A Eros

Monday, 11 September 2017 @ 14:00

Leggi il profilo di: franca canapini



E non si chiede al temporale
il perché dei fulmini
né alla pioggia perché ti bagna
al terremoto perché distrugge
al frutto perché rigonfia
il Poeta li vive
non pone domande

e io vivo

muta come il libro dei morti
nel sopore della mente
il risveglio dell’anima
nel sonno dello spirito
l’insonnia della ragione

perché tu la tigre
tu la forza
tu la fiamma

come un lago dorato
come una marea
che dai miei confini esonda
come una sorgente
che all’improvviso si sparge
e inonda

troppo umani noi
cerchiamo per te una forma
ma non hai forma
viene dal fondo di ogni fondo
il più antico dimenticato dio.

16 Commenti



http://vetrina.clubpoeti.it/article.php?story=20170909212134220