Perpetua Fenice - Cara voce

Monday, 09 July 2018 @ 11:15

Leggi il profilo di: biancaneutra

Fenice

Il tuo nome spazza via voci e grida di demoni. Come te ho bruciato e incenerito le mie carni e dalle stesse risorta. Ardente di fuoco è il mio scudo, fiera di piume l'anima!. Servano le tue ceneri, affinché il vento le agiti e io possa respirarne ancora. Ho sollevato la testa e ho spostato il mio sguardo sposando te.
Ho bruciato in questo fuoco, ho giocato e ballato fino alla tua porta, per imparare poi a morire da sola .. Adesso ci sono, profumata di balsami e spezie, incendio l'inutilità... Risorgo dalla memoria di un canto che non dimentico, propria e perpetua la sua melodia. Emergo dalle fiamme con le ali dell'Anima... Servano le mie lacrime a quegli occhi che per il pianto non possono più bruciare e a melodie per incantare d'amore..

**********

Cara voce, tu continui a parlarmi dentro emergente tra le altre, la mia attenzione ti appartiene.
Sei così forte da togliere il volume a tutto il resto.
In preda al tuo dire, come grembo materno ti cullo e consolo.
Cara voce, parlami di te, perché a me?. Seppur ti sento, di te dicono che non esisti, dicerie dell'aria, l'aria non si vede ma lei stessa mi permette di respirare per non morire. Cara voce,impera in meCara.
Urla di questo amore che più non tocco,accarezza il mio pianto. Rendimi liberaCara voce, tu continui a parlarmi dentro emergente tra le altre, la mia attenzione ti appartiene.
Sei così forte da togliere il volume a tutto il resto.
In preda al tuo dire, come grembo materno ti cullo e consolo.
Cara voce, parlami di te, perché a me?. Seppur ti sento, di te dicono che non esisti, dicerie dell'aria, l'aria non si vede ma lei stessa mi permette di respirare per non morire. Cara voce,impera in meCara.
Urla di questo amore che più non tocco,accarezza il mio pianto. Rendimi libera

12 Commenti



http://vetrina.clubpoeti.it/article.php?story=20180706102245714