club.it
clubpoeti.it
club.it
 Benvenuto su ..::Il Club dei Poeti::.. Sunday, 20 January 2019 @ 14:59 
Invia il tuo racconto | Invia la tua poesia | Faq | Contatti
Argomenti  
Home
Poesie (2676/4)
Racconti (1020/1)
Saggi (14/0)

Eventi  
Eventi nel sito

Wednesday 03-Oct -
Wednesday 30-Jan
  • Premio Il Club dei Poeti 2019
  • Ultime novità  
    CONTRIBUTI
    Nessun nuovo contributo

    COMMENTI
    nelle ultime 48 ore

  • Impellenze [+2]
  • Un irrefrenabile ...
  • Il mio piccolo Na...
  • Ci vorrebbe più t... [+6]
  • Aurora,certezze [+3]
  • bedtime
  • Tempi duri
  • se fossi cristiano [+2]
  • Moby Dick  [+4]
  • E tutto sta
  • Madre [+4]
  • Monetina [+4]
  • Un sorso di vita [+3]
  • I disoccupati

  • LINKS
    nelle ultime 2 settimane

    Nessun nuovo link


     Solitudine condivisa   
     Wednesday, 06 December 2017 @ 10:45
     Leggi il profilo di: Lindy
     Visualizzazioni: 583

    Racconti




      La solitudine per qualcuno è una scelta, per altri è una fase,
      di certo è una modalità di vita che implica delle accortezze,  
      abilità sia emotive che pratiche.
      Esiste sempre una via d’uscita, quella di sicurezza.
      Niente gironi solo corsie,  manco preferenziali …
      variabile solitudine condivisa risoluti per niente al policlinico.
      Appena trasferito. Sul lastrico, mente sgombra e stomaco in réclame, 
      faccio un salto all’ Aldi per i soliti quattro in padella, 
      peccato lieve fosse in allestimento. Locale pieno di scaffali vuoti 
      con testi e messaggi di ogni tipo che raccontavano storie senza poesia. 
      Atene by night,  occhi chiusi  e orecchie sorde, un pieno sfavillante di tristezza. 
      Notai che il posto aveva una struttura specifica, spazio, libertà, silenzio,
      mal di piedi e sogni ricorrenti,  inferno Dante.
      I banco frigo lì vuoti e dietro, nel locale adiacente, appesi a ganci a parete
      parti di animali e di fianco pesce e ghiaccio su i banchi.  
      il Purgatorio era una landa estesa di prodotti vari per l’igiene e le pulizie. 
      Il Paradiso era in attesa al reparto freschi,  frutta e verdura, 
      a kilometri zero non pervenuti. 
      Notai che c’erano molti prodotti a marchio proprio: “Primo”  
      così  sushi con foglie di vite, coca in bottiglia e prosciutto crudo pure Primo … 
      della classe e non DOP , nessuna promo. Crudismo unico, così figurai: 
      poiché la poesia accompagna da sempre le nostre vite in foglie e non,
      necessita Primo pure lei. oggi, i letterati urbani scrivono in contingenza e, 
      quelli rurali di romanticismo di ritorno;  si  scrive austerity  e liberismo e,
      la poesia deve essere al loro servizio. 
      Chiunque abbia terminato gli studi deve capire.
      Concisione, bisogna incrementare i consumi.  Lavoro, 
      occorre nessun titolo, salvo quelli di stato, a favore di una multinazionale”  e, 
      questa è società possibile… 
      Prima. 
      


     



    Solitudine condivisa | 6 Commenti | Crea un nuovo Account

    I seguenti commenti sono proprieta' di chi li ha inviati. Club Poeti non e' responsabile dei contenuti degli stessi.
    Solitudine condivisa
    Contributo di: Carmen on Wednesday, 06 December 2017 @ 15:51
    Esiste sempre una via d’uscita, quella di sicurezza... Mah, prendo solo questa frase ad esemplificazione di un testo che non ha nulla a che fare con la capacità di scrivere trascinando il lettore e trasmettendogli qualcosa che non sia la solita bruttezza che ci circonda, che gioca malamente a creare qualche effetto speciale ma sa di un vuoto profondissimo che si spalanca sotto i nostri piedi. Nessuna salvezza, nessuna ricerca di salvezza, come se questa bruttura di cose, oggetti, materia, fosse l'unica possibile. Assente del tutto un anelito a qualcosa di alto, di esterno, di elevato, se non nel nostro mondo, almeno nell'ipotesi di un "altro". --- Tutto ciò che è assoluto appartiene alla patologia. Friedrich Nietzsche

    [ ]

    Solitudine condivisa
    Contributo di: Sabina on Friday, 08 December 2017 @ 23:03
    o

    ---
    Meti

    [ ]

    Solitudine condivisa
    Contributo di: spiarmy on Friday, 22 December 2017 @ 06:42
    Forse voleva essere una poesia... forse!
    La trovo disordinata come un difficile puzzle da ricomporre.
    Buone feste.

    [ ]

    Solitudine condivisa
    Contributo di: Armida Bottini on Sunday, 28 October 2018 @ 10:10
    Ciao. --- Midri

    [ ]

    Solitudine condivisa
    Contributo di: Lorens on Tuesday, 04 December 2018 @ 16:48
    ... più che una "Solitudine condivisa" mi sembra un
    isolamento fine a se stesso dove l'incomunicabilità
    oggettiva comprime il pensiero in un contenuto di
    riflessioni a caso senza ne capo e coda ...

    Non mi viene di pensare neanche ad un brano spot di tendenza
    letteraria laddove il linguaggio potrebbe risultare di
    peculiare osservazione, d'altronde credo che qualsiasi
    narrazione debba avere almeno un fino logico di collegamento
    che qui non ho riscontrato presente.

    E' solo il mio modesto parere, condivisibile o meno, a
    rileggerti con vivo interesse considerando la tua ottima
    penna.

    ciao
    Lorens



    ---
    Lorens

    [ ]

    Solitudine condivisa
    Contributo di: Elysa on Wednesday, 05 December 2018 @ 09:17
    La solitudine per qualcuno è una scelta, per altri è una fase, di certo è una modalità di vita che implica delle accortezze, abilità sia emotive che pratiche. Esiste sempre una via d’uscita, quella di sicurezza. per me la poesia è tutta in questi versi. --- Elysa

    [ ]

    Opzioni  
  • Invia il Contributo a un amico
  • Contributo in Formato Stampa

  •  Copyright © 1999-2019 ..::Il Club dei Poeti::..
     Associazione Culturale Il Club degli autori Partita Iva e Codice Fiscale 11888170153
    Tutti i marchi e copyrights su questa pagina appartengono ai rispettivi proprietari.