club.it
clubpoeti.it
club.it
 Benvenuto su ..::Il Club dei Poeti::.. Sunday, 20 January 2019 @ 14:05 
Invia il tuo racconto | Invia la tua poesia | Faq | Contatti
Argomenti  
Home
Poesie (2676/4)
Racconti (1020/1)
Saggi (14/0)

Eventi  
Eventi nel sito

Wednesday 03-Oct -
Wednesday 30-Jan
  • Premio Il Club dei Poeti 2019
  • Ultime novità  
    CONTRIBUTI
    Nessun nuovo contributo

    COMMENTI
    nelle ultime 48 ore

  • Impellenze [+2]
  • Un irrefrenabile ...
  • Il mio piccolo Na...
  • Ci vorrebbe più t... [+6]
  • Aurora,certezze [+4]
  • bedtime
  • Tempi duri
  • se fossi cristiano [+2]
  • Moby Dick  [+4]
  • E tutto sta
  • Madre [+4]
  • Monetina [+4]
  • Un sorso di vita [+3]
  • I disoccupati
  • Sciacalli con le ...

  • LINKS
    nelle ultime 2 settimane

    Nessun nuovo link


     Memorialia   
     Thursday, 03 January 2019 @ 11:00
     Leggi il profilo di: Lindy
     Visualizzazioni: 349

    Poesie




      Memorialia 
      RAM
      
      … e infine
      NESSUNO ha vinto.
      Tutti perdenti!
      
      Se universo è…
      Domanda,
      il punto qual è?
      
      Incremento binario, 
      Vortice spazio- tempo
      in cui precipitare.
      
      Dolce inquietudine
      unita al sogno così
      Godot  congiunge. 
       
      Crono in Clessidra,  
      eterno presente.


     



    Memorialia | 12 Commenti | Crea un nuovo Account

    I seguenti commenti sono proprieta' di chi li ha inviati. Club Poeti non e' responsabile dei contenuti degli stessi.
    Memorialia
    Contributo di: Carmen on Thursday, 03 January 2019 @ 13:00
    Mi avete stufato con questi componimenti asettici. Ma a dimostrare cosa? Che siete al di sopra degli umani sentimenti? Voglio dire, che modo è di esprimere in siffatto modo sterile, telegrammatico, da obitorio, direi, ciò che sentite? Ormai, anche questa modalità è superata. Si dovrebbe fare un passo indietro senza precipitare. --- Non c'è amore del vivere senza disperazione del vivere. Albert Camus

    [ ]

    Memorialia
    Contributo di: epitteto on Thursday, 03 January 2019 @ 15:17
    Quel titolo di nuovo conio la dice tutta.
    Per il resto mi accodo a Carmen di sopra, la quale come sempre non ha peli sulla lingua.
    Della quale Carmen mi meraviglia la resistenza all'assurdo poetico.
    Io tempo fa ebbi a scoppiarne in precipitosa fuga...
    Ma pare che nel frattempo nulla sia cambiato.
    Isidoro


    [ ]

    Memorialia
    Contributo di: Odranoel&Franka on Thursday, 03 January 2019 @ 17:15
    Scheda madre

    ——LeoNico

    C'è un'inquietudine santa dentro il cuore mio e tuo.

    Ti ama perché ti ha creato Lui e senza di Te non si può fare.

    [ ]

    Memorialia
    Contributo di: Lorens on Thursday, 03 January 2019 @ 17:39
    ... c'è senz'altro della timida follia di pensiero in questo
    gettito lirico uso "spot" a testimonianza d'inquietudine tra
    domande baluginanti significati irraggiungibili per
    assonanza e determinazione ...

    Bene così Lindy, in questa apprezzata follia poetica ...

    Auguri ...

    ciao
    Lorens

    ---
    Lorens

    [ ]

    Memorialia
    Contributo di: A.Sal.One on Friday, 04 January 2019 @ 02:04

    Memorialia

    ma che roba e`?

    ---
    Io faccio poesia,
    la letteratura
    la lascio fare ai
    critici.

    [ ]

    Memorialia
    Contributo di: LoSpettro on Tuesday, 08 January 2019 @ 07:37
    Mi associo agli altri nel dire cosa tratta questa pseudo-poesia, comprensibile credo solo all'autrice. Mi domando come si possa pensare di rifilare un gettito di parole tali con nessi e fili sottili ( sono buono) come collegamenti, compiacersi e credere di raccogliere consensi. So di ripetermi: dov'è sta la fatica del poetare in queste parole. Se oggi poetare è reiventare qualcosa di logico, oltrepassare quel che fino ad ora sì è detto e non sforzarsi di far comprendere il messaggio, abbozzare un'idea, fare una citazione per gentilirla, mostrare con parole disconnesse lo straniamento dell'io e l'asperità della vita e forzare il lettore ad un lavoro di comprensione, di identificazione, è veramente diventata un'arte fasulla. Ma non è così.

    [ ]

    Memorialia
    Contributo di: Titta on Tuesday, 08 January 2019 @ 14:39
    "Dolce inquietudine unita al sogno così Godot congiunge."

    Solo qui non sono disorientata !

    ---
    Titta

    [ ]

    Memorialia
    Contributo di: frame on Tuesday, 08 January 2019 @ 15:00
    Forse c’è un filo che unisce le strofe, ma è così sottile
    che non si vede, tuttavia, anche se fossero pensieri
    slegati, ricordi, enigmi, memorie per l’appunto, be’, non
    sono niente male. Non così impossibili da decifrare come
    sembra a prima lettura.

    ---
    Frame

    [ ]

    Memorialia
    Contributo di: Viridis on Wednesday, 09 January 2019 @ 16:38

    Impossibile per me decifrare i tuoi versi.
    Frullata nel vortice spazio-tempo
    sento solo freddo.

    ---
    viridis

    [ ]

    Memorialia
    Contributo di: Elysa on Wednesday, 09 January 2019 @ 21:39
    Mi piace molto quel crono in clessidra...il resto è un po' folle ma è Lindy. --- Elysa

    [ ]

    Memorialia
    Contributo di: Armida Bottini on Friday, 11 January 2019 @ 11:24
    Ciao. --- Midri

    [ ]

    Memorialia
    Contributo di: sghemba on Sunday, 13 January 2019 @ 15:53
    mah, Lindy. (faccio quella fuori coro o, se vuoi, stonata, vabbè, tanto sono sghemba):
    mi piace un frego questa Poesia!
    l’avrei titolata diversamente questa tua, in apparenza, pseudo-poesia.
    l’avrei chiamata “caos”, che più propriamente avrebbe assolto all’esplicazione
    del tuo dire, a mio dire, affatto compreso dalla “compagnia del club”.
    sai cosa penso io?: che su qui c’è molta scontatezza (non certo per vocazione
    insita o per deficit qualitativo, chè la qualità non manca ), ma per pigrizia,
    a volte, di soffermarsi di più su testi (come il tuo) che a prima vista appaiono ostici.
    anche a me, il primo approccio, mi ha fatto storcere il maso.
    poi l’ho riletta e riletta e quel “Crono in Clessidra, eterno presente” della chiusa,
    ha continuato a rimbalzarmi, come una pallina da ping pong, all’inizio,
    a quell’ “infine NESSUNO ha vinto”, che è la chiave della tua creatura poetica.
    hai spalancato con questi tuoi versi stringati e, quasi, del “nonsense”,
    voragini speculativi non di poco conto, specie se si va anche a scavare nel
    sostrato esistenziale che tu, con maestria, hai intercalato nella seconda strofa
    con questo dpmandarti e domandare:

    Se universo è…
    Domanda,
    il punto qual è?

    formidabile, inoltre, il richiamo a Godot che congiunge (senza mai giungere).
    parrebbe una distonia se non legato all’eterno presente
    (del tempo in clessidra) che è negazione e, nello stesso tempo,
    precipua necessità dell’esistere, pure sotto i profili cosmico e cosmologico, in fatto di “caos”.

    che ne pensi? arriverà Godot?

    stramberie, da sghemba.

    [ ]

    Opzioni  
  • Invia il Contributo a un amico
  • Contributo in Formato Stampa

  •  Copyright © 1999-2019 ..::Il Club dei Poeti::..
     Associazione Culturale Il Club degli autori Partita Iva e Codice Fiscale 11888170153
    Tutti i marchi e copyrights su questa pagina appartengono ai rispettivi proprietari.