club.it
clubpoeti.it
club.it
 Benvenuto su ..::Il Club dei Poeti::.. Tuesday, 19 September 2017 @ 17:12 
Invia il tuo racconto | Invia la tua poesia | Faq | Contatti
Argomenti  
Home
Poesie (2664/0)
Racconti (1026/0)

Clubpoeti.it sostiene la coscienza degli animali  

Eventi  
Eventi nel sito

Saturday 03-Jun -
Saturday 30-Sep
  • Premio Letterario Città di Melegnano 2017

  • Sunday 04-Jun -
    Monday 30-Oct
  • Premio di Poesia Ottavio Nipoti - Ferrera Erbognone 2017

  • Saturday 17-Jun -
    Saturday 30-Sep
  • Premio Città di Monza 2017

  • Tuesday 20-Jun -
    Thursday 30-Nov
  • Premio Il Club degli autori 2017-2018 Trofeo Umberto Montefameglio

  • Thursday 22-Jun -
    Saturday 30-Dec
  • Premio Jacques Prèvert 2018

  • Friday 23-Jun -
    Tuesday 30-Jan
  • Premio Il Club dei Poeti 2018

  • Wednesday 28-Jun -
    Monday 30-Apr
  • Premio Letterario Marguerite Yourcenar 2018
  • Ultime novità  
    CONTRIBUTI
    3 Contributi nelle ultime 24 ore

    COMMENTI
    nelle ultime 48 ore

  • Eros [+11]
  • Il titorno [+4]
  • A mia madre  [+3]
  • Appartati [+4]
  • Moules-frites 
  • Normalità [+2]
  • la resa [+7]
  • intorno a un fuoco [+2]
  • Il Vero Amore
  • A Eros
  • Haiku [+6]
  • Country karaoke [+3]
  • European candies
  • Frammento urbano [+2]
  • Rosa - Luna bifronte

  • LINKS
    nelle ultime 2 settimane

    Nessun nuovo link


     Country karaoke   
     Wednesday, 13 September 2017 @ 11:00
     Leggi il profilo di: zio-silen
     Visualizzazioni: 283

    Poesie

    Tenebre in pena sorgono dai lampi
    del tramonto. Freddo ai lamenti l'empio
    alza il sipario al mondo. Sprezza il Silenzio
    i Sogni. Nel sabba si confonde.

    L'orda selvaggia s'agita
    al suono dei tamburi
    raglia - alla voce, ronda -
    ulula in controdanza.

    L'aria di sdegno vibra, trema
    l'ulivo e l'olmo. Lascia il nido l'allodola
    l'ala distende attonita.

    Nere vampire scrutano anime ignave, perse.
    Miasmi le menti annebbiano, viscere
    son riverse. Baccanti di Dionisio
    - civette per precetto - ballano
    scinte: al dio offrono fianchi e petto.

    Stretta la mano all'oro, il reprobo
    s'intana, scaracchia, stona in coro
    (bella canea di pari!) il suo peana.

    L'insonne invoca il cielo: "un segno..." se ne duole.
    S'affaccia solo il sole. Sarà messo di pace?

    Nell'alba stralunata la frotta ancora
    canta, sguazza nel brago (o stia?), s'ammuta...
    poi ricanta.







     



    Country karaoke | 16 Commenti | Crea un nuovo Account

    I seguenti commenti sono proprieta' di chi li ha inviati. Club Poeti non e' responsabile dei contenuti degli stessi.
    Country karaoke
    Contributo di: Carmen on Wednesday, 13 September 2017 @ 14:18
    Che esagerato!!!!!!!!!!!!! Un polpettone tardo Ottocento e reminiscenze classico- epiche. Non disdegni atmosfere tipiche di dantesca ispirazione: ....scrutano anime ignave, perse. Miasmi le menti annebbiano, viscere son riverse. Baccanti di Dionisio... In pratica, l'Inferno! Ma a che pro tutto sto polpettone? Boh. --- La sofferenza passa. Ma è l'aver sofferto che non passa mai. Fëdor Dostoevskij

    [ ]

    Country karaoke
    Contributo di: jane on Wednesday, 13 September 2017 @ 14:36
    Ahahahahah terribile Carmen. Scusa zio silen ma non ha
    torto!

    ---
    Lady Jane

    [ ]

    Country karaoke
    Contributo di: Ganimede on Wednesday, 13 September 2017 @ 16:13
    'spetta neh zio.... (oh ma dove sei finito con i commenti?? :-) il tempo di
    cercare qualche termine sul dizionario....
    Dunque io direi che, a prescindere dal fatto che poi la poesia possa
    piacere o meno, sarebbe un errore non spendere qualche istante in
    riflessione sulla scelta del titolo (che è anche molto, molto simpatico e cela
    un evidente intento di smorzare i toni del contenuto).
    Ma io dico ragazze: se il povero zio-silen esce di casa una sera con
    l'intento di fare una partitina a briscola al bar e strada facendo, nella
    penombra di qualche angolo urbano, viene rapito da un'orda di streghe
    (molto fighe) in preda ai sommovimenti della lussuria che lo conducono a
    forza (mmmh...molto di forza) al loro sabba-party into the wood, tutto balli,
    canti, orge e karaoke (Lucifero mette le basi e fa i cocktail) come ospite
    d'onore barra vittima sacrificale, di cosa volete che scriva, fattasi l'alba, di
    messa a dimora delle peonie?
    Perché è così che è andata, giusto zio?
    Oddio, non saranno mica i soliti condomini che fanno casino fino a tardi
    spero.... :)

    https://m.youtube.com/watch?v=N_XpZ_C1l1o

    ---
    Nadia Rizzardi
    ---"Cristo è ateo" Ivan Kramskoj.

    [ ]

    Country karaoke
    Contributo di: epitteto on Wednesday, 13 September 2017 @ 16:18
    Quivi l'Autore è incacchiato nero, chiamando in causa fin il mondo animale e vegetale.
    Chissà con chi ce l'ha, al solito è un mistero.
    In tale baraonda il lettore è frastornato, cercando di tenersi calmo e non uscire a male parole.
    E' meglio non sprecarsi ulteriormente nel commentare.
    Epitteto

    [ ]

    Country karaoke
    Contributo di: gricio on Wednesday, 13 September 2017 @ 23:58
    Tanti i riferimenti al Tarantino di "dal tramonto all'alba".
    Se così è, ma ne avremo la prova solo con un autorevole intervento dell'autore, complimenti.
    In caso differente....amen.
    Cordialità.

    ---
    "parlare di musica è come ballare di architettura" (F.Zappa)
    http://gricio-gricio.blogspot.com/

    [ ]

    Country karaoke
    Contributo di: franca canapini on Thursday, 14 September 2017 @ 09:30
    Tutto si potrà dire, ma non che non è scritta bene. Per me tanti riferimenti
    culturali al diavolo, pan o dioniso e tal stile apocalittico sono usati dall'autore in
    chiave umoristica per prendersi in giro, vista l'incacchiatura (come dice Epi)
    dovuta al rumore orgiastico che non lo fa riposare. Bravo zio.
    franca
    ...che se poi è ispirata a qualche film di Tarantino, va bene lo stesso.

    [ ]

    Country karaoke
    Contributo di: tendre on Thursday, 14 September 2017 @ 11:21
    Un componimento barocco ed opulento ma
    temo che cotanta opulenza sia necessaria
    per ben descrivere l'attuale orda umana...

    Caro zio-silen pendo dalle tue labbra!

    ---
    tendre

    [ ]

    Country karaoke
    Contributo di: Elysa on Thursday, 14 September 2017 @ 12:41
    come Franca; potete dire : opulenta, esagerata e quant'altro ma è scritta bene e mi piace...che poi sia per il casino dei giovani nelle sere d'estate, per l'umanità che scende sempre più in basso o per un film di Tarantino poco conta, rimane la tua bravura --- Elysa

    [ ]

    Country karaoke
    Contributo di: trimacassi on Thursday, 14 September 2017 @ 13:12
    Tono enfatico e molto ironico e sprezzante, inveisce, secondo
    me, alla società contemporanea, che sguazza nel marasma,
    senza regole.
    Scritta da par suo, bravo zio.

    ---
    trimacassi



    [ ]

    Country karaoke
    Contributo di: Kenji on Thursday, 14 September 2017 @ 14:50
    invece per me questo è uno dei pochi casi in cui la
    parola classica ha senso di esistere. poiché tutto si
    gioca su questo paragone, è l'unica catarsi possibile e
    l'unico modo per umanizzare la munnezza e disumanizzare
    l'umanità immeritevole.

    Io e lo zio non abbiamo mai avuto un rapporto rose e
    fiori, ma sapete che a me non frega niente e do al cesare
    quel che gli spetta.
    sa scrivere molto meglio di tanti altri, e >(benché non è
    lo stile che mi fa sobbalzare a me) ha anche una sua
    originalità
    punto

    [ ]

    Country karaoke
    Contributo di: Donato Desiderat on Friday, 15 September 2017 @ 10:55
    C'è letterarietà e ironia. Sinceramente, non dispiace. Adoro le baccanti che
    da scinte divampano discinte al vento pur se sembrano provocare fastidio
    all'ora io che scrive. Piacevole lettura.

    [ ]

    Country karaoke
    Contributo di: Pale shelter on Saturday, 16 September 2017 @ 11:35
    Perfettamente riuscita, a cominciare dal titolo.
    Mai come nell'occasione il tuo stile classico ricco e
    modernizzato si intona alla contrapposizione tra Silen-
    zio e Sogni (entrambi con la maiuscola!) da una parte, e
    orda selvaggia e Baccanti dall'altra.
    Diverte e ironizza ma senza indietreggiare di un'unghia,
    senza mai, nemmeno per un attimo, alleggerire il
    fastidio, la condanna, per cotale mancanza di rispetto
    nei riguardi delle 2 maiuscole di cui sopra.
    Bravissimo.

    Un salutone,

    Franco

    [ ]

    Country karaoke
    Contributo di: scoriaindustrial on Saturday, 16 September 2017 @ 17:56
    Più che barocca direi new-gothic, scritta benissimo, con notevole attenzione a metrica e ritmo e le scelte lessicali acquisiscono la funzione di "indicatore" di un mondo che alla stessa velocità con cui s'illude di percorrere il progresso inesorabilmente piomba in un nuovo medio evo. --- "Scopavamo l'amore nella stanza e la polvere ci respirava fino a soffocare" - scoriandustrial -

    [ ]

    Country karaoke
    Contributo di: gianna.curto on Sunday, 17 September 2017 @ 20:28
    Barocca ,vero,ma scritta bene . Buona serata zio- silen...o ,data la mia età, ti devo chiamare cugino-silen ? ---** --- Gianna

    [ ]

    Country karaoke
    Contributo di: indio on Monday, 18 September 2017 @ 10:23
    mi associo al commento di franca canapini
    con la convinzione di una buona ispirazione al Tarantino...

    bravo. complimenti

    ---
    mitakuye oyasin

    indio

    [ ]

    Country karaoke
    Contributo di: Paolo_C on Monday, 18 September 2017 @ 22:23
    Per me sempre figo!
    Scritta dominando la parola,la sguinzaglia giusto quanto
    basta.
    Scrivere così è un dono, non un caso.

    Saluti

    Paolo

    ---
    Paolo C.

    [ ]

    Opzioni  
  • Invia il Contributo a un amico
  • Contributo in Formato Stampa

  •  Copyright © 1999-2017 ..::Il Club dei Poeti::..
     Associazione Culturale Il Club degli autori Partita Iva e Codice Fiscale 11888170153
    Tutti i marchi e copyrights su questa pagina appartengono ai rispettivi proprietari.