club.it
clubpoeti.it
club.it
 Benvenuto su ..::Il Club dei Poeti::.. Saturday, 23 February 2019 @ 09:59 
Invia il tuo racconto | Invia la tua poesia | Faq | Contatti
Argomenti  
Home
Poesie (2677/1)
Racconti (1021/0)
Saggi (14/0)

Eventi  
Eventi nel sito

Wednesday 02-Jan -
Saturday 30-Mar
  • XXVI Giro d'Italia delle Poesie in cornice 2019

  • Thursday 03-Jan -
    Tuesday 30-Apr
  • Premio Letterario Marguerite Yourcenar 2018

  • Saturday 05-Jan -
    Friday 10-May
  • Concorso Internazionale di poesia Città di Montegrotto Terme 2019

  • Sunday 06-Jan -
    Thursday 30-May
  • Premio Ebook in…versi 2019

  • Monday 07-Jan -
    Sunday 30-Jun
  • XXIII Edizione Premio di Poesia Poeti dell'Adda 2018

  • Thursday 10-Jan -
    Monday 30-Sep
  • Premio Letterario Città di Melegnano 2018
  • Ultime novità  
    CONTRIBUTI
    1 Contributo nelle ultime 24 ore

    COMMENTI
    nelle ultime 48 ore

  •                 G... [+10]
  • barbecue e ritorno
  • La risposta. [+12]
  • carezze [+3]
  • Borderline
  • Stalker
  • Io e la patente
  • Una storia come t...
  • Il mio primo baci...
  • Assenze
  • Tu sei il ferro e...
  • Finalmente

  • LINKS
    nelle ultime 2 settimane

    Nessun nuovo link


     Set all afire   
     Tuesday, 22 January 2019 @ 17:30
     Leggi il profilo di: percefal
     Visualizzazioni: 632

    Poesie




      I rapporti con nostra Signora sono chiari,
      più intimi di ogni altra dark Lady.
      Il termine “Fine”
      espresso perlopiù altrove 
      infiamma le sue labbra perché
      il contrasto è bello,
      distinto, raffinato, elegante
      mai finale,
      la morte ci fa belli.
      Vale.
      
      Nel mondo antico, invece, Lei
      scherza mai cede alle lusinghe.
      Dorme con noi, la celebriamo
      è una delle nostre immagini,
      il suo bene più saldo.
      
      Mia premessa
      Era
      stringere tutto,
      tutto ciò che potessi,
      difendo la promessa?
      Nessuna lingua è tabù,
      che sia  logora o esposta
      tutto è possibile in vita.
      
      Flammate omnia
      
      Un  contro l'altro
      Gioca
      il linguaggio della quiete.
      
      Mai tardi
      per stringere un’ematite,
      presa dal letto del fiume,
      annerirà in mano.
      
      




     



    Set all afire | 21 Commenti | Crea un nuovo Account

    I seguenti commenti sono proprieta' di chi li ha inviati. Club Poeti non e' responsabile dei contenuti degli stessi.
    Set all afire
    Contributo di: ben on Wednesday, 23 January 2019 @ 10:11
    Sul torrente dell'Amiata ad evocar la Morte. Suggestiva. --- il poeta per caso

    [ ]

    Set all afire
    Contributo di: Elysa on Wednesday, 23 January 2019 @ 10:39
    guarda Percy (Jackson...giovane semi dio -poeta) devo dire che questo set di tre poesie (per me sono tre distinte) mi piace, la prima in special modo ha un tono pur parlando della morte che mi pare magico, elegante e suadente...le ho apprezzate molto di più di tue precedenti meno comprensibili (per me) --- Elysa

    [ ]

    Set all afire
    Contributo di: Empatia on Wednesday, 23 January 2019 @ 12:13
    Nessuna lingua è tabù che sia logora o esposta tutto è possibile in vita...Gridalo!! Empatia

    [ ]

    Set all afire
    Contributo di: Lucilla on Wednesday, 23 January 2019 @ 14:39
    Nel mondo moderno il tema della morte è un tabù, questo non accadeva nell'antichità, come tu stesso dici, eppure la fine è parte stessa della vita. Ci sarebbe molto altro da aggiungere a questo scarso commento, ma non riesco a dire altro che sei bravo --- Nel passaggio stretto della vita c’è una possibilità: la bellezza che va oltre il male, oltre la fine - ingiusta - della vita stessa. ( Wislawa Szymborska )

    [ ]

    Set all afire
    Contributo di: Titta on Wednesday, 23 January 2019 @ 15:33
    "Mia premessa Era stringere tutto,tutto ciò che potessi, difendo la promessa? Nessuna lingua è tabù, che sia logora o esposta tutto è possibile in vita." Siano elogio o confessione, questi versi scuotono l'anima. --- Titta

    [ ]

    Set all afire
    Contributo di: Lorens on Wednesday, 23 January 2019 @ 17:09
    ... "set all afire" "set tutto in fiamme", una proposta
    questa volta comprensibile con osservazioni e pensieri
    poliedrici, con riferimenti storici e quant'altro di
    espressa condivisione naturale ...

    La poesia? Laddove il contenuto si presenta in prosastico
    linguaggio, ecco che la scorrevolezza dei versi e la
    musicalità perdono di fluidità sequenziale oltre alla
    punteggiatura che rende meno agile il contenuto tra pause
    evitabili.

    Aggiungo, che parlare della morte, è poi come pensare
    giocando col destino laddove l'unica speranza resta la fede
    per coloro che l'hanno acquisita con serenità, altrimenti
    trattasi di un mistero che grava su tutti e tutto, fin dalla
    notte dei tempi ...

    E' solo il mio pensiero e parere, condivisibile o meno, a
    rileggerti con vivo interesse.

    ciao
    Lorens

    ---
    Lorens

    [ ]

    Set all afire
    Contributo di: LoSpettro on Thursday, 24 January 2019 @ 07:39
    Mi unisco anch'io all'unisono di quelli che hanno apprezzato la tua poesia. Direi a tutti gli effetti perfetta. Molti passaggi sono significativi e di bellezza estrema: "[..]Il termine “Fine” espresso perlopiù altrove infiamma le sue labbra perché il contrasto è bello," oppure "Era stringere tutto, tutto ciò che potessi, difendo la promessa? Nessuna lingua è tabù, che sia logora o esposta tutto è possibile in vita." Rimango come Lucilla senza parole. E' un mostrare l'assoluta venerabilità alle tue e alla bravura nell'averle inventate. Il loro dominare quella norma non mutabile della vita, cioè la fine, la vedo come un espropriarsi della propria carne, mettere un contrasto ad una intima voce solo per aggiungere voce ad un sguardo rivolto al nulla. E credo che la tua opera possa essere assunta come manifesto di quello che il poeta contemporaneo dovrebbe mirare.

    [ ]

    Set all afire
    Contributo di: zio-silen on Thursday, 24 January 2019 @ 09:01
    Non vorrei dire un'ovvietà: qui siamo tutti verseggiatori contemporanei. Solo che alcuni - a tratti - avvertono
    l'esigenza di puntellare le loro costruzioni con regole dettate dalla tradizione, altri appoggiano ad altre regole:
    personali. Le rispettano e ne fanno "stile". Percefal, per esempio, costringe se stesso alla (sua) regola della
    comunicatività (qui molti "moderni" se ne infischiano)... almeno in poesia, chè nei commenti è tutta un'altra storia.
    Anche l'editing ha finalità marcatamente comunicative.
    Altre (sue) regole si possono cogliere nel segno "distinto, raffinato, elegante" (approfitto di un verso appena letto)
    e nei contenuti, se ricordo bene, quasi sempre seriosi.

    Stelle e un saluto

    ---
    zio-silen

    [ ]

    Set all afire
    Contributo di: dario moletti on Thursday, 24 January 2019 @ 10:28
    a mio umile parere manca di qualcosa poi magari sbaglio perché non la interpreto con le dovute conclusioni comunque merita il giusto applauso

    [ ]

    Set all afire
    Contributo di: joshua on Friday, 25 January 2019 @ 01:17
    Colpito dal TARDI e dalla PRESA della quartina finale, di complessa sintassi (altro che prenderla a calcinacci! Se ben usata [la sintassi ] porta a una trama intricata. Cambia tutto se TARDI è nome o avverbio e se PRESA è nome o aggettivo verbale e soprattutto, come nelle profezie sibilline, se si sposta un’interpunzione. Si dimostra – e rimostra - che la sintassi, dico il suo ardimento, è per sé interpretazione o ri-velazione: se un tardi non annerirà in mano, il presto resterà intatto, pur scorrendo e mutando. O sarà il contrario, nell’esegesi, in scambio. Wax on-wax off. Poi, tanto, E sarà sempre uguale a mc2, anche messo tutto a fuoco, spogliata Nostra Morte Corporale, apokatastasizzato ogni rituale funerario, tinto d’ematite il cadavere nel kurgan o nella spelonca).

    :ISTRELLAS:
    j

    [ ]

    Set all afire
    Contributo di: indio on Friday, 25 January 2019 @ 10:06
    ...non so se è perfetta come alcuni hanno affermato
    o se manca qualcosina, come detto da altri, per ottimizzare ancora di più la resa poetica...

    so che mi è piaciuta tanto, veramente tanto.
    ...
    complimenti

    ---
    mitakuye oyasin

    indio

    [ ]

    Set all afire
    Contributo di: Sandro Moscardi on Friday, 25 January 2019 @ 10:44
    Si il calore si sente eccome , una messa a fuoco perfetta, l'ardore viene colto al momento , il resto è cenere. POESIA molto bella.

    [ ]

    Set all afire
    Contributo di: frame on Friday, 25 January 2019 @ 12:39
    D'accordo, accendete anche la luce, perchè non ci vedo bene, ma quante poesie sono? Una, due, forse tre o quattro? Non è roba per me, te sei troppo avanti. Troppo bravo, troppo tutto. Passo! --- Frame

    [ ]

    Set all afire
    Contributo di: Viridis on Friday, 25 January 2019 @ 15:23

    Felice di capirti, finalmente (non nei minimi dettagli, intendiamoci
    - per esempio mi chiedo il perché di certi corsivi, o se quel
    "flammate omnia" alluda a una cremazione, o perché l'ematite
    annerisce s' è già nera...). Ho apprezzato il tono dei tuoi versi:
    sembra quasi che su questo Set tu abbia cominciato a spogliarti
    (almeno ai miei occhi) e ciò è molto gradevole.

    ---
    viridis

    [ ]

    Set all afire
    Contributo di: flusso on Friday, 25 January 2019 @ 23:58
    "Il medium è il messaggio" diceva il buon Marshall McLuhan

    [ ]

    Set all afire
    Contributo di: giovanni67 on Saturday, 26 January 2019 @ 14:38
    Mia promessa,
    Bellissima
    Alla prossima

    ---

    GIOVANNI67

    [ ]

    Set all afire
    Contributo di: Armida Bottini on Monday, 28 January 2019 @ 06:38
    Come Lucilla, ciao.

    ---
    Midri

    [ ]

    Set all afire
    Contributo di: jane on Monday, 28 January 2019 @ 11:15
    Ci siamo col fascino del nero. Particolarmente poesia!

    ---
    Per favore, quando mi arrabbio,mi compare l'Alzheimer!
    Jane

    [ ]

    Set all afire
    Contributo di: PattiS. on Monday, 28 January 2019 @ 17:18
    molto bella, veramente. Mi ha ricordato Fiumi di Ungaretti: "Stamani mi sono disteso In un’urna d’acqua E come una reliquia Ho riposato" --- ...playing a game of worlds...V. Nabokov

    [ ]

    Set all afire
    Contributo di: ablablabla on Monday, 28 January 2019 @ 18:45
    " Un contro l'altro Gioca
    il linguaggio della quiete. "

    https://www.youtube.com/watch?v=8r31DFrFs5A

    [ ]

    Set all afire
    Contributo di: Dema on Monday, 28 January 2019 @ 19:31
    Tre notevoli proposte.
    La nostra signora della morte e della rinascita oserei
    dire, la immagino colorata, una dark color inebriante.
    Hai colto nel segno.

    Dema Paolo De Martini

    [ ]

    Opzioni  
  • Invia il Contributo a un amico
  • Contributo in Formato Stampa

  •  Copyright © 1999-2019 ..::Il Club dei Poeti::..
     Associazione Culturale Il Club degli autori Partita Iva e Codice Fiscale 11888170153
    Tutti i marchi e copyrights su questa pagina appartengono ai rispettivi proprietari.