club.it
clubpoeti.it
club.it
 Benvenuto su ..::Il Club dei Poeti::.. Sunday, 23 September 2018 @ 16:01 
Invia il tuo racconto | Invia la tua poesia | Faq | Contatti
Argomenti  
Home
Poesie (2670/1)
Racconti (1018/0)
Saggi (12/0)

Clubpoeti.it sostiene la coscienza degli animali  

Eventi  
Eventi nel sito

Saturday 03-Feb -
Sunday 30-Sep
  • Premio Letterario Città di Melegnano 2018

  • Monday 12-Mar -
    Tuesday 30-Oct
  • Premio di Poesia Ottavio Nipoti - Ferrera Erbognone 2018

  • Wednesday 28-Mar -
    Friday 30-Nov
  • Premio Il Club degli autori 2018-2019 Trofeo Umberto Montefameglio

  • Sunday 01-Apr -
    Sunday 30-Dec
  • Premio Jacques Prèvert 2019
  • Ultime novità  
    CONTRIBUTI
    Nessun nuovo contributo

    COMMENTI
    nelle ultime 48 ore

  • ottimo direi  [+6]
  • A cosa stai pensando [+5]
  • La saliva [+4]
  • Interpretazioni [+3]
  • Zamani [+3]
  • Esercizio di lett... [+2]
  • Amore to go
  • Un sabato per noi... [+2]
  • Cocciopesto
  • Cervello obeso
  • cose di poca impo...

  • LINKS
    nelle ultime 2 settimane

    Nessun nuovo link


     Lunga vita alla Malinconia!   
     Thursday, 06 September 2018 @ 14:30
     Leggi il profilo di: Elysa
     Visualizzazioni: 470

    Poesie

    Sul piccolo balcone
    a picco sul passato
    si posa come gazza ladra
    la Malinconia.

    Ha rubato oggetti luccicanti
    li sposta qua e là soddisfatta
    inclina il capino curioso,
    fa una magia.

    Ritorna amabile una rossa ferita
    coraggiosa,
    vecchi stivali indossati nella neve,
    l’unico schiaffo di mio padre.

    Quanta vita questa Malinconia!
    Quanto a lungo vola
    e mai riposa.


    30 luglio 2018

     



    Lunga vita alla Malinconia! | 17 Commenti | Crea un nuovo Account

    I seguenti commenti sono proprieta' di chi li ha inviati. Club Poeti non e' responsabile dei contenuti degli stessi.
    Lunga vita alla Malinconia!
    Contributo di: Mecroarco on Thursday, 06 September 2018 @ 17:06
    Una bella poesia che offre interessanti spunti di riflessione. Credo di non sbagliarmi quando dico che questa poesia è una delle migliori, se non la migliore, rappresentazione della vera essenza della malinconia: l'andare a cercare (la gazza), nei meandri della memoria (il passato), i ricordi di un tempo e guardarli, riviverli nella nostra mente (il balcone) con quella gioiosa tristezza di sapere che ciò che abbiamo recuperato è stato e più non sarà nel mondo reale, ma sarà per sempre nella nostra mente. Insomma, una poesia molto evocativa e potente nella sua semplicità stilistica ma non contenutistica. Davvero un lavoro ben riuscito, complimenti! Mecroarco

    [ ]

    Lunga vita alla Malinconia!
    Contributo di: trimacassi on Friday, 07 September 2018 @ 08:16
    Un modo originale per fare emergere la Malinconia, come una
    gazza ladra, astuto e intelligentissimo uccello, dal fare
    circospetto. La malinconia, si sa bene, è il ricordo caro dei
    momenti più belli, delle cose che ci appartengono, che amiamo
    nel profondo.
    Direi una buona prova, all'altezza delle tue precedenti.
    Un saluto

    ---
    trimacassi



    [ ]

    Lunga vita alla Malinconia!
    Contributo di: zio-silen on Friday, 07 September 2018 @ 10:53
    Avrei evitato quel "ladra" dopo gazza
    (l'aggettivazione non essenziale appesantisce
    e rende disarmonico il testo)
    considerato che, con la seconda strofa, ci
    comunichi che "ha rubato".

    A corredo della "ferita" (terza strofa) hai posto
    "amabile, rossa, coraggiosa": mi sembra eccessivo.
    Mi limiterei ad "amabile" (meno scontato l'accoppiamento).

    Nella quarta stanza non rimenzionerei la malinconia: gia'
    nel titolo con tanto di maiuscola (lascerei qualcosa al lettore).

    Nel complesso gradevole.

    Stelle.

    ---
    zio-silen

    [ ]

    Lunga vita alla Malinconia!
    Contributo di: joshua on Saturday, 08 September 2018 @ 19:46
    La rossa FERITA coraggiosa chi è? The Lady with the lamp?
    No, cara Elysa, Te lo dico con tutto il bene che Ti voglio possibile, secondo me questa Malinconia non vola (specialmente in quanto Maiuscola).
    E se vuoi Ti dico anche cosa la zavorra, che è non tanto il paragone aviario, quanto la resa verbale piuttosto piatta e totalmente disambiguata (ad esempio: hai mai visto una M/malinconia soddisfatta? Io no, per definizione.
    E neanche una gazza del luccichìo della patina, a dire il vero, ma per biologica costrizione).
    Credo sia per questa scarsa capacità a reggerlo linguisticamente (pensatamente) che il paragone rossiniano presto si perde in una presunta magia del ladresco uccello e poi si annacqua nella risacca canzonettistica, con la terzina finale che, appunto, vorrebbe volare, ma finisce per inciampare nel ritornello Old Sanremo (domanda: svendono ancora gabbiette per la malinconia nell’onnipresente consenziente?).
    Ciao
    j

    [ ]

    Lunga vita alla Malinconia!
    Contributo di: Pale shelter on Saturday, 08 September 2018 @ 22:20
    anche a me non convince, Elysa. Faccio mie le osservazioni dello zio, decisamente centrate, e come lui dico che è senz'altro gradevole da leggere ma nondimeno la trovo, sinceramente, un po' acerba, un po' meno curata delle altre tue.
    Un saluto.

    Franco

    [ ]

    Lunga vita alla Malinconia!
    Contributo di: cordaccia on Sunday, 09 September 2018 @ 12:51
    Fa capolino Masini con la sua
    malinconoia,illuminata da una (ra?)gazza
    ladra.
    Togliendo una "i" all'ultimo verso
    ,diventerebbe mariposa e darebbe uno slancio
    seppur effimero (come non insegna Belen).
    Bene comunque.
    Ciao Elysa :)

    [ ]

    Lunga vita alla Malinconia!
    Contributo di: PattiS. on Sunday, 09 September 2018 @ 20:15
    ma,... il Suggeritore Occulto Dei Lemmi Difficili è Morto? Oppure, solo in Vacanza?
    Comunque credo più alle parole di Asia Argento che alla genuinità fatata azzurrina
    (ah...quante ne sono passate!), di questa poesia. Son sincera (lo so, rompo le
    zucche).

    ---
    ...playing a game of worlds...V. Nabokov

    [ ]

    Lunga vita alla Malinconia!
    Contributo di: Elysa on Monday, 10 September 2018 @ 07:05
    carissima Patty nessuno mi suggerisce nulla, ritengo di avare sufficiente cervello per scrivere quello che sento e voglio senza farmi inoculare idee da altri, al massimo ascolto i consigli di quelli che commentano con interesse e in modo educato e costruttivo. I lemmi difficili li trovo da sola e a se non ne conosco il significato lo cerco su un bel dizionario o su internet e lo imparo...tu quand' è che imparerai a tenere a freno il tuo cinismo? credimi non è costruttivo e normalmente non facilita il raggiungimento della serenità e del buon umore . Un caro saluto a tutti a presto. --- Elysa

    [ ]

    Lunga vita alla Malinconia!
    Contributo di: Carmen on Monday, 10 September 2018 @ 09:53
    No.

    ---
    Non c'è amore del vivere senza disperazione del vivere. Albert Camus

    [ ]

    Lunga vita alla Malinconia!
    Contributo di: scoriaindustrial on Monday, 10 September 2018 @ 19:19
    Elisa...considero questa come un inciampare sul selciato.
    Eri sulla buona strada. Che è successo?
    Ti sei lasciata accecare dai manierismi "rossiniani" come
    il buon Josh evidenzia (e che starei parecchio ad
    ascoltare), ma sotto del buono, c'è: liberata dalla
    zavorra, appunto, qua molto fastidiosa ecco emergere
    l'essenza, che forse neanche tu hai visto e che con lo
    stile che hai scelto passa inosservata. Per fortuna io
    sono una scoria e conosco, indirettamente, l'arte
    minatoria:-):

    Sul piccolo balcone
    a picco sul passato
    oggetti luccicanti
    qua e là una magia.
    Una ferita rossa come il coraggio
    vecchi stivali indossati nella neve
    l’unico schiaffo di mio padre.

    ps: e intitolala pure "Gaza ladra" a questo punto e
    lascia
    al lettore i possibili "collegamenti" mentali. La
    malinconia, senza nominarla, maiuscola per giunta, verrà
    da sé.


    ---
    “Ora anche la parete si sbriciola sul viso e all’affondare d’unghie sanguina
    e l’inarcarsi delle schiene graffia come se ci conoscessimo da sempre.”
    - scor

    [ ]

    Lunga vita alla Malinconia!
    Contributo di: dragonero on Monday, 10 September 2018 @ 19:29
    leggo i commenti e capisco che la mia scelta di non
    mettere piu nulla su questo sito è in fondo giusta, da
    sempre per colpa e parlo di arroganza di pochi . in molti
    hanno lasciato il sito, gente che lo arricchiva e che
    sicuramente si è come me, stancata di tutti gli apostoli
    della poesia "come la vedo io.. "
    fai bene a difenderti Elysa perchè quando qualcuno mi
    dirà come deve essere scritto un testo che sia valido per
    tutti vorrà dire che l'unicità delle persone si è persa,
    la tua poesia a mio leggere parte dal terzo verso dove il
    ricordo è più acuto, dove si sente davvero un disagio che
    non è solo malinconia ma anche un ricordo vivo che se non
    ferisce ti porta dentro a Te stessa in un mondo fatto di
    piccole cose, cose che in fondo sono l'accumularsi dei
    giorni dei fatti , delle persone che hanno visto e
    condiviso ecco allora che l'unico schiaffo di tuo padre
    diventa non un dolore ma un gesto che tu adesso forse
    capisci .. credo che quelli stivali ti abbiano fatto
    correre a lungo in quei luoghi che sono tuoi e che tanto
    ami e che la gazza sia in fondo Te stessa ..solo che non
    hai rubato ma sicuramente ricordato .. questo è in fondo
    l'andare malinconico del vivere e della trasformazione
    poi a tutti che dire ? pisa pi curt ( non so se sia
    esatto sono di Verona )
    continua a scrivere quello che senti che i Lemmi gli
    lasciamo alle persone colte
    (f)

    [ ]

    Lunga vita alla Malinconia!
    Contributo di: Titta on Wednesday, 12 September 2018 @ 12:00
    Questa poesia ha a mio parere un tono fiabesco, quella freschezza tipica di chi conserva una certa purezza di cuore malgrado gli avvenimenti della vita. E poi ci avverto uno spirito alto, quello che dovrebbe più spesso aleggiare qua dentro ! Sarebbe più piacevole tornarci. Elysa cara, sempre bello vederti alle prese con nuovi scenari. --- Titta

    [ ]

    Lunga vita alla Malinconia!
    Contributo di: LoSpettro on Thursday, 13 September 2018 @ 23:05
    Apprezzabile senz'altro, pur, nel suo complesso, non invitando a maggior ammirevoli considerazioni. Par tu seguire le stesse orme d'un Palladio, che, permettimi un'accostamento con un'architettonica antica, nel poggiare il suo architrave non si invogliava a scovar alcuna forma di evoluzione. Mi spiego meglio: Sul piccolo balcone/a picco sul passato/si posa come gazza ladra/la Malinconia" è una quartina sicuramente ben confezionata ma non induce a nessuna sorta d'effetto che vada oltre al testo scritto. Di fascino non sovrabbonda nemmeno la strofa successiva, leggero è il motivetto ornamentale ripreso da forme naturalistiche, che, gioco e azzardo con 'naturalistiche', voglion escludere una realtà inventata per poi riprodurla oggettivamente: "[..]inclina il capino curioso,/fa una magia.". Rimane solo l'accenno di un qualcosa che può essere un baluginio di fantasiosa soggettività, anche se rileggendo più volte, quel tuo modo di esser assente poeticamente nei primi versi voglia dar vigore a quel trittico di ricordi che sfiatano nella seconda parte della poesia. E allora rimarrebbe ottima la scelta stilistica, rimarrebbe però! Non lo è. Troppo è lo stacco dell'ultima terzina, troppa la distanza da un disegno che pareva aver un'eccentrica unità. Mi associo al commento di Joshua: in sostanza la resa verbale rimane piuttosto piatta e totalmente disambiguata. A men che, concludo ora veramente, la tua soggettività, la tua fantasia, quel che ammirevole deve restare del tuo componimento sia il limitato paragone Gazza Ladra-Malinconia. Ma non voglio crederlo.

    [ ]

    Lunga vita alla Malinconia!
    Contributo di: Dema on Monday, 17 September 2018 @ 12:27
    Poesia come al solito delicata e gentile nella presentazione dell immagini. Il paragone della malinconia alla gazza è un punto di vista che rende una delle sensazioni più innate nell'animo umano semplicemente naturale. Dema Paolo De Martini

    [ ]

    Lunga vita alla Malinconia!
    Contributo di: jane on Monday, 17 September 2018 @ 16:57
    Penso tu abbia rispolverato una delle prime poesie scritte in passato, più semplice,campestre quasi alla Vispa Teresa.
    Leggo i commenti degli altri e li condivido. Comunque grazie lo stesso per questa tua Malinconia che non si piange addosso ma è inaspettatamente giocosa e dispettosa, quasi col sorrisetto sulle labbra.

    ---
    Il Poeta assomiglia al principe dei nembi
    Che abita la tempesta e ride dell’arciere;
    Ma esule sulla terra, al centro degli scherni,
    Per le ali di gigante

    [ ]

    Lunga vita alla Malinconia!
    Contributo di: telemaco on Tuesday, 18 September 2018 @ 17:19
    Ci sono cose che mi piacciono, come la gazza , predatrice di ricordi luccicanti.
    Mi piace anche l'unico schiaffo del padre, uno scuotersi per entrare ella realtà.
    Non mi piace la ferita rossa e nemmeno gli ultimi tre versi troppo scontati.

    ---
    telemaco

    [ ]

    Lunga vita alla Malinconia!
    Contributo di: ablablabla on Tuesday, 18 September 2018 @ 17:48

    Quanta vita questa Malinconia!


    [ ]

    Opzioni  
  • Invia il Contributo a un amico
  • Contributo in Formato Stampa

  •  Copyright © 1999-2018 ..::Il Club dei Poeti::..
     Associazione Culturale Il Club degli autori Partita Iva e Codice Fiscale 11888170153
    Tutti i marchi e copyrights su questa pagina appartengono ai rispettivi proprietari.