club.it
clubpoeti.it
club.it
 Benvenuto su ..::Il Club dei Poeti::.. Friday, 19 July 2019 @ 06:04 
Invia il tuo racconto | Invia la tua poesia | Faq | Contatti
Argomenti  
Home
Poesie (2681/0)
Racconti (1021/0)
Saggi (15/0)

Eventi  
Eventi nel sito

Monday 07-Jan -
Tuesday 30-Jul
  • XXIV Edizione Premio di Poesia Poeti dell'Adda 2019

  • Tuesday 08-Jan -
    Friday 20-Sep
  • Premio di Poesia Città di Monza 2019

  • Thursday 10-Jan -
    Monday 30-Sep
  • Premio Letterario Città di Melegnano 2019

  • Friday 11-Jan -
    Saturday 30-Nov
  • Premio Il Club degli autori 2019-2020 Trofeo Umberto Montefameglio

  • Sunday 20-Jan -
    Monday 30-Dec
  • Premio Jacques Prèvert 2020
  • Ultime novità  
    CONTRIBUTI
    Nessun nuovo contributo

    COMMENTI
    nelle ultime 48 ore

  • amore di mare/Str... [+6]
  • Xxx
  • Un paese - Piante
  • Fantasticando [+2]
  • Vergogna [+2]
  • Estate [+3]
  • Sargassi

  • LINKS
    nelle ultime 2 settimane

    Nessun nuovo link


     Ti aspetto ancora   
     Wednesday, 19 June 2019 @ 13:00
     Leggi il profilo di: Alixer
     Visualizzazioni: 316

    Poesie

    Questo è pugno di parole
    disteso in mezzo a noi,
    dove basta chiudere gli occhi
    e sentirle passare.

    Tutto mi sembra uguale a ieri
    anche se oggi è diverso,
    un giorno nuovo
    avvolto dalla cenere.

    Sono io che cerco un senso
    a tutto questo vuoto
    che passo dopo passo
    divora il mio universo.

    Niente è più grande
    di queste piccole cose
    spostate dal vento
    in mezzo alla tempesta.

    Ho racchiuso ogni singolo attimo
    in quei ricordi di ieri
    come se fosse l'ultimo
    momento in cui c'eri tu.

    Tutto cambia fuori
    mentre io muoio dentro
    se continuo a restare
    al centro di questo uragano d'emozioni.

    E dentro quel riflesso di luce
    che scappa dalle lacrime
    e spegne quella scintilla
    che ha creato l'amore.

    Ormai arrenderti a tutto
    è la soluzione migliore,
    attraversa il dolore
    ma soltanto un passo per andare oltre.

     



    Ti aspetto ancora | 7 Commenti | Crea un nuovo Account

    I seguenti commenti sono proprieta' di chi li ha inviati. Club Poeti non e' responsabile dei contenuti degli stessi.
    Ti aspetto ancora
    Contributo di: Carmen on Wednesday, 19 June 2019 @ 22:10
    Dall'incipit mi sembrava un componimento
    con un minimo di originalità. Invece, si è
    rivelato una fiumana di parole con
    concetti reiterati tramite parole diverse
    ma nulla di nuovo.

    Ciao



    ---
    Non c'è amore del vivere senza disperazione del vivere. Albert Camus

    [ ]

    Ti aspetto ancora
    Contributo di: LoSpettro on Thursday, 20 June 2019 @ 07:41
    Alcune espressioni di questa poesia sono di una banalità disarmante e gettano il componimento in una distesa di perplessità sulla bontà del poetare dell'autore. "Tutto mi sembra uguale a ieri anche se oggi è diverso, un giorno nuovo [..]", "Niente è più grandi di queste piccole cose[..]", "Tutto cambia fuori mentre io muoio dentro[..]". Carichiamo di caxxosità (come m'hanno rimproverato ultimamente) il mio commento. La poesia è orrenda. Da rivedere e modificare tutti quei lemmi che spesso si colgono sui muri cittadini o su qualche panchina desolata.

    [ ]

    Ti aspetto ancora
    Contributo di: Riflessi on Thursday, 20 June 2019 @ 08:41
    .

    Questo è pugno di parole
    avvolto dalla cenere
    cerco un senso di piccole cose
    in quei ricordi di ieri
    al centro di questo uragano d'emozioni
    per andare oltre.
    E' tempo di dimenticare

    .

    [ ]

    Ti aspetto ancora
    Contributo di: Armida Bottini on Thursday, 20 June 2019 @ 10:46
    Vai oltre! Ciao. --- Midri

    [ ]

    Ti aspetto ancora
    Contributo di: guido ja on Saturday, 22 June 2019 @ 11:03
    ... troppe parole inutili.
    la versione stilizzata da Riflessi è accettabile.


    ---
    Un uomo pieno di sé è sempre vuoto.
    C. Régismanset

    [ ]

    Ti aspetto ancora
    Contributo di: joshua on Monday, 24 June 2019 @ 02:16
    Questo è pugno di parole
    dove basta chiudere gli occhi
    e sentirle passare.
    Sembrano uguali a ieri
    anche se diverse
    da un giorno nuovo
    e coperte. La cenere
    sono io. E niente è più grande
    delle inezie
    spostate da venti e tempeste
    all'ultimo ieri in cui c'eri.

    Dai, Magistra, spiegaglielo cos’è la concinnitas all’autore (o autrice) di questo (pre) testo, neanche troppo diverso da troppi altri (e bassi) che qui vengono discaricati e dove è proprio l’incapacità a trovare un baricentro minimo che sorregga un decorso (discorso), sia pure minimalmente, poeticamente dignitoso (o perfino consapevolmente – e dunque incolpevolmente - indecorato), a latitare.
    j

    [ ]

    Ti aspetto ancora
    Contributo di: cordaccia on Wednesday, 26 June 2019 @ 12:14
    Di come si viva in una telenovela.
    La Poesia,per fortuna,progredisce.
    ciao:)

    [ ]

    Opzioni  
  • Invia il Contributo a un amico
  • Contributo in Formato Stampa

  •  Copyright © 1999-2019 ..::Il Club dei Poeti::..
     Associazione Culturale Il Club degli autori Partita Iva e Codice Fiscale 11888170153
    Tutti i marchi e copyrights su questa pagina appartengono ai rispettivi proprietari.