club.it
clubpoeti.it
club.it
 Benvenuto su ..::Il Club dei Poeti::.. Friday, 24 May 2019 @ 10:07 
Invia il tuo racconto | Invia la tua poesia | Faq | Contatti
Argomenti  
Home
Poesie (2678/0)
Racconti (1022/0)
Saggi (15/0)

Eventi  
Eventi nel sito

Saturday 05-Jan -
Monday 10-Jun
  • Concorso Internazionale di poesia Città di Montegrotto Terme 2019

  • Sunday 06-Jan -
    Thursday 30-May
  • Premio Ebook in…versi 2019

  • Sunday 06-Jan -
    Sunday 30-Jun
  • Premio Letterario Nazionale «Versi e parole in Lomellina» 2019

  • Monday 07-Jan -
    Sunday 30-Jun
  • XXIII Edizione Premio di Poesia Poeti dell'Adda 2018

  • Thursday 10-Jan -
    Monday 30-Sep
  • Premio Letterario Città di Melegnano 2018
  • Ultime novità  
    CONTRIBUTI
    4 Contributi nelle ultime 24 ore

    COMMENTI
    nelle ultime 48 ore

  • Aurora e Luisina [+2]
  • C'era una volta u... [+5]
  • Specchi - Occhi s... [+7]
  • Fra le ombre obli... [+2]
  • Kairos [+5]
  • Evoluzione [+3]
  • Vespasiano [+2]
  • Lasciasti sfiorir... [+3]
  • paese [+3]
  • Uomini di facili ... [+7]
  • La vita, come in ... [+7]
  • I tori di Arles [+2]
  • ciliegia blu [+2]
  • Delitto sull'auto... [+2]
  • Dopo l'amore [+2]

  • LINKS
    nelle ultime 2 settimane

    Nessun nuovo link


     Evoluzione   
     Wednesday, 15 May 2019 @ 10:00
     Leggi il profilo di: jane
     Visualizzazioni: 364

    Poesie

    Dall’ampolla trasparente al mondo
    un graffio
    per trovare la nuova dimensione
    lo spazio più ampio

    ma la paura detiene il
    recluso ancora inadeguato
    deve essere contenuto
    al braccio della madre
    che lo ha generato
    la sua prigione,
    malgrado sia innocente
    e dipendente

    la consolazione una
    benemerita
    fatica,
    suggere il denso latte
    per riempire il vuoto

    questo il senso della vita

    e poi ancora catene
    per compiere un giro
    sempre più ampio e complicato
    il girone culturale incontrastato

    la chiamiamo evoluzione
    questa specie di vita
    ma non sarà mai
    un'opera del tutto compiuta.

    Sappiamo immaginare un'altra
    creatività?

     



    Evoluzione | 13 Commenti | Crea un nuovo Account

    I seguenti commenti sono proprieta' di chi li ha inviati. Club Poeti non e' responsabile dei contenuti degli stessi.
    Evoluzione
    Contributo di: zio-silen on Wednesday, 15 May 2019 @ 13:41
    La struttura aperta non lesina chicche fonosimboliche con le simiglianze di suono basate sulla consonante "m" (ampolla-mondo-dimensione-ampio) che addobbano la prima stanza. Assonanze, consonanze e rime perfette abbelliscono la seconda strofa (recluso-contenuto, inadeguato-generato, innocente-dipendente). Un accostamento ossimorico nella terza strofe (denso-vuoto). E così via impreziosendo.

    Lascio ad altri l'interpretazione del testo in quanto, lungi dallo scavare (o scovare) il sentiment autorale, finirei per raccontare me stesso.

    Stelle e un saluto

    ---
    zio-silen

    [ ]

    Evoluzione
    Contributo di: Lorens on Wednesday, 15 May 2019 @ 15:11
    ..."Evoluzione"... si fotografa una nuova esistenza come
    dire "dalla placenta alla luce" ed oltre per un nuovo
    destino nell'arcano evolversi del tempo in vita.

    Direi una poesia apprezzabile per il tema trattato oltre
    alla singolare enfasi prodotta nel gioco di una "evoluzione"
    che resta nel mistero antico nel non poter definire se
    "c'era prima l'uovo o la gallina" laddove l'umanità creata
    non potrà mai dare risposte definitive.

    Forse la nostra immaginazione si ferma qui e non rimangono
    che spiccioli di fede per i credenti ed infinite speranze
    per gli altri, d'altronde è proibitivo pensare che possa
    esserci qualcosa di creato meglio dell'infinito stellare.

    ciao
    Lorens







    ---
    Lorens

    [ ]

    Evoluzione
    Contributo di: Francob on Wednesday, 15 May 2019 @ 17:57
    Immaginarla può essere. Ma solo immaginarla, perché altro non c'è. Brava
    Jane. Come ogni tua poesia anche questa fa meditare. *****

    [ ]

    Evoluzione
    Contributo di: Carmen on Wednesday, 15 May 2019 @ 21:06
    Troppo involuta e costruita.
    No.

    ---
    Non c'è amore del vivere senza disperazione del vivere. Albert Camus

    [ ]

    Evoluzione
    Contributo di: Riflessi on Wednesday, 15 May 2019 @ 22:11
    L'evoluzione come omaggio alla diversità e all'uguaglianza che riescono a convivere da milioni di anni e ancora oggi non ne raccogliamo la meraviglia. Ci vedo addirittura un messaggio di pace, ma io non faccio testo, mi dicono, e quasi ci credo, che a tratti ho una indomabile fantasia. Stelle

    [ ]

    Evoluzione
    Contributo di: LoSpettro on Thursday, 16 May 2019 @ 02:40
    Al tuo interrogativo potrei fare un lungo discorso che parte da quell’errata concezione di “evoluzione” da me intrapreso e messo sotto forma di un saggio mai pubblicato. Potrei, l’invito è lussurioso. Ci provo.

    Tutto nasce grazie al Musée d'Orsay a Parigi e relativamente a due opere in esso esposte di Henri Fantin-Latour: in una prima, un ritratto ad olio rappresentava i maggiori letterati e artisti in forza a Parigi, tra cui James Whistler, Edouard Manet, e ovviamente Baudelaire, seduto a destra con il volto contratto. Anno 1864. Nella seconda opera, sempre Fantin-Latour propone “Gruppo di poeti riuniti attorno ad un tavolo”. Qui si rappresenta quei letterati che diedero più che altro vita alla rivista "Il Rinascimento letterario e artistico" includendo misteriosamente anche chi, della rivista non c'entrava affatto: Verlaine e Rimbaud.

    Affascinato col pensiero viaggio nell’immaginario di un ritratto di un gruppo di poeti deontologicamente in subbuglio (foto più che pittura ad olio) rappresentati con un identico obiettivo: riunire una formazione artistica accomunata da forti e affini ideali e sottintendere interpretazioni multiple. Quindi m’immagino e scrivo (come dicevo il tutto prende forma di un saggio) di poeti austeri, con i migliori vestiti e una rimarchevole espressione facciale, con le mani su un tablet o con l’immancabile smarthphone al seguito. Immagino una scena molto simile ad un banchetto, ad una riunione, con alcuni elementi presentati come caratteristici del momento ed altri, invece, richiamanti secoli addietro, ma molto smarcanti e riconoscibili. Immagino un cesto di frutta, un flûte, del vino rosso accanto ad un bicchiere di laudano semicoperto da una bottiglia recante la scritta Absolute. Immagino qualcuno presente sfogliare un libro, un altro sfoggiare la più sfacciata opulenza, mostrando ori e cronografi al polso, immagino una tracolla Gucci sulla spalla di una donna, i colori sgargianti indossati da uomo, il pallore di un volto che par ammalato di tisi. Immagino un angolo di tavola bandita con dei fiori in primo piano, attorniati però da sigarette, flebo, carta igienica e altri oggetti inutili a formare una sorta di ritratto d'un ritratto, kitsch ed ironico, a riflettere la caducità delle cose ma anche un legame con una natura indissolubile quanto nefasta. Immagino un teschio seminascosto, perfetto per una recita dell'Amleto di Shakespeare o addirittura un avvoltoio appollaiato dietro alle spalle di tutti, quasi ad aspettare interessato il marciume di una decomposizione che non tarderà ad arrivare.

    Ecco l’avanguardia moderna, recitare una farsa: la stoltezza e l'inutilità del presente, accettata e vissuta, ma modellata a far trasparire una bellezza avvolgente e ammaliante, ritratto di una decadenza galante, mondana e richiamo d'una vita che è esattamente un ritorno a quel che fu in quella Parigi di metà/fine ottocento, il periodo e la culla di poeti, pittori, letterati, donne bellissime.

    Ecco e qui mi collego al tuo interrogativo, poeti che interpretano il concetto di “evoluzione”. Il discorso è lunghissimo. Ho fatto solo un preambolo. Sintetizzo ulteriormente.

    In sostanza al concetto di " evoluzione ", applichiamo una errata concezione. Consideriamo il termine come sinonimo di sviluppo, reso in auge con Charles Darwin e la sua teoria, appunto denominata, teoria dell'evoluzione ( ma in verità dovrebbe essere definita con un termine più tecnico: teoria della trasmutazione della specie). Alla parola che è data una accezione di direzionalità al meglio, in verità non implica che degli animali evolvano col tempo conservandosi o migliorandosi. L'evoluzione può andare avanti, come può andare indietro. Sulla Terra, i batteri, sono rimasti più o meno come erano tre miliardi di anni fa. Altri animali, sono divenuti parassiti, quando tre miliardi di anni fa non lo erano. L’evoluzione dell’uomo, interrogati Jane, che direzione sta prendendo? Sconcertante, vero? Mi fermo qui…quando avrò la voglia di continuare e terminare, manderò tutto in pubblicazione. Vi farò sapere (rido). Intanto mi piace pensare che il vostro (son nuovo, uso un voi, non ho ancora partecipato) banchetto (mi par di aver capito in luoghi come Roma, Verona, etc.) possa aver avuto, oltre che carta igienica, flebo, posaceneri di marmo sul tavolo anche avvoltoi dietro le spalle. Saluti!!! Brava Jane, la poesia è bellissima e ahimè mi ha trasbordato il cervello in altri luoghi e momenti.

    [ ]

    Evoluzione
    Contributo di: frame on Thursday, 16 May 2019 @ 11:08
    Poesia troppo evoluta per una mente involuta come la mia.
    Dovrei usare l’immaginazione per riuscire a dire qualcosa
    d’intelligente, ma a quest’ora del mattino sono gli
    involtini di mia moglie che mi impediscono di formulare
    ipotesi concrete su come il mondo evolverà. Però io sono
    volutamente ottimista e grande sostenitore della dottrina
    del chi vivrà vedrà, anche del sarà quel che sarà e se non
    si rasserena si rasserenerà. Con tutto il rispetto Jane,
    ma questa volta passo, però approfitto per mandarti un
    saluto.
    Ciao ciao


    ---
    Frame

    [ ]

    Evoluzione
    Contributo di: trimacassi on Thursday, 16 May 2019 @ 11:55
    Ci si può anche mettere a immaginare, ma quello che conta è
    la vita reale, e la vita è fatta di tanti giri, che si
    compiono uno alla volta, 'ma non sarà mai un'opera del tutto
    compiuta'. Un testo apprezzabile.

    ---
    trimacassi



    [ ]

    Evoluzione
    Contributo di: Alessio Peracchi on Thursday, 16 May 2019 @ 23:14
    La vita come un processo (evoluzione) tutto sommato scontato che fra timori e defaillances conduce ad un risultato di sostanziale incompiutezza.
    Le linee generali del messaggio mi sembrano abbastanza chiare, ma l'opera è punteggiata di concetti e riferimenti meno ovvii (ad es., cos'è il "il girone culturale incontrastato", forse la scuola?) che spingono a rileggerla più volte.

    Btrava, in effetti, il primo obiettivo delle poesie è proprio questo, farsi rileggere...

    [ ]

    Evoluzione
    Contributo di: frank69 on Tuesday, 21 May 2019 @ 08:13


    Troppo ampia la concatenazione logica di questo senso o nonsenso della vita.
    Per cui, come annota lo zio, si può solo esternare o meno solo le proprie sensazioni
    per il “non potere immaginare una relativa creatività immaginata”.
    FORSE la terza strofa si avvicina di più all’amarezza che questa evoluzione si trascina dietro,
    Molto interessante comunque a mio parere

    [ ]

    Evoluzione
    Contributo di: indio on Thursday, 23 May 2019 @ 15:04
    ...i Trilobiti subirono una involuzione - crisi biologica - che li porto alla scomparsa ...e parliamo del Cambriano!!!

    no io non riesco, al momento, ad immaginarla...

    bella la tua poesia.
    argomento di estremo interesse e di non facile "lettura".

    ---
    mitakuye oyasin

    indio

    [ ]

    Evoluzione
    Contributo di: nino vicidomini on Thursday, 23 May 2019 @ 17:46


    Io l'ho letta con interesse_______________nivi

    ---
    nino vicidomini

    [ ]

    Evoluzione
    Contributo di: franca canapini on Friday, 24 May 2019 @ 02:28
    Parli dei condizionamenti biologici e culturali? Altra creatività? Altro modo di
    creare? Che cosa? La vita o le opere?
    Per me la libertà assoluta si sente e s'immagina, ma nell'inverarsi deve essere
    mediata dalla ragione ( cosa che succede anche quando crei una poesia).
    Ho il sospetto di non aver ben compreso l'argomento del tuo testo...
    Ciao
    franca

    [ ]

    Opzioni  
  • Invia il Contributo a un amico
  • Contributo in Formato Stampa

  •  Copyright © 1999-2019 ..::Il Club dei Poeti::..
     Associazione Culturale Il Club degli autori Partita Iva e Codice Fiscale 11888170153
    Tutti i marchi e copyrights su questa pagina appartengono ai rispettivi proprietari.