club.it
clubpoeti.it
club.it
 Benvenuto su ..::Il Club dei Poeti::.. Saturday, 23 February 2019 @ 10:11 
Invia il tuo racconto | Invia la tua poesia | Faq | Contatti
Argomenti  
Home
Poesie (2677/1)
Racconti (1021/0)
Saggi (14/0)

Eventi  
Eventi nel sito

Wednesday 02-Jan -
Saturday 30-Mar
  • XXVI Giro d'Italia delle Poesie in cornice 2019

  • Thursday 03-Jan -
    Tuesday 30-Apr
  • Premio Letterario Marguerite Yourcenar 2018

  • Saturday 05-Jan -
    Friday 10-May
  • Concorso Internazionale di poesia Città di Montegrotto Terme 2019

  • Sunday 06-Jan -
    Thursday 30-May
  • Premio Ebook in…versi 2019

  • Monday 07-Jan -
    Sunday 30-Jun
  • XXIII Edizione Premio di Poesia Poeti dell'Adda 2018

  • Thursday 10-Jan -
    Monday 30-Sep
  • Premio Letterario Città di Melegnano 2018
  • Ultime novità  
    CONTRIBUTI
    1 Contributo nelle ultime 24 ore

    COMMENTI
    nelle ultime 48 ore

  •                 G... [+10]
  • barbecue e ritorno
  • La risposta. [+12]
  • carezze [+3]
  • Borderline
  • Stalker
  • Io e la patente
  • Una storia come t...
  • Il mio primo baci...
  • Assenze
  • Tu sei il ferro e...
  • Finalmente

  • LINKS
    nelle ultime 2 settimane

    Nessun nuovo link


     Stalker   
     Tuesday, 12 February 2019 @ 12:15
     Leggi il profilo di: Empatia
     Visualizzazioni: 299

    Racconti

    Ho vent’anni, che età infame: troppo grande per essere bambina, troppo giovane per essere adulta, troppo affamata di vita per essere entrambe. Qualche mese fa ho incontrato Andrea, mentre fumavo rassegnata, sulla scala d'emergenza del mio ufficio. Avevo riposto mille aspettative nel lavoro, invece, la routine mi stava consumando lentamente. Andrea mi ha colpito come un acquazzone di primavera: fresco, energico, improvviso… ci siamo piaciuti al volo. Io: esuberante, allegra, un’anima nuova della Milano che guadagna; lui: jeans maglietta, un sorriso accattivante…capelli brizzolati, tanti soldi e una moglie.
    Il mio cuore da fanciulla pensava di aver trovato il vero amore; non mi importava nulla delle conseguenze, volevo solo stare accanto a lui. Lavorava nel mio stesso stabile, gestiva una società di consulenza. Ci eravamo organizzati bene: la sera apericena, un salto su da lui in ufficio e poi tornavo a casa, a dormire sola, fantasticando su un domani (che per il mio stomaco era già ovvio) non sarebbe mai arrivato. Avevo provato a svegliarmi dal quel sogno principesco, ma noi ragazze…cerchiamo le favole anche se non sono vere e speriamo sempre nel lieto fine.
    Andrea e sua moglie non hanno avuto figli, la carriera era venuta prima e ne aveva preso il posto. Non aveva scuse ed io ero stanca dei suoi tentennamenti. Mi coccolava e riempiva d'attenzioni durante il giorno e poi la sera mi abbandonava sulla porta del suo ufficio, con la gonna al rovescio e un bacio in fronte; mi prometteva una famiglia, ma non voleva conoscere la mia; mi chiamava amore “unico amore della mia vita” e poi si buttava fra le braccia di sua moglie. Mi ha prosciugata, finché ho esaurito tutto…pure le lacrime.

    “Il calore che mi hai dato
    mi ha scorticato il cuore.
    amare non sai
    le catene:
    Slacciami”

    Ho aperto gli occhi, il cuore, ma soprattutto il cervello…gli ho detto chiaro in faccia che non lo volevo! Perché ho stima, troppa stima di me stessa, per farmi abbindolare da un uomo finto, che non sa provare amore. Andrea non mi ha risposto quando l’ho lasciato. Io mi son sentita sollevata, ho creduto fosse tutto finito poi…mi sono accorta che qualcuno mi seguiva giorno e notte. Mi sentivo costantemente osservata. Ho chiesto ad Andrea se mi spiasse; lui mi ha risposto con due occhi da pazzo: ”Certo, non vorrai forse che accetti di essere piantato da una ragazzina!” Mi si è gelato il sangue! Non gli importava nulla di avermi persa, l’avevo rifiutato e lui si sentiva ferito nell'orgoglio.
    Ma in che amore avevo riposto le mie speranze? Mi ha lasciata di sasso, non riuscivo più a fare niente, la mia vita si era fermata: le strade, i negozi, l’ufficio mi sembravano tutti posti perfetti dove avrebbe potuto bloccarmi e farmi del male. Sentivo i suoi respiri nei silenzi del telefonino. Sempre lo stesso messaggio, numero sconosciuto, probabilmente uno di quegli aggeggi usa e getta o chissà cos’altro! Ma era lui, lo sentivo e lo sento ancora. Ho paura…interrogo il cellulare ma nessuno mi risponde.

    “ Ti ho cercato fra le mie orme
    nel respiro a tratti
    mi hai uccisa prima di toccarmi:
    Ascoltami”

    Non so che intenzioni abbia, gli ho già detto che non potrà mai più riavermi e allora lui, falso, mi ha risposto che senza me è come se gli mancasse una sua parte, non può farcela...
    Sono la maglietta, l’orologio o più probabilmente la sua scarpa, è questo ciò che intende! Non ci credo più, sono scappata da quell’incubo che mi vedeva principessa nella torre. Ho chiuso con le favole! Ho imparato che in amore bisogna prima chiedere…rispetto, per poter donare.
    Non so che intenzioni abbia ed è per questo che ieri mi sono recata al commissariato di polizia. L’agente allo sportello ha compilato la diffida. Dovrei sentirmi più al sicuro, ha detto…dovrei.
    Vorrei solo che Andrea capisse che, comunque la voglia finire, se non rinuncia a me, lui è destinato a soffrire per tutta la vita. Sia che mi insegua in eterno, sia che interrompa per sempre il mio viaggio…

    “Sono nei tuoi occhi ora
    lo sarò per sempre
    scegli bene il tuo dolore
    non hai scampo:
    Lasciami!

     



    Stalker | 10 Commenti | Crea un nuovo Account

    I seguenti commenti sono proprieta' di chi li ha inviati. Club Poeti non e' responsabile dei contenuti degli stessi.
    Stalker
    Contributo di: Armida Bottini on Tuesday, 12 February 2019 @ 16:33
    Stai attenta bambina: sei una preda facile. Prenditi almeno un grosso lupo, la mia Benedetta ce l'ha e nessuno la può avvicinare. Tienimi al corrente di tutto, puoi farlo, anche privatamente, mi trovi pure su fb. Devo aggiungere che scrivi bene, ma io guardo più al contenuto che alla forma. Se te lo sei inventato, tanto meglio. Ciao. --- Midri

    [ ]

    Stalker
    Contributo di: A.Sal.One on Tuesday, 12 February 2019 @ 22:53

    Uno

    Stalker

    senz'anima.

    ---
    In poesia non si esagera.

    [ ]

    Stalker
    Contributo di: zio-silen on Wednesday, 13 February 2019 @ 09:11
    Premetto che il mio vuole essere un umile giudizio legato al gusto personale e non la lezioncina del saccente di turno.

    Così, lascerei uno spazio dopo i puntini di sospensione che, peraltro, userei con grande parsimonia per evitare l'effetto
    spezzatino (una virgola, in funzione vicaria, potrebbe bastare).

    Poi sostituirei con un punticino gran parte dei punti esclamativi, che limiterei alle espressioni di marcata emotività.

    Eviterei l'inserimento di versi poco funzionali (o ripetitivi di concetti già espressi) allo schema narrativo. Per quelli
    c'è la Sezione "Poesie".

    Ma io sono io e tu sei tu, quindi


    Stelle di apprezzamento




    P.S. Troppi commenti in calce alla opere postate (affollamento tipico dei Club letterari). Si fatica a leggerli tutti.

    ---
    zio-silen

    [ ]

    Stalker
    Contributo di: Elysa on Thursday, 14 February 2019 @ 09:35
    ovviamente spero non sia autobiografico...quindi mi attengo a dirti il mio parere dal punto di vista letterario; l'avrei sviluppato diversamente giocando di più sulla psicologia dei due protagonisti e parlando in terza persona e non avrei inserito piccole parti poetiche. alla prossima. --- Elysa

    [ ]

    Stalker
    Contributo di: Empatia on Thursday, 14 February 2019 @ 10:00
    Siete tutti molto premurosi, ma voglio
    tranquillizzarvi, non è assolutamente un testo
    autobiografico. È la seconda volta che provo a
    coniugare prosa e poesia, ma non funziona. Ritenteró
    con il prossimo, vi tocca sorbirmi. Grazie per i
    suggerimenti sempre ben accetti.
    Empatia

    [ ]

    Stalker
    Contributo di: frame on Friday, 15 February 2019 @ 10:26
    Il racconto ha una trama lineare, forse troppo, sembra il
    copione di una storia già letta e riletta cento volte. E’ un
    cliché collaudato che si ripete con pochissime variazioni
    sul tema e, considerato il breve spazio sei stata pure brava
    a condensarla e a renderla godibile. Anche le poesie non ci
    stanno male, anzi, movimentano la storia che diversamente
    sarebbe risultata sin troppo perfettina per essere
    credibile. Non demordere. A rileggerti con piacere.

    ---
    Frame

    [ ]

    Stalker
    Contributo di: tendre on Saturday, 16 February 2019 @ 15:15
    Ciao Empatia,
    anche a me piacerebbe saper coniugare prosa e poesia, cosa peraltro difficilissima, lodo il tuo tentativo.

    Caramente,

    ---
    tendre

    [ ]

    Stalker
    Contributo di: Riflessi on Monday, 18 February 2019 @ 11:38
    Sono sostanzialmente d'accordo con Frame. Essendo un tema molto attuale e trattato, mi sarei aspettato qualcosa di piu': quel pizzico di originalità che potesse dare unicità al tuo racconto.
    I versi sono comunque molto belli: tutti insieme compongono una poesia interessante che sta in piedi da sola senza bisogno di altre spiegazioni.

    [ ]

    Stalker
    Contributo di: Lorens on Tuesday, 19 February 2019 @ 17:10
    ... "Stalker" è senza dubbio il contenuto per un racconto
    dei nostri tempi che fa riflettere sull'impotenza femminile
    ed a volte anche maschile, nel non riuscire ad interrompere
    un rapporto liberamente e senza conseguenze evitando denunce
    e diffide di sorta che a volte non sono sufficienti a
    sottrarsi all'inevitabile ...

    "Stalker" tra prosa e poesia, tentativo quasi riuscito anche
    se il tema trattato resta di difficile soluzione nonostante
    le cronache ne siano viva testimonianza.

    Bene così, a rileggerti con vivo interesse.

    ciao
    Lorens

    ---
    Lorens

    [ ]

    Stalker
    Contributo di: frank69 on Thursday, 21 February 2019 @ 18:43


    Un’avventura che s’intuisce tutto sommato finire bene.
    Dal tuo auto commento arguisco che non sei tanto soddisfatta.
    Ma la premessa è buona e l’idea dell’abbinamento per me è positivo.
    Si può certamente migliorare.

    :

    [ ]

    Opzioni  
  • Invia il Contributo a un amico
  • Contributo in Formato Stampa

  •  Copyright © 1999-2019 ..::Il Club dei Poeti::..
     Associazione Culturale Il Club degli autori Partita Iva e Codice Fiscale 11888170153
    Tutti i marchi e copyrights su questa pagina appartengono ai rispettivi proprietari.