club.it
clubpoeti.it
club.it
 Benvenuto su ..::Il Club dei Poeti::.. Monday, 24 June 2019 @ 20:08 
Invia il tuo racconto | Invia la tua poesia | Faq | Contatti
Argomenti  
Home
Poesie (2680/0)
Racconti (1021/0)
Saggi (15/0)

Eventi  
Eventi nel sito

Sunday 06-Jan -
Sunday 30-Jun
  • Premio Letterario Nazionale «Versi e parole in Lomellina» 2019

  • Monday 07-Jan -
    Sunday 30-Jun
  • XXIV Edizione Premio di Poesia Poeti dell'Adda 2019

  • Thursday 10-Jan -
    Monday 30-Sep
  • Premio Letterario Città di Melegnano 2018

  • Friday 11-Jan -
    Saturday 30-Nov
  • Premio Il Club degli autori 2019-2020 Trofeo Umberto Montefameglio

  • Sunday 20-Jan -
    Monday 30-Dec
  • Premio Jacques Prèvert 2020
  • Ultime novità  
    CONTRIBUTI
    1 Contributo nelle ultime 24 ore

    COMMENTI
    nelle ultime 48 ore

  • equazione indeter...
  • Ti aspetto ancora

  • LINKS
    nelle ultime 2 settimane

    Nessun nuovo link


     Specchi - Occhi smarriti   
     Thursday, 23 May 2019 @ 15:45
     Leggi il profilo di: Guevara
     Visualizzazioni: 321

    Poesie

    Specchi
    ________________________
    Scavo tra le parole,
    in quella miniera esaurita
    cerco versi nuovi,
    formule,
    spiegazioni
    ed origine alle oppressioni.
    Sollevo quel marmo
    che comprime il respiro
    sin dalla notte dei tempi.
    Sogno qualcosa di nuovo,
    di diverso dal sempre,
    qualcosa che mi renda dissimile,
    raro.
    E mentre il tempo rabbuia
    mi scopro qui da solo,
    in auto,
    ad osservare incuriosito
    quel passante,
    che sotto la pioggia
    parlotta tra se e se, come me,
    come tanti specchi.
    Intanto tra nuvole scure
    gabbiani stanchi tornano a casa
    ...ed è ancora malinconia.

    Occhi smarriti
    ---------------------

    Adoravo quegli occhi smarriti,
    quello sguardo perso nel vento
    che non s’arrendeva al tempo.

    Amavo la sua lacrima
    prigioniera delle ciglia,
    perla in una dura valva .

    Veneravo quello specchio lesionato
    dove pettinavo ogni mattina,
    la mia immagine distorta.

     



    Specchi - Occhi smarriti | 15 Commenti | Crea un nuovo Account

    I seguenti commenti sono proprieta' di chi li ha inviati. Club Poeti non e' responsabile dei contenuti degli stessi.
    Specchi - Occhi smarriti
    Contributo di: Empatia on Thursday, 23 May 2019 @ 16:10
    Mi piacciono entrambe. Complimenti. Empatia

    [ ]

    Specchi - Occhi smarriti
    Contributo di: dario moletti on Thursday, 23 May 2019 @ 17:27
    il passante che parlotta è la chiave necessaria per me

    [ ]

    Specchi - Occhi smarriti
    Contributo di: A.Sal.One on Friday, 24 May 2019 @ 00:33

    "E mentre il tempo rabbuia
    mi scopro qui da solo,
    in auto,
    ad osservare incuriosito
    quel passante,
    che sotto la pioggia
    parlotta tra se e se, come me,
    come tanti specchi."

    Questa e` la parte che trovo piu`
    bella per

    Specchi - Occhi smarriti

    invece sale di valenza proprio
    all'ultima terzina:

    "Veneravo quello specchio lesionato
    dove pettinavo ogni mattina,
    la mia immagine distorta."

    Per ambedue il resto ridonda ed e`
    poco originale dal punto di vista
    poetico.

    (e` solo un parere: il mio)

    ---
    Fai poesia e non fare
    mai l'importanza della
    poesia.

    [ ]

    Specchi - Occhi smarriti
    Contributo di: franca canapini on Friday, 24 May 2019 @ 02:01
    "E mentre il tempo rabbuia
    mi scopro qui da solo,
    in auto,
    ad osservare incuriosito
    quel passante,
    che sotto la pioggia
    parlotta tra se e se, come me,
    come tanti specchi."

    "Veneravo quello specchio lesionato
    dove pettinavo ogni mattina,
    la mia immagine distorta."

    Ribadisco quell che ha già detto Sal.
    Ciao
    Franca



    [ ]

    Specchi - Occhi smarriti
    Contributo di: zio-silen on Friday, 24 May 2019 @ 07:57
    Un ringraziamento - in amicizia - a Sal (o a tutti i santi? ;-)) -
    di cui condivido (e condividevo quasi sempre) la disamina,
    per essere tornato (durerà?) al commento canonico
    dopo la parentesi ludica.

    Al componimento in lettura accendo "mezza stella",
    con un pensiero nostalgico alle trovate del giovane,
    simpatico esegeta, titolare del copyright, purtroppo
    sparito da questi schermi.


    Un saluto





    ---
    zio-silen

    [ ]

    Specchi - Occhi smarriti
    Contributo di: trimacassi on Friday, 24 May 2019 @ 08:19
    Il sogno dell'uomo di potersi distinguere tra una folla di
    umani, per poi accorgersi che, tirate le somme, siamo tutti
    uguali( o quasi),
    Due facce di una stessa medaglia
    Un saluto

    ---
    trimacassi



    [ ]

    Specchi - Occhi smarriti
    Contributo di: nino vicidomini on Friday, 24 May 2019 @ 09:20




    Veneravo quello specchio lesionato
    dove pettinavo ogni mattina,
    la mia immagine distorta.
    _______________________________________nivi


    ---
    nino vicidomini

    [ ]

    Specchi - Occhi smarriti
    Contributo di: Carmen on Friday, 24 May 2019 @ 17:38
    No. No. No.

    ---
    Non c'è amore del vivere senza disperazione del vivere. Albert Camus

    [ ]

    Specchi - Occhi smarriti
    Contributo di: Lorens on Saturday, 25 May 2019 @ 17:02
    ..."Specchi"...
    Una lirica che viaggia in strada raccogliendo descrizioni ed
    osservando allo specchio il proprio "io" nel raccogliere
    malinconia quasi nell'impotenza a non poter cambiare le
    cose.
    Direi una buona poesia che si apprezza nei versi per la
    volontà del protagonista a non celare i propri dubbi
    esistenziali.

    ..."Occhi smarriti"...
    Qui la poetica s'infrange con la propria immagine distorta
    per uno specchio che lamenta la mancanza di una figura
    importante non più presente (forse il riferimento alla
    propria giovinezza), come un rimpianto nostalgico di un
    tempo che non tornerà più.
    Bene così ...

    ciao
    Lorens

    ---
    Lorens

    [ ]

    Specchi - Occhi smarriti
    Contributo di: Armida Bottini on Saturday, 25 May 2019 @ 17:47
    Molto bene. Ciao.

    ---
    Midri

    [ ]

    Specchi - Occhi smarriti
    Contributo di: cordaccia on Saturday, 25 May 2019 @ 21:19
    Doppia proposta, come se sentissimo il bisogno di queste poesiole finte, finto- malinconiche, con la splendida partecipazione di gabbiani e specchi. Noiose, dai ,_______ ciao:)

    [ ]

    Specchi - Occhi smarriti
    Contributo di: LoSpettro on Sunday, 26 May 2019 @ 03:07
    Mediocrità mi vien da pensare. E non me l’aspettavo leggendo un “[..] ma quello che non concepisco proprio è questa incessante ricerca del distacco dai canoni tradizionali della poesia (vedi Percorso Benessere di Cordaccia). D’accordo ma anche approdare ad un non osare poetico e il munirsi di ovvietà che si cercano di invalidare – e quindi abbellire - non è che sia proprio il massimo.

    Molti versi hanno rigoglio: crescono, lussureggiano ma… non danno frutto. ‘Scavo tra le parole, in quella miniera esaurita cerco versi nuovi’ qui si cerca di distinguere un incipit ma si crea un bug – che vai oltre a fare se tutto è oramai detto –. In‘ Sollevo quel marmo che comprime il respiro ’ l’immagine significante è ovviamente una tomba, ma il marmo che può coprire la fossa mi è difficile afferrarne anche la sua compressione. La tomba, o più grossolanamente il corpo semmai è coperto, chiuso, la forte pressione non è data da una forza che frena e reprime. Il marmo ha peso, spessore, ed altre fisicità ma non un azione continua ad un’altra. Poi se vogliamo fare il fisico metodico ed inglobare sempre e tutto, va bene ma proprio infilato su. Mi sbaglio forse, interpreto unidirezionalmente e non dovrei? In ‘ad osservare incuriosito quel passante, che sotto la pioggia parlotta tra se e se, come me, come tanti specchi.’ è una similitudine che vuole creare una tensione, un’immagine ma non capisco, non s’ha da fare: passante che parla- come me-come tanti specchi è una similitudine monca. E quel piovuto ‘omissis’ introdotto con puntini e con la solita espressione tronca e al tempo stesso continua che oramai, stra-diffusa dalle Instapoets è abusata a dismisura?

    In Occhi smarriti va meglio, decisamente. La sorpresa dell’ultima terzina è un’abile trovata che officia al lettore il lieto compito di capire il narciso nascosto. Ma la prima poesia proprio…

    [ ]

    Specchi - Occhi smarriti
    Contributo di: Guevara on Sunday, 26 May 2019 @ 10:16
    Signor Cornacchia ,non credo lei sia un veggente per poter asserire che sono “finte ,finto-malinconie” . Questi due testi sono stati scritti circa 10 anni fa, nel momento più duro della mia vita ,la separazione .Certo, lei può criticare , non piacerle ,ma questo non le dà il diritto di schernire e a me dà il dovere di difendere la mia dignità da persone arroganti e presuntuose come lei… certo che in questo sito c’è sensibilità da vendere !!!

    [ ]

    Specchi - Occhi smarriti
    Contributo di: indio on Monday, 27 May 2019 @ 10:51
    piaciute.
    ci sono ottimi spunti poetici in entrambe... come ha sottolineato più di qualcuno che mi ha preceduto ...
    piccoli aggiustamenti non guasterebbero e tra questi rivedrei - togliendo - alcune virgole.


    ---
    mitakuye oyasin

    indio

    [ ]

    Specchi - Occhi smarriti
    Contributo di: natacarla on Monday, 27 May 2019 @ 23:10
    Heilà. Eccomi a commentare i tuoi contributi.
    SPECCHIO : E' ben espresso il tuo smarrimento e il
    desiderio di essere di nuovo importante. Tuttavia
    semplificherei questo passaggio:
    "Sogno qualcosa di nuovo,/di diverso dal sempre,/
    qualcosa che mi renda dissimile"
    perché hai già espresso che vorresti essere diverso, e
    ripeterlo con dissimile è ridondante. Prezioso invece
    quel "raro"...
    Posso suggerire un "vorrei essere diverso dal
    sempre,/vorrei qualcosa che mi renda raro" (ma è solo un
    esempio). Chiuderei la poesia a "casa". La malinconia è
    già espressa.
    Sai come la penso: l'autore sei tu e sei libero di
    scrivere come pensi sia il modo migliore di esprimere la
    tua emozione. Non lasciarti contagiare da nessuno,
    tantomeno da me.

    OCCHI SMARRITI : Sicuramente non la interpreto
    correttamente, se ti dico che ci vedo una madre anziana e
    ormai perduta e qui non cambierei nulla.

    Alla prossima.


    ---
    La poesia ha una struttura inamovibile, costruita in modo che nessun elemento possa essere spostato o modificato senza rischiare di alterare il messaggio.

    [ ]

    Opzioni  
  • Invia il Contributo a un amico
  • Contributo in Formato Stampa

  •  Copyright © 1999-2019 ..::Il Club dei Poeti::..
     Associazione Culturale Il Club degli autori Partita Iva e Codice Fiscale 11888170153
    Tutti i marchi e copyrights su questa pagina appartengono ai rispettivi proprietari.