club.it
clubpoeti.it
club.it
 Benvenuto su ..::Il Club dei Poeti::.. Monday, 19 August 2019 @ 20:11 
Invia il tuo racconto | Invia la tua poesia | Faq | Contatti
Argomenti  
Home
Poesie (2683/5)
Racconti (1021/0)
Saggi (15/0)

Eventi  
Eventi nel sito

Tuesday 08-Jan -
Friday 20-Sep
  • Premio di Poesia Città di Monza 2019

  • Thursday 10-Jan -
    Monday 30-Sep
  • Premio Letterario Città di Melegnano 2019

  • Friday 11-Jan -
    Saturday 30-Nov
  • Premio Il Club degli autori 2019-2020 Trofeo Umberto Montefameglio

  • Sunday 20-Jan -
    Monday 30-Dec
  • Premio Jacques Prèvert 2020
  • Ultime novità  
    CONTRIBUTI
    Nessun nuovo contributo

    COMMENTI
    nelle ultime 48 ore

  • Baci estivi al gh...

  • LINKS
    nelle ultime 2 settimane

    Nessun nuovo link


     Talvolta la montagna   
     Thursday, 21 March 2019 @ 17:15
     Leggi il profilo di: frame
     Visualizzazioni: 653

    Poesie



          TALVOLTA LA MONTAGNA


          Talvolta il mal bianco e la peronospora
          tra calanchi scossi e vigne salmastre
          di soppiatto nell’erba alta mi trova
          mentre combatto e dimentico il cielo.

          Poi, un refolo sinistro mi avverte
          e tra una nuvola e un ramo di ulivo
          la montagna all’improvviso mi appare:
          così vicina e così minacciosa
          che sembra voglia scrollarmi di dosso
          e tutto pare mai solo un Gran Sasso.

          A me che amo ciottoli levigati
          in acque lontane da questo mare,
          a me che un giorno ho messo le radici
          su questa terra che non mi appartiene.




            (frame di gennaio 2019)

     



    Talvolta la montagna | 25 Commenti | Crea un nuovo Account

    I seguenti commenti sono proprieta' di chi li ha inviati. Club Poeti non e' responsabile dei contenuti degli stessi.
    Talvolta la montagna
    Contributo di: trimacassi on Thursday, 21 March 2019 @ 19:08
    Mi piace molto come ti sei saputo districare in questi versi
    con la tua montagna incantata. Bello anche il finale che
    sembra estraniarsi dal resto. I LIKE

    ---
    trimacassi



    [ ]

    Talvolta la montagna
    Contributo di: zio-silen on Thursday, 21 March 2019 @ 20:04
    L'endecasillabo sul rigo armonizza le note sentimentali che, nelle diverse tonalità, formano accordi riuscitissimi. Ma - ricordando Schubert - "non conosco una musica che non sia triste".

    Stelle e un saluto

    ---
    zio-silen

    [ ]

    Talvolta la montagna
    Contributo di: Carmen on Thursday, 21 March 2019 @ 20:08
    Anch'io, come l'amico Fritz qua sopra, trovo che la strofe finale si estranea da tutto il resto. È un componimento che inizia un po' ostico,ma si sviluppa sapientemente a descrivere il paesaggio noto, fatto di asprezze naturali e di cielo, a cui sempre più di rado si solleva lo sguardo. La parte conclusiva è come una dedica a sé stesso, per aver fatto, vissuto, costruito. Poesia bellissima. --- Non c'è amore del vivere senza disperazione del vivere. Albert Camus

    [ ]

    Talvolta la montagna
    Contributo di: Anais on Thursday, 21 March 2019 @ 20:43
    Wow, che bella.

    [ ]

    Talvolta la montagna
    Contributo di: A.Sal.One on Thursday, 21 March 2019 @ 23:00

    Talvolta la montagna

    e` bella

    quanto il mare.

    ---
    In poesia non si esagera.

    [ ]

    Talvolta la montagna
    Contributo di: PattiS. on Friday, 22 March 2019 @ 12:14
    solo a me pare che "orecchieggi" troppo Montale? E non è un complimento, visto
    che è l'autore più saccheggiato di tutto il '900 e i risultati pallidi nel meriggiare...

    [ ]

    Talvolta la montagna
    Contributo di: Lorens on Friday, 22 March 2019 @ 14:29
    ..."Talvolta la montagna" e qui si fa poesia sul serio tra
    una lieve ed improvvisa folata di vento come avvertimento
    per una visione più completa del paesaggio roccioso dopo
    aver verificato i mali della vite, mentre immerso nello
    scenario geomorfologico per le erosioni del terreno causa il
    dilavamento delle acque sul terreno argilloso ...

    Non ti sei fatto mancare nulla in questa lirica fino alla
    chiusa finale che sa di rammarico per la tua terra, il cui
    aspetto non sembra essere più quello originario di una
    volta, come le tue radici che ricordano ciottoli levigati
    lontano dal mare.

    Bellissima, un viaggio nella natura tra pregi e difetti
    senza nascondersi tra enfasi forzate ma semplicemente
    descrivendo i propri sentimenti.

    ciao
    Lorens

    ---
    Lorens

    [ ]

    Talvolta la montagna
    Contributo di: percefal on Friday, 22 March 2019 @ 17:44
    Talvolta la montagna, anzi, spesso rifiuta il "mettere radici", locuzioni verbali senza articolo. Bene il verso finale. --- «La figura del mio caos ha dimensione alcuna, punto.».

    [ ]

    Talvolta la montagna
    Contributo di: tendre on Saturday, 23 March 2019 @ 15:29
    Splendida!!!

    ---
    tendre

    [ ]

    Talvolta la montagna
    Contributo di: joshua on Saturday, 23 March 2019 @ 20:57
    Sembra un soufflé, piuttosto cionco, di uova scadute in salsa vignaiola o montagnola, in generale, o di malasanità plantare in particolare.
    Più dettagliatamente non mi sembra azzeccata, se proprio non la si volesse definire sintatticamente errata, la constructio ad sententiam del predicato al singolare [mi trova] male assestato sui due morbi botanici, che gli fanno da soggetti plurali [mal bianco e peronospora] e che nulla sembrano entrarci col malcapitato che li trova, anzi che ne è traviato, mentre, assai genericamente, e dunque retoricamente, combatte e dimentica un cielo, che non se ne avvede o cale, mi pare, anzi.
    E la montagna d’improvviso appare, come tempesta dopo la tempesta, o brutta copia leopardesca di un quadretto che tutto sembra avere, fuorché l’originale freschezza d’idillio che aveva in Giacomino.
    Segue la solita iterazione (a me/a me), che più che da cogenza poetica, appare dettata dalla fretta di impiattare e servir la portata neppure scolata.
    Mi frigge però una domanda: QUESTO mare, essendo QUESTO aggettivo dimostrativo, che denota vicinanza al soggetto, che vicinanza ha col soggetto che si dice combattivo e dimentico, se CODESTO, come proclama, trovasi in alta montagna, senza che, prima d’ intravvedersi QUELLA distesa acquea, nonché i ciottoli d’ordinanza, sgombrisi la campagna?
    Conclusione: boh! o anche uhum o grunt…

    Cordialmente
    j

    [ ]

    Talvolta la montagna
    Contributo di: Armida Bottini on Monday, 25 March 2019 @ 07:34
    NON TI APPARTIENE, MA ORA SI' CHE E' DIVENTATA TUA, LO SI CAPISCE DA COME NE PARLI, AMICO. MI PIACE COSI' CHIARA, LIMPIDA, DIRETTA. PER 4 VOLTE. CIAO. --- Midri

    [ ]

    Talvolta la montagna
    Contributo di: cordaccia on Monday, 25 March 2019 @ 23:05
    È vero,ci sono molte incongruenze e fa
    capolino un po' di maniera.
    A volte si cerca la solitudine ma ,subito
    dopo,se ne ha paura.
    Avrei spinto in verticale dando maggior
    risalto alla figura montuosa e tralasciando
    l'amarcord dei ciottoli.
    ciao :)

    [ ]

    Talvolta la montagna
    Contributo di: Titta on Tuesday, 26 March 2019 @ 10:12
    Si diventa complici nostro malgrado,a volte. La chiusa emoziona, tanto. --- Titta

    [ ]

    Talvolta la montagna
    Contributo di: Bosio on Wednesday, 27 March 2019 @ 15:01
    Poesia di stampo novecentesco a mio parere , emoziona l'amore
    per la montagna. Solo chi ha vissuto quei vuoti apprezzerà
    quanto scrivi.

    Alla prossima

    Bosio

    "La terra non ha bisogno dell'uomo ma l'uomo ha bisogno della
    terra"

    ---
    Bosio

    [ ]

    Talvolta la montagna
    Contributo di: indio on Thursday, 28 March 2019 @ 14:51
    ...niente male devo dire
    e concordo in pieno con zio
    e, per quanto riguarda quel "trova", concordo con J.
    ...
    per il QUESTO invece sono assolutamente con te!

    ci sono un'infinità di luoghi meravigliosi dove ti trovi da una parte a mirare la bellezza di montagne e altitudini da capogiro che stai scalando e, dalla parte opposta, come fosse a portata di mano, un orizzonte di mare stupendo...

    al di là del fatto che con la fantasia uno è libero, LIBERO, di collocare mare laghi alberi sassi e quello che vuole, là dove più gli garba inventando tutti i paesaggi che desidera. ma non è questo il caso...

    bella poesia, non nel mio stile, ma bella poesia


    ---
    mitakuye oyasin

    indio

    [ ]

    Talvolta la montagna
    Contributo di: Viridis on Thursday, 28 March 2019 @ 20:20
    Talvolta Abruzzo, lasciare il mare per fare un salto
    a Campo Imperatore, dove il Gran Sasso può crollarti
    addosso dietro una curva della strada.
    I tuoi versi profumano di quella terra che non ti appartiene
    (sento persino l'aroma degli arrosticini) e condivido in pieno
    lo sgomento all'apparizione improvvisa di quella cima "così
    vicina e così minacciosa". E' un momento che conosco e che
    hai espresso molto bene. Bello anche il titolo.


    ---
    viridis

    [ ]

    Talvolta la montagna
    Contributo di: Riflessi on Saturday, 30 March 2019 @ 20:03
    evocativa. Si, mi piace

    [ ]

    Talvolta la montagna
    Contributo di: ~*Maurizio*~ on Monday, 01 April 2019 @ 07:10
    Profuma sì, di 900 ma
    rimane comunque
    una gran bella poesia.

    Stelle

    e saluti

    ---
    Qualsiasi cosa che sia un qualcosa di qualcos'altro
    in realtà è niente di niente.

    (Marge Simpson)

    [ ]

    Talvolta la montagna
    Contributo di: Dolcealpe on Tuesday, 02 April 2019 @ 05:08
    Graditissima. La chiusura è notevole.

    Un caro saluto

    Frame... ricordo te e anche la tua poetica :-)

    Tante stelle!!!



    ---
    Dolcealpe

    [ ]

    Talvolta la montagna
    Contributo di: federicosecondo on Wednesday, 03 April 2019 @ 11:00
    Bravo.

    Piaciuta molto, concordo con Dolcealpe e con indio.

    ---
    Niente è più facile dello scrivere difficile - KARL POPPER -

    federicosecondo

    [ ]

    Talvolta la montagna
    Contributo di: frank69 on Thursday, 04 April 2019 @ 11:01


    Non posso che leggere con piacere dei versi che parlano di montagna,
    specie del Gran Sasso che mi ricorda estati indimenticabili e luoghi sorprendenti
    a cui credo ti richiami con genialità.
    “la montagna all’improvviso mi appare,
    così vicina e così minacciosa”.


    ...

    [ ]

    Talvolta la montagna
    Contributo di: Pale shelter on Saturday, 06 April 2019 @ 17:50
    Ben espresso il senso di spaesamento, di non appartenenza, appunto, come ben recita il verso conclusivo.
    al verso 3 mi sarebbe tornata più la terza plurale della singolare ("trovano") sempre che non abbia letto male.
    Buona poesia,

    un saluto.

    Franco

    [ ]

    Talvolta la montagna
    Contributo di: Serenella on Saturday, 06 April 2019 @ 19:16
    E la montagna ti ha fatto suo col suo aspetto minaccioso, e tu lì, a combattere tra i
    calanchi scossi.
    E’ bella questa poesia, dove tutto parla di durezza da affrontare, e così, quel
    Sasso, ti rendi conto ti ha conquistato.
    Tante stelle per quello che riesce a trasmettere, anche visivamente.
    Ciao.
    Serenella

    [ ]

    Talvolta la montagna
    Contributo di: LoSpettro on Monday, 29 April 2019 @ 12:38
    In effetti echeggia poesie novecentesche il tuo componimento a gabbia chiusa, come a te piace definirli. E quanti dicono che nell'intento di ricordare e lasciare un misto di desolazione ed inquietudine tu abbia composto qualche incongruenze io vedo l'unica, la più pesante, quel "questo" riferito ad un mare non vicino nello spazio, visto che parli di un perdersi sul Gran Sasso. Unica, pesante e rovinosa visto che è incanalata nella chiusa/climax poetico. Non la boccio perchè mi piace molto la ricercatezza descrittiva ma incide quella grande confusione finale a causa di un aggettivo dimostrativo.

    [ ]

    Talvolta la montagna
    Contributo di: jane on Thursday, 16 May 2019 @ 20:11
    Il Gran Sasso! Mio figlio lo ha scalato fino alla cima
    varie volte.
    Ma chi ama i ciottoli di mare ne sente la presenza,
    l'entità con soggezione.
    Mi piace molto la descrizione che fai in questa passeggiata
    in campagna con la Rivelazione ingombrante!
    Bellissima la poesia. Complimenti.

    ---
    “Due cose ci salvano nella vita: amare e ridere. Se ne avete una va bene. Se le avete tutte e due siete invincibili”

    [ ]

    Opzioni  
  • Invia il Contributo a un amico
  • Contributo in Formato Stampa

  •  Copyright © 1999-2019 ..::Il Club dei Poeti::..
     Associazione Culturale Il Club degli autori Partita Iva e Codice Fiscale 11888170153
    Tutti i marchi e copyrights su questa pagina appartengono ai rispettivi proprietari.