club.it
clubpoeti.it
club.it
 Benvenuto su ..::Il Club dei Poeti::.. Saturday, 24 August 2019 @ 15:16 
Invia il tuo racconto | Invia la tua poesia | Faq | Contatti
Argomenti  
Home
Poesie (2683/6)
Racconti (1021/0)
Saggi (15/0)

Eventi  
Eventi nel sito

Tuesday 08-Jan -
Friday 20-Sep
  • Premio di Poesia Città di Monza 2019

  • Thursday 10-Jan -
    Monday 30-Sep
  • Premio Letterario Città di Melegnano 2019

  • Friday 11-Jan -
    Saturday 30-Nov
  • Premio Il Club degli autori 2019-2020 Trofeo Umberto Montefameglio

  • Sunday 20-Jan -
    Monday 30-Dec
  • Premio Jacques Prèvert 2020
  • Ultime novità  
    CONTRIBUTI
    Nessun nuovo contributo

    COMMENTI
    nelle ultime 48 ore

  • Tempi duri

  • LINKS
    nelle ultime 2 settimane

    Nessun nuovo link


     L'allunaggio   
     Friday, 02 August 2019 @ 10:15
     Leggi il profilo di: cordaccia
     Visualizzazioni: 408

    Poesie

    Non vedo l'ora che finiscano le vacanze
    per raccontarle a tutti,
    alla mia ghost writer in crisi d'astinenza,
    così mi tocca
    scrivere con mozziconi di matite, cicche
    a volte con la bocca,
    le mani occupate a cercare chiavi
    nel buio e l'ispirazione con l'altra.
    Sognavo il giro del mondo in ottanta
    euro spicce e un telefono come ponte
    fra i due poli, paralleli e meridiani
    ma l'olandesina miralanza tene 'a panza
    da birra per lievitare
    a quota cento, in mongolfiera
    giù sacchetti di cioccolata, travasi di bile,
    monetine da 2 centesimi dall'aspirabriciole
    nelle bocche dei maiali, tutt'eguale.
    Pensavo: i pesciolini nella brocca senza tivù?
    gli sputi del vicino cinque passi prima della scarpa
    ci staranno già aspettando,
    comunque il disprezzo è considerazione,
    magari non per uno con la propensione
    da toro meccanico,
    schivare sassi o corone fa lo stesso.
    E adesso?
    Partiamo dal presupposto che
    a me non mi piace non si dice
    neanche sotto tortura dovremo ammetterlo,
    un ettaro di fiori piantati a salami
    e delfini, azzurri, nel placido ruscello.

     



    L'allunaggio | 11 Commenti | Crea un nuovo Account

    I seguenti commenti sono proprieta' di chi li ha inviati. Club Poeti non e' responsabile dei contenuti degli stessi.
    L'allunaggio
    Contributo di: dario moletti on Friday, 02 August 2019 @ 16:13
    nell'ultima parte sembra che il pusher ti abbia fregato vendendoti roba troppo tagliata per fare un buon allunaggio mentre la partenza la trovo ottima un buon ruggito però a metà del compito cali un pochettino quasi temessi che lo specchio non ti adori così molto come tu credi / a berla tutta è un pastis liscio che esplode nel gargarozzo a leggerla con più calma si apprezzano le tue doti on the road con tutto il resto attorno che è noia ps l'ho letta a siluro cadendo dal settimo piano mentre componevo un affare in versi

    [ ]

    L'allunaggio
    Contributo di: Carmen on Friday, 02 August 2019 @ 18:58

    "" "un ettaro di fiori piantati a salami
    e delfini, azzurri, nel placido
    ruscello"""".

    Scusa, ma non mi piace.
    La strofa che ho riportato sopra è
    assurda.
    Ma cosa avete nella testa?
    Fiori piantati a salami????????
    Ma allora è vero che vi drogate?
    Anche Dario lo afferma. Forse anche lui,
    talvolta, prende qualche stupefacente, ma
    il risultato è qualcosa che difficilmente
    lascia indifferenti.


    ---
    Non c'è amore del vivere senza disperazione del vivere. Albert Camus

    [ ]

    L'allunaggio
    Contributo di: trimacassi on Saturday, 03 August 2019 @ 08:09
    Passano i due mesi canonici tra un post e l'altro, e al
    momento dovuto non abbiamo elaborato niente che sia
    accettabile da postare sul Club. Non resta che darsi alle
    fantasticherie occasionali che passano per la testa,
    inventandosi magari i 'fiori a salame'. Può succedere, no ?
    Tutto sommato credo proprio che te la sei cavata. Un saluto

    ---
    trimacassi



    [ ]

    L'allunaggio
    Contributo di: frame on Saturday, 03 August 2019 @ 11:50
    Quando l’Olandesina della MiraLanza navigava i cieli a
    bordo di una mongolfiera e Corrado dalla finestra faceva
    ciao ciao con la manina erano gli anni settanta, io avevo
    ancora il televisore in biancoenero. Queste sono
    reminiscenze da attempatello. Ti facevo più giovane caro
    Cordaccia.
    Potrei anche sbagliarmi ma la poesia mi sembra il frutto
    di un momento di scarsa ispirazione poetica, dove pur di
    scrivere qualcosa si fa ricorso alla fantasia e si prova
    a buttare giù le prime cose che saltano in mente. I più
    esperti parleranno di flusso di coscienza, fossi un
    competente farei considerazioni intelligenti sui tuoi
    fiori piantati a salami, ti ringrazierei per non aver
    parlato degli amorazzi della Vispa Teresa, del solito
    tramonto rosa e per non aver fatto uso di rime baciate,
    endecasillabi e soprattutto per essere riuscito a scrivere
    un centinaio di parole senza aver detto una bella cippa di
    niente. A me no! No, non mi piace! Alla tua poesia
    preferisco i tuoi commenti. Quelli sì, che mi piacciono.
    Ciao ciao

    ---
    Frame

    [ ]

    L'allunaggio
    Contributo di: Kenji on Saturday, 03 August 2019 @ 12:02
    Uno dei più bravi del club secondo me. Originale e folle, e
    l'occhio può perdersi negli accostamenti più imprevisti,
    così come la lingua tra fiori e salami appunto e slang.
    Inoltre, non so l'età dell'autore, ma la scrittura, ciò che
    conta, è sicuramente conscia del mondo giovinetto e si
    scrive con la maturità di chi la vede da un altro punto.
    Bene così

    ---
    Scene di Vita Quotidiana. dal 15 marzo 2018.

    [ ]

    L'allunaggio
    Contributo di: joshua on Sunday, 04 August 2019 @ 01:56
    
    Ci sono talvolte che mi chiedo se siamo
    al Club dei Poeti o al SERT di Melegnano,
    ma questo non mi impedisce di reggere
    l’alcool e di provare profonda 
    comprensione per il flunitrazepam,
    il valproato e perfino il nitrito
    d’amile e qualunque altro raglio antelucano. 
    
    Ciò detto passo al vaglio di questo
    sobrio testo, che prende certamente
    l’occasione da quell’infinita rottura
    di scatolame che è stata la riproposizione
     in tutte le insulse e le salse del primo
     passo umano nel Mare della Tranquillità,
     mentre sulla Terra ci si divertiva tanto
     a giocherellare col napalm.
    
     Ecco, voglio dire che, potendo, l’avrei
     scritta con molta più cattiveria e con
     ancora meno senno, nel caso Astolfo
     non arrivasse  in tempo a portarci
     dabbasso ciò che qui si perde e là
     – sulla luna ariostesca -si raguna.
    
     Sottolineo cioè che follia e luna
     sono connessi da sempre nella testa
     degli ominidi e dunque solo i pitecantropi
     e le loro omologhe XX potrebbero trovare
     strano o deflorante il connubio. 
    Ottimo dunque condire l’allunaggio 
    con un pizzicotto di sapiente follia
     (o ci ritroviamo a mettere a nanna
     la solita camomilla).
    
    
    j
    
    Consiglio di rilettura/e: capisco che
     piaccia al conte Montereale (come a
     me, per altri motivi), perché di
     sintassi ‘nu poco sconvolta, anche
     se personalmente continuo a sostenere
     una sintassi più devota, pur non 
    devozionistica o gesuitica (laccata,
     ma non leccata, insomma, ad esempio
     tra il terzo e il quarto verso che
     io mi ristrutturo in modo diverso:
    
    Non vedo l'ora che finiscano le vacanze per raccontarle 
    alla mia ghost writer in crisi d'astinenza. Mi tocca
    scriverle con mozziconi di matite, cicche, la bocca,
    una mano occupata a cercare chiavi
    nel buio e con l'ispirazione l'altra.
    
    O:
    
    Sognavo il giro del mondo in ottanta
    euro spicce e un telefono come ponte
    fra paralleli, meridiani e polli
    ma l'olandesina Mira Lanza tene 'a panza
    da birra per lievitare
    a quota cento, in mongolfiera:
    giù sacchetti di cioccolata, travasi di bile, 
    monetine da 2 centesimi dall'aspirabriciole
    nelle bocche dei maiali. Tutto uguale.
    
    E poi, per variare tono sintattico, cioè il cozzo tra sognavo/pensavo:
    
    Ma i pesciolini nella brocca senza tivù, gli sputi
    del vicino cinque passi prima della scarpa
    ci staranno ancora aspettando?
    Il disprezzo non ha considerazione.
    per uno scrivano con la propensione
    da toro meccanico.
    Schivare meteore fa lo stesso.
    E adesso? 
    
    Infine, notando che l’ultima cinquina
     ha un’intelligente disorganicità, che
     si potrebbe ancor meglio disorganizzare,
     a me mi viene da rileggermela così:
    
    Partito dal presupposto che
    A ME NON MI PIACE non si dice
    neanche sotto tortura, devo proprio annetterlo
    quell’ettaro di fiori piantati a salami
    e delfini, azzurri nel placido ruscello.
    
    ***
    Insomma: BEN MI STA se mi rimproveri
     che sono il solito rompimongolfiere,
     anche se lo si può essere solo con la
     poesia non in erba, quella che stimola
     alla crescita.E non della barba
     a scopettone, ovviamente ). 
    

    [ ]

    L'allunaggio
    Contributo di: PattiS. on Sunday, 04 August 2019 @ 21:02
    Uno si aspetta la menata d'occasione, ma forse Cordaccia è nato nel '69 eh
    madonna, siamo giovani inside...vabbè...anni '70 allora l'uomo che cadde sulla terra
    no?, Già...e poi...in una estate così afosa e assurda...l'ironia è splendida,
    l'olandesina forse ti ha fatto ciao-ciao, e così...capita...confermo le valutazione dei
    due prof sopra. Forse il coraggio è, lo dico così, spontaneamente, ma credo che,
    ho la sensazione che lo sia, oggi come oggi la carta vincente, in poesia come in
    ogni campo. (ah...lo è sempre stato? Vabbè...)

    [ ]

    L'allunaggio
    Contributo di: vincenzocusimano on Monday, 05 August 2019 @ 15:48
    un componimento mille miglia distante dalla mia poetica, sgradevole e distorto. Non tutti possono fare i Raboni o i Sanguineti. Opinione di un NON critico ovviamente. ___ Hai la debolezza di voler stupire. Cerchi versi splendidi per cose lontane; dovresti trovarli per cose che ti sono vicine (Basho, dopo aver letto una composizione del discepolo Kikaku) --- Vincenzo Cusimano

    [ ]

    L'allunaggio
    Contributo di: bellinverno on Friday, 09 August 2019 @ 04:52
    Buona la prima parte. La chiusa è orribile. Un saluto a rileggerti presto

    [ ]

    L'allunaggio
    Contributo di: Anais on Sunday, 11 August 2019 @ 11:12
    Scusa non mi piace, al contrario di Patti, a me sembra proprio
    una "menata d'occasione".
    Ho preferito altre tue, no dai.

    [ ]

    L'allunaggio
    Contributo di: telemaco on Monday, 12 August 2019 @ 18:59
    Una poesia Jacovittiana, con tanto di salame che spunta dal terreno. Un accumulo verbale di libere associazioni collegate da un filo tenue, un luna park della mente, l'allunaggio è una vacanza ingombra di carabattole olandesine che non si staccano più da noi. manifestazione del concetto buddista che la mente è una scimmia. Piacevole lettura, ma devo dire anch'io che ho preferito altre tue cose.

    ---
    telemaco

    [ ]

    Opzioni  
  • Invia il Contributo a un amico
  • Contributo in Formato Stampa

  •  Copyright © 1999-2019 ..::Il Club dei Poeti::..
     Associazione Culturale Il Club degli autori Partita Iva e Codice Fiscale 11888170153
    Tutti i marchi e copyrights su questa pagina appartengono ai rispettivi proprietari.