club.it
clubpoeti.it
club.it
 Benvenuto su ..::Il Club dei Poeti::.. Tuesday, 19 September 2017 @ 17:12 
Invia il tuo racconto | Invia la tua poesia | Faq | Contatti
Argomenti  
Home
Poesie (2664/0)
Racconti (1026/0)

Clubpoeti.it sostiene la coscienza degli animali  

Eventi  
Eventi nel sito

Saturday 03-Jun -
Saturday 30-Sep
  • Premio Letterario Città di Melegnano 2017

  • Sunday 04-Jun -
    Monday 30-Oct
  • Premio di Poesia Ottavio Nipoti - Ferrera Erbognone 2017

  • Saturday 17-Jun -
    Saturday 30-Sep
  • Premio Città di Monza 2017

  • Tuesday 20-Jun -
    Thursday 30-Nov
  • Premio Il Club degli autori 2017-2018 Trofeo Umberto Montefameglio

  • Thursday 22-Jun -
    Saturday 30-Dec
  • Premio Jacques Prèvert 2018

  • Friday 23-Jun -
    Tuesday 30-Jan
  • Premio Il Club dei Poeti 2018

  • Wednesday 28-Jun -
    Monday 30-Apr
  • Premio Letterario Marguerite Yourcenar 2018
  • Ultime novità  
    CONTRIBUTI
    3 Contributi nelle ultime 24 ore

    COMMENTI
    nelle ultime 48 ore

  • Eros [+11]
  • Il titorno [+4]
  • A mia madre  [+3]
  • Appartati [+4]
  • Moules-frites 
  • Normalità [+2]
  • la resa [+7]
  • intorno a un fuoco [+2]
  • Il Vero Amore
  • A Eros
  • Haiku [+6]
  • Country karaoke [+3]
  • European candies
  • Frammento urbano [+2]
  • Rosa - Luna bifronte

  • LINKS
    nelle ultime 2 settimane

    Nessun nuovo link


     Il silenzio dentro   
     Tuesday, 12 September 2017 @ 10:15
     Leggi il profilo di: trimacassi
     Visualizzazioni: 416

    Poesie

    Il silenzio ha il suo posto protetto
    in fondo al cuore
    Non c’è rumore di passi
    non c’è sbattere d’ onde
    il passato è passato e il perduto è perduto
    resta soltanto la memoria
    di cose impresse a caldo
    col ferro della vita
    come… quei film western
    agli albori
    Gene Kelly, Fred Astaire e Ginger Rogers- dopo
    l’era di Gunga Din e degli inglesi
    per poi sfociare al Gattopardo e Via col Vento
    assieme a centinaia d’altri
    c’hanno lasciato impronte
    in ore vissute, ogni qualvolta, al cardiopalma
    -tra cuore e batticuore-
    per rimanerti poi, dentro per sempre…
    Parlarne è farli tornare in vita
    scaldarne il karma
    per poi risistemarsi, ancora, nel silenzio.

    Dicono che i fantasmi non esistono…
    tornano come frantumi
    mentre la chiave gira, e si fa sera.

     



    Il silenzio dentro | 21 Commenti | Crea un nuovo Account

    I seguenti commenti sono proprieta' di chi li ha inviati. Club Poeti non e' responsabile dei contenuti degli stessi.
    Il silenzio dentro
    Contributo di: maria bellanti on Tuesday, 12 September 2017 @ 12:02
    Gene Kelly, Fred Astaire e Ginger Rogers- dopo
    l’era di Gunga Din e degli inglesi
    per poi sfociare al Gattopardo e Via col Vento
    assieme a centinaia d’altri
    c’hanno lasciato impronte
    Avrei eliminato questi versi per rendere la poesia più snella
    per il resto mi piace


    ---
    Vivere è ricominciare sempre(C.Pavese)

    [ ]

    Il silenzio dentro
    Contributo di: jane on Tuesday, 12 September 2017 @ 14:04
    E' una poesia struggente e spietata nostalgica e segreta. Esposta da un volo d'ali leggero ed elegante. Molto apprezzata. --- Lady Jane

    [ ]

    Il silenzio dentro
    Contributo di: Titta on Tuesday, 12 September 2017 @ 14:29
    Ciao Trim. Ciò di cui tu spesso ci narri in poesia ci è noto così come il ricordo affettuoso di certe ambientazioni di cui si ha nostalgia. Non importa che sia un film o più semplicemente, una scena di vita vissuta al parco giochi: resta il fatto che dobbiamo convivere con il silenzio o per lo meno, con quello che resta di un quotidiano ben diverso, movimentato. A parer mio, anche questa volta, sei rientrato nella realtà con delicatezza e questa cosa mi è proprio piaciuta. --- Titta

    [ ]

    Il silenzio dentro
    Contributo di: gricio on Tuesday, 12 September 2017 @ 15:47
    Il silenzio ha il suo posto protetto in fondo al cuore Non c’è rumore di passi non c’è sbattere d’ onde il passato è passato e il perduto è perduto resta soltanto la memoria di cose impresse a caldo col ferro della vita. Ecco, per me la poesia avrebbe dovuto finire qui. L'elencazione di attori e film nulla aggiunge, semmai danneggia, quanto scritto in precedenza. Per questo una sola --- "parlare di musica è come ballare di architettura" (F.Zappa) http://gricio-gricio.blogspot.com/

    [ ]

    Il silenzio dentro
    Contributo di: Carmen on Tuesday, 12 September 2017 @ 16:01
    Bello solo il verso finale, per me.
    Il resto, ciance aggrovigliantesi.

    ---
    La sofferenza passa. Ma è l'aver sofferto che non passa mai.

    Fëdor Dostoevskij

    [ ]

    Il silenzio dentro
    Contributo di: tendre on Tuesday, 12 September 2017 @ 17:56
    Caro trima,
    hai fatto centro anche stavolta!
    È una lirica molto gradevole.
    Ben espressa nel titolo e nel raffinato finale

    ---
    tendre

    [ ]

    Il silenzio dentro
    Contributo di: Donato Desiderat on Tuesday, 12 September 2017 @ 20:26
    Mi piace davvero solo la parte centrale, quella degli attori e dei film.

    [ ]

    Il silenzio dentro
    Contributo di: A.Sal.One on Wednesday, 13 September 2017 @ 09:54

    Innanzitutto complimenti
    per il componimento che hai
    appeso alla tua pagina in
    curriculum.

    Poi, per questa tua proposta
    che dire?

    Sono rimasto molto soddisfatto
    della terzina in chiusura, dove
    sembrerebbe che la saggezza della
    tua filosofia di vita compia
    un intero ciclo a 360 gradi.

    Bella la carrellata centrale
    su artisti d'epoca cinematografica
    e belli i versi d'incipit per
    mettere a fuoco il set.

    Bene. Un caro Sal.uto

    ---
    a' scutulasti
    'a tuvagghia?

    [ ]

    Il silenzio dentro
    Contributo di: epitteto on Wednesday, 13 September 2017 @ 10:13
    Se non ricordo male, il valoroso Trimacassi ebbe nel recente passato a rimproverarmi l'eccesso commentizio a fronte di una mia astinenza poetica a pubblicare.
    Ma la ragione c'è dalla mia parte.
    Potrei essere anche un sommo vate, ma mi esporrei incautamente al fuoco incrociato del livore di ripicca, a mò di tirassegno.
    Chi si espone al giudizio altrui con proprie opere non può poi commentare liberamente secondo coscienza.
    Perchè tende ad elemosinare un placet misericordioso o a non scontentare gli interessi di cordata.
    La vendetta è un piatto che va servito fredddo: e non c'è razza più livida dei poeti.
    Tornando ai versi in lettura, l'insufficienza è il voto di merito.
    Pare di sentire l'eco affannoso della mancanza d'ispirazione e del già detto troppe volte.

    P.S. ai recidivi:
    Quanto ancora dovrò sottolineare che Prévert si scrive con l'accento acuto e non grave?

    [ ]

    Il silenzio dentro
    Contributo di: Elysa on Wednesday, 13 September 2017 @ 10:30
    Caro Trim per me sei uno dei VIP del club (very important poet) ...e anche in questa lirica mi piaci, in particolare prediligo la parte centrale a partire da Gene Kelly e la chiusa, bravo bravo bravo --- Elysa

    [ ]

    Il silenzio dentro
    Contributo di: Ganimede on Wednesday, 13 September 2017 @ 14:37
    Il mio apprezzamento va tutto agli ultimi tre versi; il resto mi sembra più una
    rievocazione in forma di chiacchierata davanti al caminetto: gradevole,
    condivisibile ma un pochino troppo storiellata per assurgere a titolo di
    poesia; sei spesso piacevole nella scelta dei temi ma secondo me, dovresti
    (in questo caso specifico) sfumare un po' di più i contorni di ciò che scrivi
    per risultare meno diretto e lavorare sulla personalizzazione delle immagini:
    prendiamo per esempio l'espressione "in fondo al cuore" (naturalmente se
    avessi scritto cose tipo "in fondo agli occhi"' "perso nel tuo sguardo" "al di là
    delle nuvole" "la mi dolce metà" ...... insomma cose di questo genere,
    sarebbe valso lo stesso discorso)nemmeno ci rendiamo conto che non
    voglia dire nulla in termini concreti, semplicemente qualcuno, un giorno -
    giorno perso ormai nella notte dei tempi - si inventò questa espressione
    che a qualcun altro giustamente piacque e oggi, ci ritroviamo
    continuamente ad usare ed abusarne senza pensarci, per semplice
    automatismo..... ma non è un obbligo!! Solo una cosa è veramente capace
    di schiavizzarci e quella cosa è l'abitudine, perché è abbastanza strisciante
    e discreta da non dare motivo di ribellione. Io invece penso: perché non
    dovremmo desiderare noi di inventare qualcosa che entri negli annali della
    retorica? Qualcosa che gli altri ci copieranno in futuro?
    E in tutto questo, il primo passo, non ha nulla di artificioso, pseudofuturista
    o avanguardista per partito preso, si tratta semplicemente di tagliare la
    testa alle abitudini e lasciare la mente vergine e libera (poi magari non ci
    riusciremo ma almeno avremo provato ad uscire dagli schemi).
    Ciao trimuzzo :-)

    ---
    Nadia Rizzardi
    ---"Cristo è ateo" Ivan Kramskoj.

    [ ]

    Il silenzio dentro
    Contributo di: cordaccia on Wednesday, 13 September 2017 @ 23:30
    un tourbillon di pronomi
    personali che disorienta;
    mi giunge simpatico il
    tentativo di coinvolgere il
    lettore quando usi "ci",
    anche se alcuni personaggi
    che citi sono troppo
    distanti.
    Rivedere i film che vedevamo
    da bambini ci riporta
    comunque a quella
    spensieratezza, è vero.
    Bello l'ultimo verso,
    glimaldello pro_ memoria.
    ciao Trim :)

    [ ]

    Il silenzio dentro
    Contributo di: franca canapini on Thursday, 14 September 2017 @ 01:06
    I tre versi finali sono superiori; ma mi piace tutta sia perché ci ritrovo anche il
    ricordare, sia perché la sento spontanea, genuina, vera.

    Franca

    [ ]

    Il silenzio dentro
    Contributo di: joshua on Thursday, 14 September 2017 @ 12:39
    Ammetto che la scommessa sull’ esistenza di un posto memoriale del silenzio (tipo quello bergamaniano delle fragole) in un cervello vivente, anche in vasca, non mi convince molto.. E Ti dico perché con parole (gran versi) di un poeta che dovresTi rileggere (o cominciare ad affrontare) e dal quale abbiamo sempre molto da imparare. Cito, traducendo a memoria, dato che ho i muratori in casa ed ancora non riesco ad accedere completamente alle mie scaffalature libresche:

    ‘Tempo presente e tempo passato
    son forse entrambi presunti (Eliot dice presenti, ma mi diverte, traducendo da Burnt Norton, renderli presunti) nel tempo futuro
    ed il tempo futuro contenuto nel tempo passato.
    Se il tempo tutto è eternamente attuale
    il tempo tutto è insalvabile.

    E poi c’è la questione del ‘rumore’ o del silenzio delle memorie: come fa a non esserci rumore, se già fa rumore rimembrare che non c’è rumore (di passi, di onde. Non dimentichiamoci che la coscienza, anche limitandoci ad esaminare quella ‘poetica’, è attivata dalle parole. Perciò il silenzio non è pensabile o memorabile, se non in opposizione binaria al rumore. Ed in realtà credo che solo la morte cerebrale, col suo tracciato piatto di pensieri/parole, sia caratterizzata da un VERO SILENZIO, e quello del Tuo componimento non mi sembra questo.
    Mi piacciono invece (strano che nessuno dei Tuoi ‘supporters’ li abbia fin qui notati!) i versi che parlano delle memorie impresse a caldo col ferro della vita, perché hanno una potenza ed una violenza viva, senza ricerca di piacevolezza letteraria o di stelline da parte delle indaffarate crocerossine del Club.
    Lessicalmente non mi accalappiano, infine, i fantasmi che tornano come ‘frantumi’. Magari come fazzolettini o straccetti o brandelli li capirei, anzi che sforzarmi vanamente a pensarmeli fatti dei materiali edilizi dei fortilizi in cui si aggirano sotto i bianchi lenzuoli o i sudari pezzati dai cruori.
    Ciao.
    j

    [ ]

    Il silenzio dentro
    Contributo di: gianna.curto on Friday, 15 September 2017 @ 17:10
    Nel silenzio dell'anima teniamo custoditi i nostri ricordi .Quelli dei momenti felici ci scaldano il cuore e ci aiutano a guardare al futuro, con speranza ----** --- Gianna

    [ ]

    Il silenzio dentro
    Contributo di: Pale shelter on Saturday, 16 September 2017 @ 11:06
    Come di consueto spontaneo e appassionato ma anche col
    sovrappiù di voglia di dire che ti scappa (la parte
    centrale dicui parla Maria Bellanti). Ci sono begli spunti,
    mi piace il concetto per cui parlare delle cose le fa
    tornare in vita ed è buono il finale.
    Ciao trim, un saluto.

    Franco

    [ ]

    Il silenzio dentro
    Contributo di: scoriaindustrial on Saturday, 16 September 2017 @ 13:24
    Un po' come il commento mio precedente ad "E' rimasta una giacca ad aspettarti". Ed un po' come Carmen. I pensieri si aggrovigliano ma la poesia non c'è. Potrebbe intravvedersi qualcosa in chiusura, ma le imprecisioni grammaticali (la facilità dei tre puntini, le virgole di troppo, la scelta verbale sbagliata dopo "dicono che") mi fanno propendere per rimandarti alla prossima:-) --- "Scopavamo l'amore nella stanza e la polvere ci respirava fino a soffocare" - scoriandustrial -

    [ ]

    Il silenzio dentro
    Contributo di: trimacassi on Saturday, 16 September 2017 @ 17:05
    Io non è che abbia bisogno a tutti i costi, di un tuo
    commento favorevole, ci mancherebbe ! scrivo di continuo,
    ogni due mesi, e non manifesto alcuna ruggine, come invece
    vedo per altri che dormono sugli allori( e poi di che cosa ?
    carta canta e dove è scritto leggere si può !): e non
    strombazzo pareri a vanvera, e con supponenza che nemmeno a
    J. ho mai visto dare, e lui sì che di cultura può inondare
    tutto il Club…
    Sciabolano giudizi e pareri come una clava calandoli
    dall’alto di chissà quale supremazia superiore letteraria,
    nemmeno cautelandosi con un- ‘almeno è così che io la vedo o
    la penso’-
    “ imprecisioni grammaticali”---ma dove li hai visti, col
    binocolo ?
    “mi fanno propendere “---ma chi sei ? tutte ste arie che ti
    dai da quali meriti provengono ? cos’hai scritto la divina
    commedia ? scendi dal podio e vai a rileggerti l’ultimo tuo
    capolavoro che tieni in bacheca da qualche lustro…forse è lì
    che ci troverai gli aggrovigliamenti, che nemmeno nel testo
    di ablabla ci hai saputo trovare, trovandoci invece anche il
    modo di elogiarlo, con giudizi vaghi di ‘ interessantissimo’
    o con invenzioni leccagnoli del tipo “ potremo sempre far
    finta “. Ma che finta ? la poesia o c’è e la si descrive, o
    ci sono invece gli aggrovigliamenti visti da tutti, che lui
    trova ‘interessantissimi’ .
    E’ invece che siete prevenuti, che elogiate sempre la stessa
    cricca di autori che per lo più scrivono cervellotici, dove
    non si riesce mai a capire di cosa si stia parlando,
    soggetto ritenuto per lo più elemento di poesia futurista,
    ed elitaria, solita coperta dove si annidano le cose che non
    si capiscono. Fateci caso e vedrete che il signore in
    questione commenta favorevolmente solo quattro o cinque
    autori di cui non ho alcun bisogno di fare i nomi, e per
    tutti i restanti ci sono punti interrogativi, e negatività
    Come dire che ‘il resto è m…………………………………………………………….
    Ed ora dico che sono io che ti aspetto alla prossima.
    Un saluto


    ---
    trimacassi



    [ ]

    Il silenzio dentro
    Contributo di: Sandro Moscardi on Sunday, 17 September 2017 @ 09:23
    E' un precipitare di banalità sul fondo del ventricolo che crea solo ostruzione al normale flusso delle idee che fanno rumore, quindi più che silenzio è un rantolo. Ciao Sandro

    [ ]

    Il silenzio dentro
    Contributo di: PattiS. on Monday, 18 September 2017 @ 09:32
    il "meglio" di voi riuscite sempre a darlo negli autocommenti: impagabili.

    ---
    Al personaggio resta l'avventura e resta da dire "ha cominciato a nevicare, capo" R. Bolano

    [ ]

    Il silenzio dentro
    Contributo di: indio on Monday, 18 September 2017 @ 10:32
    ...spontaneo e appassionato come ha sottolineato chi mi ha preceduto ma anche - forse - col
    sovrappiù di voglia di dire come la parte
    centrale...
    mi piace molto il concetto per cui parlare delle cose le fa tornare in vita

    bravo

    ---
    mitakuye oyasin

    indio

    [ ]

    Opzioni  
  • Invia il Contributo a un amico
  • Contributo in Formato Stampa

  •  Copyright © 1999-2017 ..::Il Club dei Poeti::..
     Associazione Culturale Il Club degli autori Partita Iva e Codice Fiscale 11888170153
    Tutti i marchi e copyrights su questa pagina appartengono ai rispettivi proprietari.