club.it
clubpoeti.it
club.it
 Benvenuto su ..::Il Club dei Poeti::.. Friday, 17 November 2017 @ 23:44 
Invia il tuo racconto | Invia la tua poesia | Faq | Contatti
Argomenti  
Home
Poesie (2666/3)
Racconti (1019/0)
Saggi (7/0)

Clubpoeti.it sostiene la coscienza degli animali  

Eventi  
Eventi nel sito

Tuesday 20-Jun -
Thursday 30-Nov
  • Premio Il Club degli autori 2017-2018 Trofeo Umberto Montefameglio

  • Thursday 22-Jun -
    Saturday 30-Dec
  • Premio Jacques Prèvert 2018

  • Friday 23-Jun -
    Tuesday 30-Jan
  • Premio Il Club dei Poeti 2018

  • Wednesday 28-Jun -
    Monday 30-Apr
  • Premio Letterario Marguerite Yourcenar 2018
  • Ultime novità  
    CONTRIBUTI
    1 Contributo nelle ultime 24 ore

    COMMENTI
    nelle ultime 48 ore

  •        Il  Ragno [+14]
  • Giunchi, appunto.
  • Il miraggio in fo... [+4]
  • Tango
  • Moules-frites 
  • Un sole che non b...
  • Tinder Sorpresa -... [+2]
  • La casa di Gino [+5]
  • Casa Natia
  •  La bionda
  • Abisso
  • Una nuova esistenza [+3]
  • Checco
  • Il pero selvatico 
  • 24 h.

  • LINKS
    nelle ultime 2 settimane

    Nessun nuovo link


     Ancora un giro con Versi   
     Tuesday, 02 May 2017 @ 18:30
     Leggi il profilo di: Tom Piemontese
     Visualizzazioni: 287

    Poesie

    ANCORA UN GIRO con VERSI

    Avviene a volte a tutti, nella vita,
    d’incontrare un momento
    senza tempo
    e di cavalcare l’onda
    e il proprio spazio intimo di pace
    e perdersi
    e ritrovarsi,
    puntando sempre verso il centro,
    vuoto
    come il cielo senza nuvole,
    o raccogliere
    su spiagge assolate
    un sassolino con l’occhio antico,
    fare un cerchio attorno alla vita,
    e rivedere il mare l’anima il ricordo di sé,
    alla luce del cuore.

    La morte non conta, ancora, voglio saziare
    la sete che divora e vederla che invade l’anima mia.

    Ancora un giro, un altro, un altro, un altro, un altro,
    e poi … l’altra vita riporta antiche presenze.

    Versi che bruciate di parole
    nate miti dall'antro del cuore.
    Versi che danzate cheti
    negli anfratti misteriosi del mare.
    Versi che cantate gioie
    calate silenti in coppe di dolore.
    Versi che esaltate pensieri
    sbocciati aulenti tra voci amare.
    Versi miei riversi in occhi di luce
    cantate il cielo su mari di conchiglie!

     



    Ancora un giro con Versi | 9 Commenti | Crea un nuovo Account

    I seguenti commenti sono proprieta' di chi li ha inviati. Club Poeti non e' responsabile dei contenuti degli stessi.
    Ancora un giro con Versi
    Contributo di: cordaccia on Tuesday, 02 May 2017 @ 21:23
    c'è malinconia ma anche tanta
    voglia di vita in questi
    versi che forse tradiscono
    l'età dell'autore.
    Con l'andare degli anni,
    progressivamente ci si
    sveglia sempre prima (dicono)
    proprio per godersi più tempo
    possibile.
    La poesia necessiterebbe
    un'asciugatina.

    ciao :)




    p.s.
    per asalone:

    io invece so cosa dirti :
    non ti sembrerà possibile, ma
    la tua poesia poteva anche
    non piacere e a me non é
    piaciuta.
    E pensa che, se ne avrò
    voglia, commenterò pure la
    tua prossima poesia.

    Al tuo scacciapensieri
    rispondo con un'aria per
    fagotto.

    [ ]

    Ancora un giro con Versi
    Contributo di: Bosio on Tuesday, 02 May 2017 @ 22:02
    Esprimi la malinconia al meglio mi piace .

    buona serata,alla prossima.

    Bosio

    "Diffida sempre dei geni letterari,scriveranno solo di trame
    comprensibili a loro immagine" Anonimo '800

    ---
    Bosio

    [ ]

    Ancora un giro con Versi
    Contributo di: zio-silen on Wednesday, 03 May 2017 @ 07:05
    Guarda Tom, qualcuno potrebbe dirti che il componimento è farcito di poetichese; che il tratto metapoetico, in quanto (sovente) rivelatore dell'essenza autorale, dovrebbe essere meno "cuore - dolore - mare e conchiglie" e più scavo interiore; che il lessico, soprattutto nella parte finale, risulta datato; che il testo è enfatico, retorico (non sono offese) e che andrebbe un tantino limato. Ma non sarò io a muoverti tali critiche: sono convinto, infatti, che la tua sia una scelta ponderata in perfetto stile "Piemontese". Quindi . --- zio-silen

    [ ]

    Ancora un giro con Versi
    Contributo di: federicosecondo on Wednesday, 03 May 2017 @ 11:40
    Mi piace molto fino a
    antiche presenze.





    ---
    federicosecondo

    [ ]

    Ancora un giro con Versi
    Contributo di: Carmen on Wednesday, 03 May 2017 @ 14:07
    Ci sono dei bei versi.
    Ma sto componimento è troppo, troppo, troppo.
    Troppo pesante, troppo farcito.

    ---
    La sofferenza passa. Ma è l'aver sofferto che non passa mai.

    Fëdor Dostoevskij

    [ ]

    Ancora un giro con Versi
    Contributo di: scoriaindustrial on Wednesday, 03 May 2017 @ 17:40
    momento senza tempo, perdersi, ritrovarsi, cavalcare onde, luce del cuore....antro del cuore...versi, versi, versi, versi.....no, non ci siamo. --- "In testa a Gozilla, tra le sue ciglia, non prendere l'acme...". (Alberto Ferrari - Verdena)

    [ ]

    Ancora un giro con Versi
    Contributo di: Anais on Saturday, 06 May 2017 @ 20:45
    Questo testo non va. Mi spiace perché sento quell'impulso a scrivere ma che va molto addomesticato.
    Salve.

    [ ]

    Ancora un giro con Versi
    Contributo di: indio on Monday, 08 May 2017 @ 10:14
    anche a me piace fino a

    antiche presenze.


    ---
    mitakuye oyasin

    indio

    [ ]

    Ancora un giro con Versi
    Contributo di: Lorens on Tuesday, 14 November 2017 @ 19:34
    ... anche qui annoto molte ripetizioni: cinque volte "versi"
    altrettante quattro di "un altro", oltre alla congiunzione
    "e" ripetuta per aggiungere versi a seguire ...

    Osservando il contenuto della lirica, ritrovo invece diversi
    momenti emozionali e felici descrizioni, oltre che intime
    sensazioni di lancinante umanità.

    Mi permetto di rivisitare la poesia come di seguito:

    In vita e quasi a tutti
    capita d’incontrare un momento
    senza tempo
    cavalcando l’onda
    nel proprio intimo spazio di pace
    perdersi
    ritrovarsi
    verso il centro vuoto
    come il cielo senza nuvole.

    Raccogliere su spiagge assolate
    un sassolino con l’occhio antico
    fare un cerchio attorno alla vita
    rivedendo il mare
    l’anima
    nel ricordo di sé
    alla luce del cuore.

    La morte non conta
    voglio saziarmi la sete
    anche divorando
    nel vedere l'invadenza all’anima mia.

    Ancora un giro
    un altro e di più
    e poi
    un'altra vita
    a riportare antiche presenze.

    Versi che bruciano
    di parole nate miti dal cuore
    che danzano cheti
    negli anfratti mare.

    Essi cantano gioie
    calate silenti
    in coppe di dolore.

    Si esaltano pensieri
    sbocciati tra voci amare
    oltre ai miei riversi
    in occhi di luce
    cantando il cielo
    su mari di conchiglie!

    ciao
    Lorens




    ---
    Lorens

    [ ]

    Opzioni  
  • Invia il Contributo a un amico
  • Contributo in Formato Stampa

  •  Copyright © 1999-2017 ..::Il Club dei Poeti::..
     Associazione Culturale Il Club degli autori Partita Iva e Codice Fiscale 11888170153
    Tutti i marchi e copyrights su questa pagina appartengono ai rispettivi proprietari.