club.it
clubpoeti.it
club.it
 Benvenuto su ..::Il Club dei Poeti::.. Sunday, 22 July 2018 @ 08:48 
Invia il tuo racconto | Invia la tua poesia | Faq | Contatti
Argomenti  
Home
Poesie (2669/1)
Racconti (1018/0)
Saggi (11/0)

Clubpoeti.it sostiene la coscienza degli animali  

Eventi  
Eventi nel sito

Sunday 07-Jan -
Monday 30-Jul
  • XXIII Edizione Premio di Poesia Poeti dell'Adda 2018

  • Tuesday 09-Jan -
    Thursday 30-Aug
  • Premio Città di Monza 2018

  • Saturday 03-Feb -
    Sunday 30-Sep
  • Premio Letterario Città di Melegnano 2018

  • Monday 12-Mar -
    Tuesday 30-Oct
  • Premio di Poesia Ottavio Nipoti - Ferrera Erbognone 2018

  • Wednesday 28-Mar -
    Friday 30-Nov
  • Premio Il Club degli autori 2018-2019 Trofeo Umberto Montefameglio

  • Sunday 01-Apr -
    Sunday 30-Dec
  • Premio Jacques Prèvert 2019
  • Ultime novità  
    CONTRIBUTI
    Nessun nuovo contributo

    COMMENTI
    nelle ultime 48 ore

  • 21/06/2018
  • Non è passato nes...

  • LINKS
    nelle ultime 2 settimane

    Nessun nuovo link


     a ciascuno il suo   
     Tuesday, 08 May 2018 @ 10:30
     Leggi il profilo di: Uguccione
     Visualizzazioni: 353

    Poesie

    .


    C’è un tempo per ogni cosa?

    credo di averne viste troppe per metterci la firma
    a nulla vale sentirti dire che non ho la polvere dei tuoi passi sulle mie scarpe
    bastano pochi stracci di memoria per l’egoismo del dolore
    e tanto basta alla tua come alla mia ruga profonda

    aprirò comunque un sorriso al domani non ne dubitare
    so guardare gli occhi degli altri per il momento
    e non mi manca qualche presente di speranza da sbucciare

    non credo di avere testimoni da passare in corsa
    sono piuttosto fochi fatui da lanciare in area senza fiato
    per illuminare corse altrui ed altre finte mete.


    -

     



    a ciascuno il suo | 10 Commenti | Crea un nuovo Account

    I seguenti commenti sono proprieta' di chi li ha inviati. Club Poeti non e' responsabile dei contenuti degli stessi.
    a ciascuno il suo
    Contributo di: sghemba on Tuesday, 08 May 2018 @ 14:50
    a prte i "fochi fatui", ... "la polvere dei tuoi passi sulle mie scarpe" mi piace molto.
    nel complesso, però, è un testo che brilla non più di tanto.

    [ ]

    a ciascuno il suo
    Contributo di: oltreuomo on Tuesday, 08 May 2018 @ 19:35
    Riflessiva e profonda...mi ha lasciato un piacevole senso
    d'inquietudine
    Ciao!


    oltreuomo

    [ ]

    a ciascuno il suo
    Contributo di: Donato Desiderat on Tuesday, 08 May 2018 @ 20:27
    Mi soffermo sulla forma piuttosto che sul contenuto. C'è una quiete del dire
    che anche quando cade nella copia un po' scontata di se stessa, esprime
    in ogni caso una grande cura. Sofferta quasi.
    Una poesia onesta.

    [ ]

    a ciascuno il suo
    Contributo di: -Gaetano- on Wednesday, 09 May 2018 @ 09:15
    Di solito non amo il verso così lungo, ma a mio modo di
    sentire in questo caso funziona bene. Ci sono immagini
    davvero interessanti come quella della polvere, o come
    quelle espresse nei tre versi finali. È un testo che
    lascia un profondo senso di amarezza, unito ad un senso
    di consapevolezza del proprio status. Bella prova!

    ---
    Gaetano

    "Non sempre i ribelli possono cambiare il mondo, ma mai il mondo potrà cambiare i ribelli". [A. De Benoist]

    [ ]

    a ciascuno il suo
    Contributo di: Carmen on Wednesday, 09 May 2018 @ 10:13
    Sghembamente d' accordo.

    ---
    La vita va capita solo all'indietro, ma va vissuta in avanti"
    Soren Kierkegaard

    [ ]

    a ciascuno il suo
    Contributo di: Pavan Gianfranco on Wednesday, 09 May 2018 @ 17:19
    Bella!
    Forse un po' mesta nei
    contenuti ma è così... verso
    il futuro.
    Ciao

    ---
    Pavan Gianfranco

    [ ]

    a ciascuno il suo
    Contributo di: A.Sal.One on Friday, 11 May 2018 @ 16:35

    E` proprio vero:

    a ciascuno il suo.

    ---
    Un Sal.uto

    [ ]

    a ciascuno il suo
    Contributo di: ~Vanja~ on Saturday, 12 May 2018 @ 18:30
    È molto piacevole per il ritmo ed il tono volutamente (e
    apparentemente) dimesso. Si avverte infatti l’esigenza di
    mantenere un registro in un certo senso colloquiale.
    Tuttavia vale sempre la regola per cui i possessivi
    appesantiscono e andrebbero usati solo se non si può fare
    altrimenti. Perciò mi sento di consigliare di rimuovere
    quel “mie” al terzo verso. Anche e soprattutto perché
    torna il gioco di paralleli tra possessivi in chiusura di
    strofa. Mi permetto di suggerirlo perché noto quanto fin
    dal titolo tutta la poesia sia giocata su queste
    prerogative di possesso, perciò è alto il rischio di
    sformare l’equilibrio formale della composizione.
    Lo stesso tipo di appunto formale vale per il pronome
    riflessivo “mi” all’ottavo verso, che eliminerei. È un uso
    che rende molto bene il parlato, ma che rischia di
    appesantire la forma. Tra l’altro “mi” e “manca” sono
    paronimi e questo riduce sotto traccia l’allitterazione
    tra “a” e “n” del verso: “NoN mANca quAlche preseNte di
    sperANza da sbucciAre”, così ben scandita invece dagli
    accenti che cadono sulle vocali aperte e che attribuiscono
    maggior vigore all’affermazione.
    Alla prossima :)

    [ ]

    a ciascuno il suo
    Contributo di: scoriaindustrial on Sunday, 20 May 2018 @ 19:11
    giusto....ognuno se li deve sbucciare da solo i propri ca.z.z.i, strettamente personali. Una poesia di un lirismo tanto scontato quanto efficace e disarmante, che mira all'essenza. --- "Non commentate troppo ché si seccano le manine e si spezzano le unghiette, continuate a propinarci indimenticabili capolavori, piuttosto" - scoriandustrial -

    [ ]

    a ciascuno il suo
    Contributo di: Lorens on Tuesday, 29 May 2018 @ 21:28
    ... mi sembrano dei versi forti in autorità poetica con
    sprazzi di risentimento e voglia di far sentire la propria
    voce quasi come un urlo di Munch pittorico a tinte estreme ...

    Bene così, contenuto e liricità si apprezzano motivando
    l'intenzione versificata.

    ciao
    Lorens

    ---
    Lorens

    [ ]

    Opzioni  
  • Invia il Contributo a un amico
  • Contributo in Formato Stampa

  •  Copyright © 1999-2018 ..::Il Club dei Poeti::..
     Associazione Culturale Il Club degli autori Partita Iva e Codice Fiscale 11888170153
    Tutti i marchi e copyrights su questa pagina appartengono ai rispettivi proprietari.