenessi al secolo suo,
    se solamente ci fossero le zebre
    per attraversare gli anni a ritroso,
    se i film dicessero il vero,
    i fantadesideri avessero aladini
    dalla lampada uscenti e cortesi.

    A me queste zebre da attraversare a ritroso nel tempo sono piaciute moltissimo. Trovo questa strofa molto musicale e piena di belle ideuzze. Non male anche "collolungo" un modo diverso di dire alla Modigliani. Non ci voleva il Nuovissimo Melzi per capirlo. Nel complesso mi pare un bella poesia anche con un finale un po' calante, insomma, solo mezzo tono sotto il resto. Piaciuta.

    ---
    Frame

    [ ]

    Youth
    Contributo di: vincenzocusimano on Monday, 16 September 2019 @ 13:08
    Il titolo della poesia richiama inevitabilmente il film di Paolo Sorrentino e il suo famosissimo frame in cui Madalina Diana Ghenea esce nuda dall'acqua, bellissima e sensuale, inducendo in cuor loro Harvey Keitel e Michael Caine a maledire la propria vecchiaia. L’idea di fondo è bella e buona, suggestivo l’incipit e le immagini (anch’io rimembro una collo lungo seducente e sfuggente). La vena nostalgica nel componimento però prevale su tutto, forse anche troppo, appesantendo un po’ la scorrevolezza dei versi che poteva essere maggiormente curata. Ad ogni modo, piacevole…
    [ ]
    «Hai la debolezza di voler stupire. Cerchi versi splendidi per cose lontane; dovresti trovarli per cose che ti sono vicine» (Basho, dopo aver letto una composizione del discepolo Kikaku)


    ---
    Vincenzo Cusimano

    [ ]

    Youth
    Contributo di: Arcano on Tuesday, 17 September 2019 @ 07:37
    Piaciuta. Soprattutto la prima strofa.
    L'ultima la trovo un po' slegata dal resto
    ma la proposta è decisamente sopra la
    media.

    ---
    arcano

    [ ]

    Youth
    Contributo di: natacarla on Sunday, 22 September 2019 @ 23:49
    Anche se Vincenzo Cusimano avesse centrato il contenuto di
    fondo come sembra dal titolo, trovo i versi di questo testo
    illogici (nel senso che non seguono una trama o almeno se
    c'è, è rimasta tutta nella tua testa).
    Proverò a seguirti nella prossima poesia.
    Carla

    ---
    La poesia ha una struttura inamovibile, costruita in modo che nessun elemento possa essere spostato o modificato senza rischiare di alterare il messaggio.

    [ ]

    Youth
    Contributo di: cordaccia on Thursday, 03 October 2019 @ 16:29
    Secondo alcuni,dopo quello del 68,questo è
    il gap generazionale più largo. Secondo me
    invece,mai i desideri di genitori e figli
    sono stati più comuni come in questo
    periodo.
    La poesia a me ricorda La dolce vita (
    madre in qualche modo della Grande
    bellezza).
    Bene.ciao:)

    [ ]

    Youth
    Contributo di: Lorens on Tuesday, 15 October 2019 @ 17:27
    ..."Youth"...
    Una giovinezza perduta e forse ritrovata come nel film di
    Sorrentino quando l'amico Mick si suicida gettandosi dal
    balcone aprendo al protagonista un orizzonte ritrovato,
    quello della giovinezza da sempre inseguito (Youth), un film
    senz'altro da non perdere.

    La poesia intende ripercorrere spazi temporali trascorsi
    laddove le descrizioni si arricchiscono d'immagini e ricordi
    che scorrono proprio come in un film.

    Bella proposta originale nella sua particolare idea di voler
    fare di sequenze filmate una storia nelle sue verità con
    personaggi di quei tempi fino a quelli d'oggi.

    ciao
    Lorens

    ---
    Lorens

    [ ]

    Opzioni  
  • Invia il Contributo a un amico
  • Contributo in Formato Stampa

  •  Copyright © 1999-2019 ..::Il Club dei Poeti::..
     Associazione Culturale Il Club degli autori Partita Iva e Codice Fiscale 11888170153
    Tutti i marchi e copyrights su questa pagina appartengono ai rispettivi proprietari.