club.it
clubpoeti.it
club.it
 Benvenuto su ..::Il Club dei Poeti::.. Sunday, 24 June 2018 @ 22:33 
Invia il tuo racconto | Invia la tua poesia | Faq | Contatti
Argomenti  
Home
Poesie (2671/4)
Racconti (1019/1)
Saggi (11/0)

Clubpoeti.it sostiene la coscienza degli animali  

Eventi  
Eventi nel sito

Sunday 07-Jan -
Monday 30-Jul
  • XXIII Edizione Premio di Poesia Poeti dell'Adda 2018

  • Tuesday 09-Jan -
    Thursday 30-Aug
  • Premio Città di Monza 2018

  • Saturday 03-Feb -
    Sunday 30-Sep
  • Premio Letterario Città di Melegnano 2018

  • Monday 12-Mar -
    Tuesday 30-Oct
  • Premio di Poesia Ottavio Nipoti - Ferrera Erbognone 2018

  • Wednesday 28-Mar -
    Friday 30-Nov
  • Premio Il Club degli autori 2018-2019 Trofeo Umberto Montefameglio

  • Sunday 01-Apr -
    Sunday 30-Dec
  • Premio Jacques Prèvert 2019
  • Ultime novità  
    CONTRIBUTI
    Nessun nuovo contributo

    COMMENTI
    nelle ultime 48 ore

  • Nòstos [+5]
  • Pause di felicità [+2]
  • Non è passato nes... [+3]
  • Al cimitero per u... [+2]
  •  Belìce Bel  Paese
  • Capisci me
  • Normale

  • LINKS
    nelle ultime 2 settimane

    Nessun nuovo link


     Normale   
     Monday, 04 June 2018 @ 18:00
     Leggi il profilo di: spiarmy
     Visualizzazioni: 316

    Poesie

    C’è poca luce all’alba
    dritti i cavalli nella nebbia
    pascono nei covoni di fieno
    Già inseguono il cinghiale
    cacciatori e cani.

    S’affollano treni, tram e metrò
    scottano tazzine, fuma il caffé
    striscia il serpente sulla strada
    lento sul raccordo inceppato.

    Lo psichiatra pensa sia normale
    il numero sette della fila
    l’astanteria che freme irrequieta
    l’odore forte di benzodiazepine.

    Non amo nessuno, dottore.
    E nessuno mi ama.

     



    Normale | 14 Commenti | Crea un nuovo Account

    I seguenti commenti sono proprieta' di chi li ha inviati. Club Poeti non e' responsabile dei contenuti degli stessi.
    Normale
    Contributo di: Lorens on Monday, 04 June 2018 @ 18:36
    ... riscontrabile una normalità ben diffusa e sui generis
    negli scenari quotidiani di "normale" vita ordinaria come un
    film reale in diffusione abitudinaria ...

    La chiusa dallo psichiatra è la conferma dell'assenza di
    connotati amorevoli laddove si possa stabilire un rapporto
    umano e non la consuetudine di normalizzare per grossolano
    anche un sentimento che genera emozione.

    Bene così per la proverbiale liricità in collettività che
    spesso vive senza motivazioni rinnovabili ma solo per
    consumata routine.

    ciao
    Lorens

    ---
    Lorens

    [ ]

    Normale
    Contributo di: gianna.curto on Monday, 04 June 2018 @ 19:43
    Non è NORMALE non amare nessuno e non essere amati L'amore dato e ricevuto aiuta a vivere ---** --- Gianna

    [ ]

    Normale
    Contributo di: Titta on Tuesday, 05 June 2018 @ 09:52
    Il mondo va avanti sempre e comunque.

    Con o senza parole, con o senza sguardi su di noi e sul nostro vivere.

    Pochi versi per una inquietudine potente.
    Solo il titolo afferma senza pudore alcuno.



    ---
    Titta

    [ ]

    Normale
    Contributo di: gricio on Tuesday, 05 June 2018 @ 15:22
    Una delle cose più belle che mi è capitato di leggere qui nel club. Complimenti vivissimi, le immagini sono fotografiche e preparano ad un finale che spiazza ma che, a ben vedere, non pootrebbe essere costruito diversamente. --- "parlare di musica è come ballare di architettura" (F.Zappa) http://gricio-gricio.blogspot.com/

    [ ]

    Normale
    Contributo di: Armida Bottini on Tuesday, 05 June 2018 @ 15:26
    anche questo è amore, amico. 5 stelline assegnate con amore
    e per amore, ciao.

    ---
    Midri

    [ ]

    Normale
    Contributo di: sghemba on Tuesday, 05 June 2018 @ 17:12

    … azz!... sembra il seguito del testo dell’inquilina di sopra, scherzo, naturalmente.
    ma mica tanto. forma e ritmo diversi ma la sostanza è in parte simile:
    d’amore si tratta o, in questo caso, di apparente non amore.
    sì il confine tra normale e anormale è sottile, a volte, addirittura, neanche lo si scorge,
    e lo è anche tra amore e non amore.

    eccerto, questo testo si apre su scenari che sono il preludio dello sfinimento
    psichico che conduce dritti, dritti verso la negazione del tutto e anche del/di sé.

    questa è una poesia spiazzante, di quelle però che alla fine ti lasciano in bocca
    un sapore agrodolce (l’amarezza del contenuto e la soavità poetica di cui e permeata).

    che dirti d’altro? eggià dottore, pensa sia normale che nessuno mi ami?


    [ ]

    Normale
    Contributo di: A.Sal.One on Wednesday, 06 June 2018 @ 05:01

    Tu pensi sia

    Normale

    il doversi chiedere

    cosa sia

    l’astanteria da benzodiazepine?

    ---
    Un Sal.uto

    [ ]

    Normale
    Contributo di: trimacassi on Wednesday, 06 June 2018 @ 08:14
    Il mondo ridotto a un ospedale psichiatrico, è quasi una
    normalità. Ci manca solo che ci scanniamo l'uno con
    l'altro...
    E' così, almeno, che io l'ho vista.

    ---
    trimacassi



    [ ]

    Normale
    Contributo di: Elysa on Wednesday, 06 June 2018 @ 09:19
    è una poesia molto lucida e cinica...la normalità nell'anormalità della vita che facciamo, quasi tutti bisognosi di analisi e sempre più soli...spero non sia autobiografica davvero la chiusa...tutti abbiamo qualcuno che ci ama e qualcuno che amiamo, --- Elysa

    [ ]

    Normale
    Contributo di: Viridis on Friday, 08 June 2018 @ 15:53
    Colpita e affondata, caro Spiarmy.
    Il contrasto tra la prima e la seconda strofa
    "scottano tazzine" e quel laconico ma potente
    finale fanno dei tuoi versi una bellissima poesia
    (almeno per me, che son l'astanteria).

    ---
    viridis

    [ ]

    Normale
    Contributo di: Carmen on Wednesday, 13 June 2018 @ 09:32
    Sono con Lorens, Gianna e Trimm.
    Buone riflessioni.
    So bene di cosa si parla e la cosa
    tragica è avere tanta vita dentro e
    farsela schiacciare dalle
    benzodiazepine.
    Horror.

    ---
    La vita va capita solo all'indietro, ma va vissuta in avanti"
    Soren Kierkegaard

    [ ]

    Normale
    Contributo di: Dema on Saturday, 16 June 2018 @ 12:21
    Poesia che può essere interpreatata in diversi modi. Non amo nussuno e nessuno ama me. Concordo con Gianna. A volte non ci sentiamo amati per il semplice motivo che non siamo in grado di costruire vincoli affettivi. Non sappiamo come crearli e come mantenerli vivi. Se non ci sentiamo amati, è come se ci mancasse il cibo o il sonno per la sopravvivenza e se ci manca l'affetto si sconvolge la sopravvivenza emotiva. Forse ci nascondiamo dietro ad una finta pelle isolandoci. E allora anche la confusione la quotidianeità diventa una realtà che ci deluderà costantemente. Dema Paolo De Martini

    [ ]

    Normale
    Contributo di: PattiS. on Saturday, 16 June 2018 @ 22:47
    mi è piaciuta molto.

    ---
    ...playing a game of worlds...V. Nabokov

    [ ]

    Normale
    Contributo di: Bosio on Saturday, 23 June 2018 @ 11:14
    Geniale tutto e niente,i farmaci sono la salvezza.
    Buona cruda di espressione ma ti conquista,secondo il mio
    parere.

    Bosio

    "Non so dove inizia la stupidità umana ma so dove finisce"


    ---
    Bosio

    [ ]

    Opzioni  
  • Invia il Contributo a un amico
  • Contributo in Formato Stampa

  •  Copyright © 1999-2018 ..::Il Club dei Poeti::..
     Associazione Culturale Il Club degli autori Partita Iva e Codice Fiscale 11888170153
    Tutti i marchi e copyrights su questa pagina appartengono ai rispettivi proprietari.