club.it
clubpoeti.it
club.it
 Benvenuto su ..::Il Club dei Poeti::.. Thursday, 17 October 2019 @ 13:17 
Invia il tuo racconto | Invia la tua poesia | Faq | Contatti
Argomenti  
Home
Poesie (2685/0)
Racconti (1020/0)
Saggi (15/1)

Eventi  
Eventi nel sito

Friday 11-Jan -
Saturday 30-Nov
  • Premio Il Club degli autori 2019-2020 Trofeo Umberto Montefameglio

  • Sunday 20-Jan -
    Monday 30-Dec
  • Premio Jacques Prèvert 2020
  • Ultime novità  
    CONTRIBUTI
    Nessun nuovo contributo

    COMMENTI
    nelle ultime 48 ore

  • La rivoluzione [+2]
  • Josh 3 [+2]
  • Lu mègghiu tempu [+2]
  • S. Vito Chietino
  •                  ... [+3]
  • Memoria migrante
  • Sotto il cielo de... [+2]
  • A mia madre
  • Buio incombente
  • La scelta
  • Estate (?) [+2]
  • Di foglie sparse [+2]
  • Youth
  • 1972 prove di div...
  • Batticuore

  • LINKS
    nelle ultime 2 settimane

    Nessun nuovo link


     Maledetta Panta Rei   
     Thursday, 13 June 2019 @ 09:45
     Leggi il profilo di: adri
     Visualizzazioni: 319

    Poesie

    Mi crogiolo
    nel calore dei ricordi
    Ogni respiro mi riporta
    vivida
    un' emozione alla gola,
    e carica l 'attesa di aspettativa

    Tu
    altro da me
    e così vicino
    conto i passi
    che ci separano
    temo e anelo l'attimo
    in cui mi tufferó
    nei tuoi occhi,
    la paura di non riconoscerli
    detta l'attesa.

    Ma sento
    sento di nuovo la vita ribollire.
    sotto la cenere dei ricordi

    I pensieri sconfinano
    in sogni irrealizzabili
    Il desiderio
    spalanca ogni porta

    Annichilita
    la razionalità tace,
    impotente spettatrice
    della tempesta

    Oggi nessuna cellula é la stessa.
    Da dove scaturisce
    questa forza d'attrazione
    prepotente
    che non fa dormire,
    che non lascia spazio alla volontà
    annulla razionalità
    e impone l'incoscienza?

    Ora sono qui ..
    appesa ai tuoi occhi
    senza risposte,
    tra bisogno di urlare
    e voglia di silenzi sconfinati


    Ma poi sento
    sento l'intensità dei pensieri
    sento la forza del desiderio
    voglio solo arrendermi
    a quel intensità
    voglio abbandonarmi
    a quel desiderio
    e annullarmi

    facendo finta
    che non sia l'illusione....
    la linfa della vita

    Dicono che i sogni
    se ci credi
    con la giusta intensità
    si realizzano,

    E allora credici
    Oppure dimenticami...



     



    Maledetta Panta Rei | 10 Commenti | Crea un nuovo Account

    I seguenti commenti sono proprieta' di chi li ha inviati. Club Poeti non e' responsabile dei contenuti degli stessi.
    Maledetta Panta Rei
    Contributo di: zio-silen on Thursday, 13 June 2019 @ 11:35
    Grande rispetto per i sentimenti autorali ma, dopo aver letto con attenzione
    questo componimento di chiara impronta manieristica, mi è venuto naturale
    abbandonarmi a tre versi empatici:

    "Ora sono qui ..

    tra bisogno di urlare
    e voglia di silenzi sconfinati"


    Un saluto

    ---
    zio-silen

    [ ]

    Maledetta Panta Rei
    Contributo di: Elysa on Thursday, 13 June 2019 @ 11:46
    sentimenti vivi e profondi in questa tua, ma la trovo
    troppo lunga e si perde un po' in forza espressiva, ci sono
    piccoli refusi come : quel intensità...sarebbe
    quell'intensità, io poterei molte parti per farla divenire
    più incisiva. Alla prossima con interesse.

    ---
    Elysa

    [ ]

    Maledetta Panta Rei
    Contributo di: Empatia on Thursday, 13 June 2019 @ 15:16
    Sono d'accordo con Elysa la potenza si perde un po'
    nella lunghezza, però bella.
    Empatia

    [ ]

    Maledetta Panta Rei
    Contributo di: dario moletti on Thursday, 13 June 2019 @ 16:38
    bellissima

    [ ]

    Maledetta Panta Rei
    Contributo di: Carmen on Thursday, 13 June 2019 @ 17:00
    "a quel intensità"

    Hai scordato che si scrive
    quell'intensità?

    E poi perché maledetta e non maledetto
    panta rei?
    Lo intenderei di genere maschile, essendo
    uno dei principi filosofici-esistenziali
    che ci hanno tramandato i pensatori del
    passato, in questo caso Eraclito.

    Mi ritrovo nel commento dello Zio, ma
    aggiungo che c'è troppa inutile prolissità
    per enunciare gli stessi pensieri.
    Il troppo storpia.
    Qualche strofa mi è piaciuta, ma nel
    complesso la trovo retorica, senza guizzo
    originale, un po' banale.




    ---
    Non c'è amore del vivere senza disperazione del vivere. Albert Camus

    [ ]

    Maledetta Panta Rei
    Contributo di: Riflessi on Sunday, 16 June 2019 @ 09:25
    "Dicono che i sogni
    se ci credi
    con la giusta intensità
    si realizzano"

    banale ma ineccepibile. L'attenuante è quella di essere un inguaribile sognatore. Stelle. Ciao

    ************

    "...fino all'ultimo respiro."
    stilettata invernale
    attende giusta sutura
    per riappropriarsi
    del proprio nome

    [ ]

    Maledetta Panta Rei
    Contributo di: Armida Bottini on Sunday, 16 June 2019 @ 10:25
    sono d'accordo con te, i sogni spesso si realizzano, comunque l'attesa emoziona più dello stesso incontro., l'ho provato sulla mia pelle. Ciao. --- Midri

    [ ]

    Maledetta Panta Rei
    Contributo di: tendre on Sunday, 16 June 2019 @ 13:52

    Tu
    altro da me
    e così vicino
    conto i passi
    che ci separano

    Mi è piaciuta questa strofa




    ---
    tendre

    [ ]

    Maledetta Panta Rei
    Contributo di: telemaco on Monday, 17 June 2019 @ 21:00
    Mantenendo le cose essenziali con una buona potatura del 50% scegliendo e scegliendo parola per parola, potrebbe uscire qualcosa di buono.

    ---
    telemaco

    [ ]

    Maledetta Panta Rei
    Contributo di: LoSpettro on Wednesday, 19 June 2019 @ 07:38
    Linguaggio parlato quotidiano con qualche pennellata poetica, destrutturazione dell'io a favore di un nulla o di un poco contraccambiato. Assolutamente niente di nuovo. C''è l'esagerazione di promuovere con questi versi una vitalità ansiosa: il componimento ne trae vigore ma perde valore. Vi è un troppo, troppo, troppo insistere su un voler a tutti costi far capire uno straniamento del proprio vivere, bastava saper conoscere l'arte dell'incisione e penetrare il solco dell'anima. E soprattutto farla breve. L'attenzione del lettore è indirizzata altrove. Ad uscire da questi versi. Spesso si usa definire alcune atteggiamenti capricciosi e persistenti con un termine: "lagna". La forma, l'esagerato sproloquio della tua poesia, purtroppo, assume questo termine.

    [ ]

    Opzioni  
  • Invia il Contributo a un amico
  • Contributo in Formato Stampa

  •  Copyright © 1999-2019 ..::Il Club dei Poeti::..
     Associazione Culturale Il Club degli autori Partita Iva e Codice Fiscale 11888170153
    Tutti i marchi e copyrights su questa pagina appartengono ai rispettivi proprietari.