Io

Thursday, 09 May 2019 @ 12:15

Leggi il profilo di: kokiss

IO

Sono vissuto in un periodo molto particolare, sotto un regime fascista prima, e una repubblica governata dal clero, poi. Povero sono nato e discretamente ho vissuto.
I fatti dimostreranno che non ho avuta vita facile, ma ho vissuto degnamente e onestamente rispettando le persone, gli animali e la Natura.
La vista d’una farfalla che si avvicinava coi suoi colori, il canto sereno e melodioso di un usignolo, l’abbaiare forte e sincero di un cane, il sorriso dolce e innocente d’un bambino mi facevano e fanno tuttora dimenticare la “malasorte” e sognare una vita diversa in cui tutto scorre nel migliore dei modi. In mezzo a tanta bellezza dimentico tutto e tutti, anche me stesso e i miei problemi, se non spariti, vengono almeno ridimensionati.
Nulla è più bello che entrare nel regno della Natura ove ogni cosa è armonicamente creata da Colui che con un sol tocco la fece: semplice, ma complessa, con odori, colori, profumi e suoni. La vita delle creature non è forzata, ma dolcemente cullata dal gran mistero che la circonda.
La fede in Dio è stata il motore principale del mio operato. Sorridevo al Mondo quando tutto andava storto, sempre con la battuta pronta (sapevo che la ruota sarebbe girata), e responsabilizzavo Dio, mio unico Padre. Sì, parlavo con Lui e Lui sapeva ancor prima che chiedessi. Chiedevo, supplicavo, pregavo per un consiglio: come risolvere i terribili problemi che mi affliggevano. Problemi che mi hanno accompagnato nel lunghissimo cammino della mia tormentata vita perché la strada è stata molto faticosa, ma la mala sorte non mi ha piegato.
Il mio motto: “ Vincere o perdere, combattere o rassegnarsi ai fatti, non al destino”.
Perché la vita la gestisci e condizioni tu, in base a come ti comporti, come interpreti il tuo futuro e gli obiettivi che ti sei prefissato. Il destino è una scusante dei deboli, il saper vivere anche in mezzo la bufera, rafforza il tuo pensiero e le tue azioni. Mai guardare al passato, magari più felice di oggi, perché il ricordo e la malinconia ti annienterebbero pian piano. Un detto Cinese dice “Preoccupati quando ti va bene e sorridi quando ti va male perché la vita è mutamento continuo e non ipotizzare che vada a senso unico”. Sagge parole che ho sempre messo al primo posto.

Milano Agosto 1988


6 Commenti



http://vetrina.clubpoeti.it/article.php?story=20190508132657938