club.it
clubpoeti.it
club.it
 Benvenuto su ..::Il Club dei Poeti::.. Thursday, 18 April 2019 @ 17:00 
Invia il tuo racconto | Invia la tua poesia | Faq | Contatti
Argomenti  
Home
Poesie (2677/1)
Racconti (1021/0)
Saggi (15/0)

Eventi  
Eventi nel sito

Wednesday 02-Jan -
Tuesday 30-Apr
  • XXVI Giro d'Italia delle Poesie in cornice 2019

  • Thursday 03-Jan -
    Tuesday 30-Apr
  • Premio Letterario Marguerite Yourcenar 2018

  • Saturday 05-Jan -
    Friday 10-May
  • Concorso Internazionale di poesia Città di Montegrotto Terme 2019

  • Sunday 06-Jan -
    Thursday 30-May
  • Premio Ebook in…versi 2019

  • Monday 07-Jan -
    Sunday 30-Jun
  • XXIII Edizione Premio di Poesia Poeti dell'Adda 2018

  • Thursday 10-Jan -
    Monday 30-Sep
  • Premio Letterario Città di Melegnano 2018
  • Ultime novità  
    CONTRIBUTI
    Nessun nuovo contributo

    COMMENTI
    nelle ultime 48 ore

  • Bodymarket [+2]
  • Pulviscolo [+3]
  • La brutta balera [+10]
  • De imitatione Chr...
  • Dopo l'amore [+3]
  • Prendersi cura [+2]
  • Weltschmerz - Lin...
  • Buon Natale

  • LINKS
    nelle ultime 2 settimane

    Nessun nuovo link


     La casa dell’estate   
     Monday, 14 January 2019 @ 12:00
     Leggi il profilo di: gianna.curto
     Visualizzazioni: 283

    Poesie

    Scorrono silenziosi
    tra i ferri del balcone
    i ricordi
    lassù nella mia casa,
    ora casa dell'estate.

    Aspettano me, al freddo
    dei silenzi invernali,
    dentro gli spazi
    dove dorme la memoria delle gioie
    e dei dolori personali.

    Mi basta chiudere gli occhi
    per sentire le voci e le risate
    di tutti i miei cari,
    anche di chi
    da tempo ha lasciato questa terra.

    Perché non muore mai chi
    ha saputo vivere una vita vera.

    Là, ora casa dell'estate,
    ho lasciato le soddisfazioni
    conquistate
    e le delusioni amare
    per quello che non ho saputo dare.

    Ora riposano insieme ,gioia e dolore,
    tra la coscienza ed il cuore.

    Gianna 7 gennaio 2019



     



    La casa dell’estate | 13 Commenti | Crea un nuovo Account

    I seguenti commenti sono proprieta' di chi li ha inviati. Club Poeti non e' responsabile dei contenuti degli stessi.
    La casa dell’estate
    Contributo di: A.Sal.One on Monday, 14 January 2019 @ 13:25

    Bello leggere una tua poesia

    sempre. Formalmente perfetta

    non fa una grinza.

    Non riesco a dire altro e
    come potrei? Un fiume di ricordi
    si riversa alla memoria, perche`
    io ci sono stato a

    La casa dell'estate

    ed e` stato un onore e un privilegio.

    Un angolo incantevole della nostra
    bella Sicilia.

    ---
    Fare il critico e` facile
    e` fare poesia che e` difficile.

    [ ]

    La casa dell’estate
    Contributo di: Titta on Monday, 14 January 2019 @ 13:48
    Sembra quasi di intravederle le imposte di questa casa ricca di ricordi e respiri: socchiuse ma ancora accoglienti. Perchè dove c'è una voce, c'è vita. Ciao Gianna. --- Titta

    [ ]

    La casa dell’estate
    Contributo di: sghemba on Monday, 14 January 2019 @ 14:03
    pianto e rimpianto si fondono con una tenerezza toccante.
    anch’io ho lasciato “laggiù” la mia casa, ora casa vacanza e , credimi,
    avverto le stesse tue emozioni quando ci ritorno.
    mi è piaciuta moltissimo questa tua poesia del sentimento puro.

    m.

    [ ]

    La casa dell’estate
    Contributo di: Armida Bottini on Monday, 14 January 2019 @ 17:03
    Anch'io ho una casa antica ora casa dell'estate, in un paese piccolo come quello di Rio Bo. Come potrebbe essere diversamente gemella? Ciao. --- Midri

    [ ]

    La casa dell’estate
    Contributo di: Carmen on Monday, 14 January 2019 @ 18:23
    Cara Gianna,
    è un testo troppo elementare e
    scontato assaje.
    Di conseguenza, non mi ha colpito.



    ---
    Non c'è amore del vivere senza disperazione del vivere. Albert Camus

    [ ]

    La casa dell’estate
    Contributo di: Lorens on Monday, 14 January 2019 @ 19:03
    ... dentro le mura nella "casa dell'estate" si è consumato
    un tempo vitale di forti emozioni, una vita vissuta con gli
    affetti più cari laddove ricordi ancora vivi si mescolano
    con gioie e qualche dolore, forse ancora rimpianti tra gli
    spazi interni fino ai ferri del balcone nel gelido freddo
    invernale in attesa dell'estate che verrà ...

    Una lirica semplice ma intensa di emozionalità descrittiva e
    sentimento mai sopito ...

    Bene così ...

    ciao
    Lorens

    ---
    Lorens

    [ ]

    La casa dell’estate
    Contributo di: giovanni67 on Monday, 14 January 2019 @ 22:38
    Piacevole questa lettura,
    Ben ritrovata
    Alla prossima

    ---
    GIOVANNI67

    [ ]

    La casa dell’estate
    Contributo di: Orazio Nastasi on Tuesday, 15 January 2019 @ 15:00
    Venire a trovarti nel Club m'è piaciuto molto! Gli
    "amici" non si dimenticano, soprattutto se hanno
    contribuito a metterti a parte di una vita, di un amore,
    della gioia di sentirsi in comunione. E tu, Gianna, mi
    hai consentito di vivere questa esperienza, che la tua
    poesia offre alla memoria e al cuore.
    Complimenti, Gianna.
    Ti abbraccio.

    Orazio Nastasi
    Homo sum: humani nihil a me alienu puto (Terenzio)

    ---
    orazionastasi

    [ ]

    La casa dell’estate
    Contributo di: Dema on Wednesday, 16 January 2019 @ 00:09
    Si sciolgono in questi bellissimi
    versi le esperienze di una vita.
    La semplicità linguistica rispecchia
    la semplicità con la quale l'autrice
    ama la vita.
    Oltre ad una stella, un fiore a Gianna.
    Dema Paolo De Martini

    [ ]

    La casa dell’estate
    Contributo di: indio on Wednesday, 16 January 2019 @ 11:36
    ...pianto e rimpianto si fondono con tenerezza.

    toccante.

    ---
    mitakuye oyasin

    indio

    [ ]

    La casa dell’estate
    Contributo di: dario moletti on Thursday, 17 January 2019 @ 11:56
    cara non muore mai chi rompe il C....!!!! sul resto un po' di malinconia me l'ha data quindi

    [ ]

    La casa dell’estate
    Contributo di: maripiero on Thursday, 17 January 2019 @ 12:36
    ora riposano insieme gioia e dolore.
    la chiusa che ritrova tutto il senso compiuto e speriamo
    ancora da compiere della propria vita, cancella qualunque
    rimpianto o malinconia che poteva affacciarsi tra verso e
    verso, perché un luogo dove tornare e ritornare non è mai
    perduto.
    Bella e carezzevole e a suo modo consolatoria.
    P.s. Io ci sono tornata a vivere da un paio d'anni in
    quella che era la casa della memoria.
    Ciao.

    ---
    Maripiero

    [ ]

    La casa dell’estate
    Contributo di: LoSpettro on Thursday, 17 January 2019 @ 13:00
    Non mi piace quel secco ripetersi che capovolge e rovescia in terra la strofa. Mi riferisco alla ripetizione di "casa" nel 4 e 5 verso: quell'impuntare, quel oramai ancestrale modo di fare, appare come una forzatura che tu autrice rifili costringendo a stringere il pensiero al lettore. Non è necessario. Era di più eleganza un far apparire. Che sia, l'interpretabilità di una poesia sempre un arbitrio di chi la vuole interpretare!

    "Perché non muore mai chi ha saputo vivere una vita vera." può essere vista come banalizzante se lasciata come affermazione a sé stante. Ma non è così. L'apparente incompiutezza esplicativa viene evitata nella strofa successiva dove "Là, ora casa dell'estate, ho lasciato le soddisfazioni conquistate e le delusioni amare per quello che non ho saputo dare.". Quindi, vivere una vita vera, è come quel che si è fatto nella tua vita: compiere conquiste e maturare delusioni. E aver dato, dato tanto. Va benissimo. Ma nel modo in cui hai espresso il tutto, lo vedo come autoreferenzialità eccessiva.

    "Là, ora casa dell'estate, ..." di nuovo questa insistenza a ricordare la casa, casa dell'estate.

    In conclusione, la tua poesia non è nelle mie corde per questo modo di porsi nei confronti di chi legge in quel determinato verso affermativo sopra citato. Vedo, ma forse solo io, un quel fare da maestro Perboni, personaggio che m'ha tanto affascinato - come altri personaggi del resto - nel libro Cuore del De Amicis ma si cade nella doppia interpretabilità del perbenismo autoreferenziale: io sono il modello e voi dovete solo seguirmi!

    [ ]

    Opzioni  
  • Invia il Contributo a un amico
  • Contributo in Formato Stampa

  •  Copyright © 1999-2019 ..::Il Club dei Poeti::..
     Associazione Culturale Il Club degli autori Partita Iva e Codice Fiscale 11888170153
    Tutti i marchi e copyrights su questa pagina appartengono ai rispettivi proprietari.