club.it
clubpoeti.it
club.it
 Benvenuto su ..::Il Club dei Poeti::.. Sunday, 22 April 2018 @ 20:00 
Invia il tuo racconto | Invia la tua poesia | Faq | Contatti
Argomenti  
Home
Poesie (2669/2)
Racconti (1020/1)
Saggi (9/0)

Clubpoeti.it sostiene la coscienza degli animali  

Eventi  
Eventi nel sito

Friday 05-Jan -
Monday 30-Apr
  • Premio Letterario Marguerite Yourcenar 2018

  • Saturday 06-Jan -
    Wednesday 30-May
  • Premio Ebook in…versi 2018

  • Sunday 07-Jan -
    Monday 30-Jul
  • XXIII Edizione Premio di Poesia Poeti dell'Adda 2018

  • Monday 08-Jan -
    Tuesday 30-Oct
  • Premio di Poesia Ottavio Nipoti - Ferrera Erbognone 2018
  • Ultime novità  
    CONTRIBUTI
    Nessun nuovo contributo

    COMMENTI
    nelle ultime 48 ore

  • Delizioso autorit... [+2]
  • 14 Aprile  [+3]
  • A Francesco Petrarca [+2]
  • A pensarci bene
  • Qualcosa
  • Nana Korobi, Ya Oki
  • The wall

  • LINKS
    nelle ultime 2 settimane

    Nessun nuovo link


     The wall   
     Monday, 16 April 2018 @ 12:15
     Leggi il profilo di: Morcovel
     Visualizzazioni: 246

    Poesie

    …e fu giù dentro, in quell’antro sì scuro,
    che a risalir ne dimandò pietate:
    poi cinto fu da invalicabil muro
    e breccia a far provò molte fïate…
    Quelle percosse, e strida, e il grande schianto,
    buono a sentir romor d’ossa spezzate,
    di legamenti e giunture che intanto
    ne sien divelte, sbriciolate e sfatte,
    di lui fur come un’elegia, un canto,
    dolce mammella di materno latte.
    Così di sé ne fe’ sputi e paniccia
    di gran muraglia con manovre adatte
    pietre colpendo con sua molle ciccia.
    Ma con orror, e sdegno, e atroce ira
    s’avvide che, come se fosse miccia
    che da fiammella accende una gran pira,
    d’ogni suo colpo quel gran chiuso muro,
    orrendo mostro che ansima e respira,
    ne suggea forza, anche di quel più duro:
    maciullar carni, legamenti e ossa
    fu il solo effetto orribile e sicuro,
    senza che questo demolir si possa.

     



    The wall | 12 Commenti | Crea un nuovo Account

    I seguenti commenti sono proprieta' di chi li ha inviati. Club Poeti non e' responsabile dei contenuti degli stessi.
    The wall
    Contributo di: trimacassi on Monday, 16 April 2018 @ 17:30
    Se fai un giro qui in vetrina, se non ti secchi, vedrai
    quante ne trovi scritte così...

    ---
    trimacassi



    [ ]

    The wall
    Contributo di: scoriaindustrial on Monday, 16 April 2018 @ 19:00
    A parte tutto il resto, dolce mammella e materno latte non si può sentire Poesia senza sbocco. --- "Non commentate troppo ché si seccano le manine e si spezzano le unghiette, continuate a propinarci indimenticabili capolavori, piuttosto" - scoriandustrial -

    [ ]

    The wall , devil
    Contributo di: cordaccia on Monday, 16 April 2018 @ 19:10
    Sembra il devil maciullatore di Dante
    o anche lo stereotipo di suocera poco
    malleabile.
    Difficile uscirne.
    Perché il titolo in inglese?
    Non proprio una poesiaccia dai.

    Ciao :)

    [ ]

    The wall
    Contributo di: Mecroarco on Monday, 16 April 2018 @ 19:25
    Allora, mettiamola così: il tema è bello ma la resa rasenta il ridicolo. La tematica
    che hai scelto di esporre ed eviscerare (giusto per rimanere in tema di giunture che
    si frantumano) è davvero interessante: l'idea che nella vita ci possano capitare
    ostacoli per noi insormontabili ,se non addirittura opprimenti, che non riusciamo ad
    abbattere e che anzi ci feriscono nel tentativo (o forse vuoi dire che non sempre
    basta la forza bruta per risolvere i problemi visto che il protagonista vuole
    distruggere il muro a suon di botte manco fosse Ken il guerriero, ma forse sono io
    che ci vedo più di quanto effettivamente ci sia). Il vero problema però non è
    l'interpretazione, ma la forma, anzi l'impostazione della forma, assolutamente
    anacronistica e poco accattivante. Io credo che non esistano forme poetiche
    adatte solo a determinati contesti e tempi storici, siano esse sonetti,ballate o
    futurismi vari, ma che la loro attualità dipenda soltanto da come decidiamo di
    strutturare tali tipologie di poesie. Prendi "Ombra" di fred ad esempio. Anche se è
    un sonetto è molto più moderno e leggibile del tuo poiché egli ha adoperato un
    linguaggio più aperto e snello, ha adoperato un ritmo adatto alla situazione e
    soprattutto è stato bravo nel non cadere in rime strane per di far tornare i conti
    metrici. La tua poesia invece è l'esatto contrario: ritmo frammento e poco incisivo,
    lessico fin troppo antiquato e rime che sono state messe lì più per necessità che
    altro (mi dispiace ma "panifica/ciccia" non posso sentirla). Che dire? Secondo me
    tu ha delle buone idee, l'immagine del muro e più in generale l'atmosfera di
    opprimente tristezza ne sono la prova, ma credo che tu possa rendere più agile e
    bello da leggere i tuoi scritti. Se ti concentrati sull'estetica visivo-sonora credo
    pario che le tue poesie faranno un gran salto di qualità.

    Mecroarco

    [ ]

    The wall
    Contributo di: Carmen on Monday, 16 April 2018 @ 20:53
    Ma dai...
    Ti sei messo di buona lena a
    scimmiottare l' ALIGHIERI?.

    ---
    La vita va capita solo all'indietro, ma va vissuta in avanti"
    Soren Kierkegaard

    [ ]

    The wall
    Contributo di: zio-silen on Monday, 16 April 2018 @ 21:05
    E' un semplice esercizio riecheggiante, nella struttura e nel lessico, le terzine "dantesche" incatenate. Da valutare in quest'ottica con un per il titolo. --- zio-silen

    [ ]

    The wall
    Contributo di: ~*Maurizio*~ on Tuesday, 17 April 2018 @ 12:04
    Maurizio Lastrico?

    Ciao :-))

    ---
    Qualsiasi cosa che sia un qualcosa di qualcos'altro
    in realtà è niente di niente.

    (Marge Simpson)

    [ ]

    The wall
    Contributo di: -Gaetano- on Tuesday, 17 April 2018 @ 18:08
    Dal punto di vista "musicale" la tua prova, a mio modesto
    parere, è ineccepibile e concordo con Mecroarco sulla
    validità della tematica esposta. Per contro, non è il mio
    genere. Mi spiace.

    ---
    Gaetano

    "Non sempre i ribelli possono cambiare il mondo, ma mai il mondo potrà cambiare i ribelli". [A. De Benoist]

    [ ]

    The wall
    Contributo di: PattiS. on Tuesday, 17 April 2018 @ 23:22
    capisco lo sforzo rime e endecasillabi (non li ho controllati tutti)ma l'effetto è
    piuttosto comico. Insomma, un comico che non fa ridere...come dire...no, non
    diciamo... e il titolo in inglese poi....la cigliegina...dimmi il senso tu di
    quest'operazione...magari hai qualche idea. Io vorrei SOLO sapere.

    ---
    Malachus Micgranes and the Verdons catapelting the camibalistics out of the Whoyteboyce of Hoodie Head

    [ ]

    The wall
    Contributo di: Pavan Gianfranco on Wednesday, 18 April 2018 @ 19:30
    Non so...
    Hai reso con forza l'idea di questo muro... la vita... vicissitudini... non so

    Per ora non comprendo il tuo intento
    ma la rileggerò con calma.

    grazie

    ciao

    ---
    Pavan Gianfranco

    [ ]

    The wall
    Contributo di: Viridis on Friday, 20 April 2018 @ 19:26

    Francamente preferisco quello dei Pink Floyd.


    ---
    viridis

    [ ]

    The wall
    Contributo di: franca canapini on Friday, 20 April 2018 @ 20:19
    Potrebbe essere il racconto allegorico dell'uomo precipitato in se stesso alla
    ricerca della verità; è nell'abisso e per quanto si sforzi non riuscirà a venirne
    fuori. Molto drammatico questo pezzo, ma il fatto che tu l'abbia scritto "alla
    maniera di Dante" inficia tutto il lavoro e lo fa sembrare una mera, sia pure
    lodevole, esercitazione.
    Alla prossima
    franca

    [ ]

    Opzioni  
  • Invia il Contributo a un amico
  • Contributo in Formato Stampa

  •  Copyright © 1999-2018 ..::Il Club dei Poeti::..
     Associazione Culturale Il Club degli autori Partita Iva e Codice Fiscale 11888170153
    Tutti i marchi e copyrights su questa pagina appartengono ai rispettivi proprietari.