club.it
clubpoeti.it
club.it
 Benvenuto su ..::Il Club dei Poeti::.. Thursday, 18 April 2019 @ 17:05 
Invia il tuo racconto | Invia la tua poesia | Faq | Contatti
Argomenti  
Home
Poesie (2677/1)
Racconti (1021/0)
Saggi (15/0)

Eventi  
Eventi nel sito

Wednesday 02-Jan -
Tuesday 30-Apr
  • XXVI Giro d'Italia delle Poesie in cornice 2019

  • Thursday 03-Jan -
    Tuesday 30-Apr
  • Premio Letterario Marguerite Yourcenar 2018

  • Saturday 05-Jan -
    Friday 10-May
  • Concorso Internazionale di poesia Città di Montegrotto Terme 2019

  • Sunday 06-Jan -
    Thursday 30-May
  • Premio Ebook in…versi 2019

  • Monday 07-Jan -
    Sunday 30-Jun
  • XXIII Edizione Premio di Poesia Poeti dell'Adda 2018

  • Thursday 10-Jan -
    Monday 30-Sep
  • Premio Letterario Città di Melegnano 2018
  • Ultime novità  
    CONTRIBUTI
    Nessun nuovo contributo

    COMMENTI
    nelle ultime 48 ore

  • Bodymarket [+2]
  • Pulviscolo [+3]
  • La brutta balera [+10]
  • De imitatione Chr...
  • Dopo l'amore [+3]
  • Prendersi cura [+2]
  • Weltschmerz - Lin...
  • Buon Natale

  • LINKS
    nelle ultime 2 settimane

    Nessun nuovo link


     Aurora,certezze   
     Thursday, 17 January 2019 @ 16:00
     Leggi il profilo di: jane
     Visualizzazioni: 605

    Poesie

    Dei sogni della notte restano
    i cavalli che correvano nel vento

    e questa aurora adesso mi sorprende
    limpida come l'acqua.

    L'inquietudine è sparita
    al suo posto una nuova voce
    un altro timbro

    la parola si leva al mondo senza
    più difese

    sospesi i colori che lasciano posto
    al bianco e al nero

    la certezza è la versione più elegante
    del mondo.


    Una follia senza spiegazioni il cielo

    adesso il sole tinge di rosa la realtà per
    pochi istanti
    mostrando che la felicità è cosa
    semplice e fuggente

    a quell'ora son fuori uso i
    gingilli perdigiorno
    ma i bradi, i giusti, la vedranno.


     



    Aurora,certezze | 22 Commenti | Crea un nuovo Account

    I seguenti commenti sono proprieta' di chi li ha inviati. Club Poeti non e' responsabile dei contenuti degli stessi.
    Aurora,certezze
    Contributo di: percefal on Thursday, 17 January 2019 @ 17:07
    Domani, sgombro da ogni orpello, il sole sorgerà puntuale! --- «La figura del mio caos ha dimensione alcuna, punto.».

    [ ]

    Occhi
    Contributo di: ablablabla on Thursday, 17 January 2019 @ 21:01
    La parola si Svela al mondo.
    Senza più difese
    l'inquietudine è sparita.
    Dei sogni della notte restano
    sospesi i colori e questa aurora
    limpida come il bianco più nero.
    Una nuova voce
    un altro timbro
    lascia posto al mondo.
    La certezza è la versione più elegante
    spiega il cielo stinge la rosa.
    Perché la felicità è fuori uso
    se adesso non incontro i tuoi occhi.

    [ ]

    Aurora,certezze
    Contributo di: Sandro Moscardi on Thursday, 17 January 2019 @ 22:18
    Nella certezza che l'incertezza rivesta di eleganza il mondo, come si mostra a monte e a valle dell'ostacolo certificante che la vedranno fuggente, perché il fluire rende vano ogni fermo immagine che lo rappresenti. Comunque un bella Poesia Sandro

    [ ]

    Aurora,certezze
    Contributo di: giovanni67 on Thursday, 17 January 2019 @ 23:02
    Elegante e ben scritta
    Piaciuta
    Alla prossima

    ---
    GIOVANNI67

    [ ]

    Aurora,certezze
    Contributo di: joshua on Thursday, 17 January 2019 @ 23:41
    
    Non credo di concordare molto
    sull'affermazione che la certezza
     sia la versione PIÙ elegante del
     mondo, semplicemente perché la
     certezza non è mai – credo per
     incertezza – una versione, semmai
     è una diversione, dell’unica
     certezza che abbiamo al mondo:
     quella di essere (che siamo,
     suppongo di voler dire) incerti.
     O cos’altro ci porterebbe ad
     individuarci come esseri
     (oggetti soggetti, o assoggettati,
     all’essere) se non il dubbio
     metodico? 
    
    Ciò premesso, opinabilmente
     se si volesse che così non fosse,
     dico che questo testo mi ricorda
     un po’ la poesia della Titta.
     Anche lei pone una questione
     o in questione (cosa che mi
     appare sempre fortemente poetica)
     la parola (ogni parola ha viaggiato
     a lungo, dice bene la Titta),
     come qui: la parola si leva
     al mondo/senza più difese.
     È che in entrambe le poesie
     è come se si servisse una
     tartina di caviale su un
     letto di bietole ribollite
     (Titta e la Monna mi scuseranno
     del paragone culinario, ma
     così a me pare). 
    
    E qui le bietole sono i
     cavalli che corrono nel
     vento (oramai non li mostrano
     più neanche nelle pubblicità
     dei bagnoschiuma), l’aurora
     limpida come l’acqua, il
     colore contro il B&W, il
     sole che tinge di rosa la
     realtà (quale?) e la felicità
     sfuggente (beh, Milady,
     che non duri molto, non è
     che ad accorgercene ci mettiamo
     molto), insomma le solite
     figurazioni dell’illirica
     prêt-à-porter. 
    
    Domanda finale: chi sono i
     bradi? Voglio dire: ce ne sono
     ancora di aborigeni nell’era
     dell'Internet, cioè dei
     cannibalismi diffusi e non
     certo soffusi di foreste
     vergini
    

    [ ]

    Aurora,certezze
    Contributo di: zio-silen on Friday, 18 January 2019 @ 08:11
    "Dei sogni della notte restano
    i cavalli che correvano nel vento

    e questa aurora adesso mi sorprende
    limpida come l'acqua".

    Alla lettura di questo doppio distico, mi son detto: ecco, un esempio di lirismo
    d'antan che potrebbe alimentare l'ossessione originalista di qualche critico monodirezionale.

    Poi ho riflettuto: ecchediamine! Se la nostra Jane - con tutti i filtri metaforici possibili -
    sogna "i cavalli che correvano nel vento" perchè mai dovrebbe propinarci la frottola
    (più adatta al nostro tempo e al sol dell'avvenire), chessò, di una mandria di 600 elettriche che correva
    nello smog in cerca di una introvabile colonnina di ricarica (incubo!!)? Forse per qualche stella in più?

    Quindi onore alla coerenza e all'ispirazione "limpida come l'acqua", non ancora inquinata dalla ricerca
    - a tutti i costi - del consenso.


    Stelle e un saluto

    ---
    zio-silen

    [ ]

    Aurora,certezze
    Contributo di: Carmen on Friday, 18 January 2019 @ 08:42
    Mi piace "una follia senza
    spiegazioni...il cielo", mentre mi ha
    lasciata interdetta la frase sulla
    certezza.
    E qui la domanda si leva ed "insorge"
    spontanea: certezza di cosa?
    Noi siamo certi solo di dover morire.
    Se questo è elegante.....Boh.
    Semmai è elegante il tuo stile,
    sebbene in questo componimento venga
    fuori una prosaicita' prevalente, un
    "troppo spiegato".
    Nel complesso,discreta.


    ---
    Non c'è amore del vivere senza disperazione del vivere. Albert Camus

    [ ]

    Aurora,certezze
    Contributo di: Titta on Friday, 18 January 2019 @ 11:29
    A volte ci sono cose da dire senza esitare perchè il momento potrebbe svanire. La poesia è a mio avviso un ottimo strumento per renderlo eterno quel momento. Ciao Jane, hai sempre questo pregio. --- Titta

    [ ]

    Aurora,certezze
    Contributo di: federicosecondo on Friday, 18 January 2019 @ 14:13
    Brava.

    Ho apprezzato tutta la poesia e, come altri, soprattutto il verso

    Una follia senza spiegazioni il cielo

    ---
    Niente è più facile dello scrivere difficile - KARL POPPER -

    federicosecondo

    [ ]

    Aurora,certezze
    Contributo di: frame on Friday, 18 January 2019 @ 15:26
    Senza rifletterci su più di tanto, avrei quotato il commento di Zio, anche perché certi fenomeni, infallibili cecchini della parola, che di norma ti beccano una metafora anche sulle ali di una mosca che ronza intorno alla merda, gente che parla il greco come il dialetto del paesello natìo, gente che quando vuole capisce perfino il cinese antico, perde di botto il comprendonio e sviene alla vista dei cavalli bianchi bradi, immortalati nella pubblicità del Bagno Schiuma Silvestre Vidal. E sai perché non posso condividere in pieno il commento autorevole di Zio? Perché qualche verso mi suona strano, troppo piegato e incline alla moda corrente del sito. In ogni caso, anche perchè le poesie sui sogni sono le mie preferite, mi pare una buona poesia. Brava. --- Frame

    [ ]

    Aurora,certezze
    Contributo di: Lorens on Friday, 18 January 2019 @ 16:57
    ... a me sembra una ottima poesia di sensazioni vere, la cui
    emotività si spande bene dal tramonto all'alba, passando dai
    sogni fino al risveglio nei colori dell'aurora ben più
    apprezzata dalle persone semplici che amano la vita ...

    D'altronde, credo che al posto dei cavalli bianchi
    dell'onirica notte, ben venga il roseo colore dell'alba nel
    reale contesto vitale di un rinnovato giorno che ci vedrà
    ancora protagonisti.

    Bene così ...

    ciao
    Lorens


    ---
    Lorens

    [ ]

    Aurora,certezze
    Contributo di: Anais on Saturday, 19 January 2019 @ 22:10
    ciao,
    è una poesia molto evanescente, cogli l'attimo!
    la certezza elegante (e ipocrita?) contro la follia del cielo e del sole.
    I giusti la vedranno, cioè chi non ha la trave nell'occhio, i semplici di spirito, per essi è la visione della felicità,
    si spera duratura,
    ma non su questa terra.
    Tuttavia questa poesia non mi soddisfa pienamente,
    non basta l'eleganza, è forse troppo volatile,
    ciao.

    [ ]

    Aurora,certezze
    Contributo di: jane on Monday, 21 January 2019 @ 21:14
    Grazie carissimi per i vostri commenti. Chiedo scusa a coloro che non ho ancora commentato per mancanza di tempo e di voglia, si lo ammetto in questo periodo sono molto pigra.Sarà il freddo inverno che mi manda in letargo. Abla che bella versione i miei occhi sono verdi! Josscchua come al solito troppo impertinente ti avrei risposto proprio come ha fatto zio silen. Se ho sognato cavalli semplici sani cavalli come sarebbe potuto accadere anche ai tempi Emily Dickens che colpa ne ho se sogno classico. Devo mentire per apparire di una modernità che non mi appartiene? Forse sarà scontata quest'alba ma è la mia. Quando affermo che la certezza è elegante intendo dire che all'alba prevalgono ancora i colori della notte in bianco e nero colori senza sfumature, sicuri, certi appunto. La certezza poi è il tono poetico, il senso di pace di tranquillità, il mio stesso vivere che muta nel tempo in relazione alla maturità- Ma poi vado a vedere il raccontino di Natale e mi accorgo che a freddo la perfida Carmen è venuta a metterci una zampata di livore. Se la prende pure col Natale. Cara Carmen mi dispiace tu abbia avuto la sfiga di non avere una famiglia ma quando affermo la mia vita prigioniera è perchè spesso nell'infanzia quando i bimbi non hanno la libertà di uscire, di poter fare quello che balza alla mente si sentono un po' prigionieri. Soprattutto coloro che sono figli unici e non hanno neppure un fratellino o sorellina con cui giocare. Però il Natale per favore non toccarmelo io lo amo e cerco di non farmelo rovinare dalle persone come te. Cerco sempre di viverlo in maniera autentica ed essenziale per quelle che sono le mie possibilità affettive, e ci metto pure un pizzico di creatività ed impegno per farlo risultare agli altri una piccola magia come mi fu insegnato dalle persone conosciute nell'infanzia. Sai non è la differenza ed il pessimismo che mi disturba del tuo appariscente essere una sfigata, oltranzista, fanatica, ma la crudeltà mentale, quella non te la posso perdonare. E mo che me le hai fatte girare sarai contenta! --- Jane

    [ ]

    Aurora,certezze
    Contributo di: Lucilla on Tuesday, 22 January 2019 @ 00:03
    Jane, monna Jane, ma come si fa a scrivere Emily Dickens?

    Buongiorno - Mezzanotte -
    torno a casa -
    E' stato il giorno a stancarsi di me -
    come avrei potuto io - di lui?

    La luce del sole era una casa
    dolcissima in cui abitare -
    ma - non mi ha voluto - il Mattino.
    Così - Buonanotte - Giorno!

    Me lo lascerai guardare - non è vero -
    l'Oriente che si colora di rosso?
    E' allora che le colline hanno un modo di essere
    che fa sentire il cuore - altrove -

    Mezzanotte - tu non sei così bella -
    Io avevo scelto il Giorno -
    ma - ti prego - accetta la bambina -
    che lui ha cacciato lontano da sé

    ( 1862 )

    Emily Dickinson

    ---
    Nel passaggio stretto della vita c’è una possibilità: la bellezza che va oltre il male, oltre la fine - ingiusta - della vita stessa.
    ( Wislawa Szymborska )

    [ ]

    Aurora,certezze
    Contributo di: dario moletti on Tuesday, 22 January 2019 @ 09:42
    in questo periodo sopravvivo medicandomi avrei bisogno di più tempo per abbracciarti e confidarmi ma visto che rimarrà un illusione leggo la tua poesia immaginando di entrarvi

    [ ]

    Aurora,certezze
    Contributo di: Elysa on Tuesday, 22 January 2019 @ 15:48
    una bellissima poesia, fatta di colori e ricordi che proteggo anche io come te, brava Lady jane mi inchino. --- Elysa

    [ ]

    Aurora,certezze
    Contributo di: maripiero on Tuesday, 22 January 2019 @ 21:06
    Condivido i tuoi pensieri chiari al risveglio.Il giorno ritorna in un rosa che colora le cose e lascia sperare ancora. Magari non condivido le certezze, piuttosto solo l'illusione della stesse. (Ma io sono una vecchia signora) Bella e delicata. Ciao Maripiero. non riesco a mettere le stelle --- Maripiero

    [ ]

    Aurora,certezze
    Contributo di: cordaccia on Thursday, 24 January 2019 @ 21:14
    Mah,questo potere terapeutico dell'aurora.
    La notte porta consiglio.
    Non mi convince , evanescente sì.
    Ciao:)

    [ ]

    Aurora,certezze
    Contributo di: LoSpettro on Thursday, 24 January 2019 @ 23:21
    Per me sicuramente vale molto di più il tuo colloquiare per aforismi in questa tua poesia. La parte in cui descrivi il tuo sogno, l'aurora, l'alba, ha molto di quel scontato. Non rimane solo soggettività invece (caratteristica imprescindibile del levar aforismi a destra e a manca) in "la certezza è la versione più elegante del mondo", vi è anche una cura e ricercatezza nell'escogitare ed imprimere una giusta tensione, come pure in "la parola si leva al mondo senza più difese" e poi in quella onnipotente e forse più enfatizzante osservazione "Una follia senza spiegazioni il cielo".

    Sono questi i passaggi che mi colpiscono di più. Il descrivere un alba, l'aurora, come un tramonto o il crepuscolo è un fatto talmente comune in poesia che si necessita, secondo me, sempre parole inusuali, metafore sapienti. Mi sono cimentato anch'io qualche tempo fa e scrissi:

    Al razzio d'un giorno, al quietar degli eventi ho visto il momento di una rosa sfiorire e il suo Adagio riapparire in un tramonto. Invadeva e sfiniva appena nell'azzurro per poi spandere al fulcro un infinito morente. Lo scarlatto e il cobalto evaporavano nervature e le creature che schiudevano a quell'Overture si avvicinavano alla fine. In quei petali l'improvviso mi è parso: le stille del tempo, l'illusione del momento, Borges e il suo scardino dell'eterno. E la falsa incompiutezza del meccanismo della vita mi è apparsa non appena volsi dall'insignificante locazione di ogni cosa, dall'urlo smisurato del silenzio, dal costatare che tu sei parte di me, e che sei l'avanzo cui manca al mondo. Il grande sottratto al creato - la tua femminilità - alle fauci della bellezza, è il grande Malinteso cui regge la Voluttà: la certezza di far male.

    Cosi'... ne approfitto. Con una dedica: a Jane, che io appaia più simpatico!!!

    [ ]

    Aurora,certezze
    Contributo di: indio on Friday, 25 January 2019 @ 09:56
    ...ottimi spunti poetici
    quale per esempio l'incipit

    la poesia mi piace e l'ho letta (e riletta) con piacere: gradita molto.

    non ho capito il tuo commento ...ma questa è un'altra storia.
    alla prossima...

    ---
    mitakuye oyasin

    indio

    [ ]

    Aurora,certezze
    Contributo di: Viridis on Friday, 25 January 2019 @ 17:31
    Sono versi di un'anima fresca, contemplativa
    in pace con se stessa.
    Nessun infingimento, neppure nelle immagini
    che a qualcuno sembrano stereotipate.
    Faccio fatica a condividere la tua "certezza",
    ma c'è da dire che non vedo mai un'aurora
    né un'alba (sono una dormigliona).
    Quasi quasi domani mi alzo presto e poi ti dico.

    ---
    viridis

    [ ]

    Aurora,certezze
    Contributo di: nat on Monday, 28 January 2019 @ 18:40
    Limpida, come un'acqua limpida, tutta la poe. Piaciuta,
    compresi i cavalli che corrono nel sogno (ventoso).
    A prop di felicità: "Capita a volte di sentirsi felici. Non
    fatevi cogliere dal panico: è questione di un attimo, poi
    passa"(Gesualdo Bufalino)

    ---
    nat

    [ ]

    Opzioni  
  • Invia il Contributo a un amico
  • Contributo in Formato Stampa

  •  Copyright © 1999-2019 ..::Il Club dei Poeti::..
     Associazione Culturale Il Club degli autori Partita Iva e Codice Fiscale 11888170153
    Tutti i marchi e copyrights su questa pagina appartengono ai rispettivi proprietari.