club.it
clubpoeti.it
club.it
 Benvenuto su ..::Il Club dei Poeti::.. Thursday, 27 April 2017 @ 20:35 
Invia il tuo racconto | Invia la tua poesia | Faq | Contatti
Argomenti  
Home
Poesie (2660/1)
Racconti (1026/0)

Clubpoeti.it sostiene la coscienza degli animali  

Eventi  
Eventi nel sito

Monday 07-Nov -
Sunday 30-Apr
  • Premio Letterario Marguerite Yourcenar 2017

  • Thursday 10-Nov -
    Tuesday 30-May
  • Premio Ebook in…versi 2017

  • Tuesday 15-Nov -
    Sunday 30-Jul
  • XXI Edizione Premio di Poesia Poeti dell'Adda 2017
  • Ultime novità  
    CONTRIBUTI
    Nessun nuovo contributo

    COMMENTI
    nelle ultime 48 ore

  • Confini - Scimmie [+3]
  • La sapienza di Di... [+5]
  • Nun ce pruà [+3]
  • Checco [+5]
  • Dualità (L'ultima... [+7]
  • poesie  09 -04 -1... [+6]
  • Il pero selvatico  [+4]
  • La Pazza Corsa [+2]
  • Cado al tuo voler...

  • LINKS
    nelle ultime 2 settimane

    Nessun nuovo link


     La Pazza Corsa   
     Thursday, 20 April 2017 @ 10:00
     Leggi il profilo di: A.Sal.One
     Visualizzazioni: 438

    Poesie

    Su questa terra di parole
    di carta scritta e roba virtuale
    preferisco stare zitto
    fare un po` da spettatore

    cosi` guardo la TV:
    tutti vendono qualcosa
    tutti schiavi del consumo
    tutti in fila ad uno ad uno.

    Pover’uomo di provincia
    stai vicino a un terminale
    ma dove vorresti andare?
    Ti devi conformare

    e stai attento a quel pensiero
    soprattutto se, per caso
    diventa, piu` che mai pericoloso.

    E` inutile ribellarsi
    o decidere sul da farsi,
    confuso dall’assalto informatico
    non riesci a concentrarti,
    col bisogno di una messa a punto
    corri via, verso un appuntamento.

    Battuto dalla competizione
    rimani sconcertato
    e cosi` ascolti un merlo
    nel mattino che si sveglia,
    mentre la radio parla:

    “alle cinque del mattino
    si sente cantare un merlo,
    il merlo conformista.”

    Sal Gen

     



    La Pazza Corsa | 16 Commenti | Crea un nuovo Account

    I seguenti commenti sono proprieta' di chi li ha inviati. Club Poeti non e' responsabile dei contenuti degli stessi.
    La Pazza Corsa
    Contributo di: trimacassi on Thursday, 20 April 2017 @ 11:20
    Caro Sal, io penso che la lunghezza ti freghi un po', sul
    breve sei più perfetto ! Eri partito benissimo, a spron
    battuto, con le prime 4 strofe scorrevoli e piacevoli ; poi
    incespica un pochino, ma è sempre un bel piacere leggerti,
    portando aria buona nel Club e sorriso sulle labbra.
    Grande Sal, il mio saluto sincero.

    ---
    trimacassi



    [ ]

    La Pazza Corsa
    Contributo di: cordaccia on Thursday, 20 April 2017 @ 12:53
    ah, ecco le poesie fresche,
    di avanguardia consumata che
    portano nuova aria al club :)
    Al Cern hanno visto un bosone
    appesantito dagli abbacchi
    pasquali e una subparticella
    sbandare alle alte velocità
    per colpa delle gomme da
    neve
    non ancora sostituite.

    Sei passato dalla poesia
    dell'oh alla poesia dell'oh
    oh oh oh (piuttosto
    risibile).
    Una filastrocca che si
    contraddice nel suo
    messaggio, dato che stai
    usando internet per
    pubblicarla.

    ciao :)

    [ ]

    La Pazza Corsa
    Contributo di: guido ja on Thursday, 20 April 2017 @ 14:48
    ... è un buon testo di canzone. Non di più.
    guido

    ---
    Un uomo pieno di sé è sempre vuoto.
    C. Régismanset

    [ ]

    La Pazza Corsa
    Contributo di: zio-silen on Thursday, 20 April 2017 @ 14:52
    Vorrei tanto che fosse una lettura, in chiave sardonica,
    di quel processo psicologico ("La Pazza Corsa") che
    porta tanti individui (anche Qui) a disfarsi delle proprie
    peculiarità (soprattutto culturali) per marciare sotto le
    insegne dell'anticonformismo dominante nel gruppo,
    per tornare così - inconsapevolmente - all'omologazione.

    Fermo restando il valore unitario del componimento,
    contrariamente a Trima quoto le ultime tre strofe
    laddove l'immaginifico prevale sulla riflessione.

    Un saluto

    ---
    zio-silen

    [ ]

    La Pazza Corsa
    Contributo di: Carmen on Thursday, 20 April 2017 @ 16:30
    Non mi sono mai piaciute le rime al pari del conformismo e dei silenzi pavidi che ci rendono complici delle brutture.
    Io languo
    Tu langui
    Egli - sto Club - langue.





    ---
    La sofferenza passa. Ma è l'aver sofferto che non passa mai.

    Fëdor Dostoevskij

    [ ]

    La Pazza Corsa
    Contributo di: PattiS. on Thursday, 20 April 2017 @ 19:24
    il tuo peccato principale è che mi hai fatto venire in mente un film meraviglioso di
    Bertolucci (tratto da un romanzo di Moravia): il conformista. Insomma, è vero che
    in Italia Siti riesce a sollevare un polverone su storie alla D'Urso (poi dicono a me, e
    parlano di Sveva Casati Modigliani - ahah, avevo scritto Svevo, per mistake-lapsus
    - eh...magari Patti, magari). In ogni caso, non trovo il conformismo così
    negativo...dipende dai modelli. Poi boh...sarà colpa dei neuroni in cui mi specchio
    volentieri. La tua corsa ha molti difetti, e siccome so che sei una persona
    intelligente, manco sto qui a dirti, perché tu lo sai perfettamente.

    ---
    "aiupo, aiupo/
    e` arrivato il luto!" A.Sal.One

    [ ]

    La Pazza Corsa
    Contributo di: Ganimede on Thursday, 20 April 2017 @ 23:25
    Il dubbio amletico é: "ma le cinque del mattino australiane o le cinque del
    mattino italiane?" É un po' come la curiosità di verificare come vi gira
    l'acqua nello scarico.... no é che deriva tutto dalla sorpresa di scoprire il
    merluzzo così mattiniero :-)
    Io, Sal, cosa posso dire.... non è che mi faccia impazzire questo genere o
    le rime o il modo in cui hai costruito la poesia in generale... posso però dire
    che la curiosità nel leggerti è sempre alta per il modo a dir poco
    rocambolesco attraverso il quale spazi sia tra temi più disparati, sia
    evidentemente, tra gli stili legati all'esposizione. Ma devo dire anche che, la
    scelta dell'argomento, mi ha sorpresa non poco, da parte tua (ah aspetta....
    hai detto che scegli un filo conduttore da portare avanti per l'arco
    dell'anno.... che cosa ci dovremo aspettare nei prossima mesi? :-)
    Per come la vedo (e non é una critica al tuo intento che nemmeno bene
    individuo),nessuno può permettersi di criticate il conformismo
    chiamandosene fuori e nessuno può avere la presunzione di conoscerne
    gli estremi, l'eventuale critica rivolta al proprio conformismo non è meno
    conformista e ancora più conformista é dire che l'autocritica rivolta al
    proprio conformismo é conformista.... ecco, per come la vedo, insomma,
    non se ne esceeeee!!!
    Io credo che, vivere, sia già di per se stesso un conformarsi, perché,
    qualsiasi cosa tu faccia, o ti renderà in qualche modo conformista, o ti
    renderà schiavo incosciente di un ideale anticonformista che è la stessa
    cosa, anzi, é da invasati (ne sono esenti solo i folli). L'unica soluzione è
    disfarsi delle opinioni che generano la sete di confronto ma è un po'
    estrema. Ma poi perché demonizzare il conformismo quando l'unica cosa
    ragionevole da perseguire é il benessere personale incondizionato?
    Anzi, ben venga il conformismo che, per legge di compensazione, permette
    ai sepensanti " fuori gregge" (più o meno tutti noi sette miliardi e mezzo di
    illusi)di reputarsi sempre molto, molto originali.
    Ciao neh, Sal Gen(nnaro)
    P.s. Non so se i vostri merli siano conformisti, io posso dire che i merli che
    razzolano nei giardini italiani, sono più furbi di molti umani (prova diretta).


    ---
    Nadia Rizzardi
    ---"Cristo è ateo" Ivan Kramskoj.

    [ ]

    La Pazza Corsa
    Contributo di: Armida Bottini on Friday, 21 April 2017 @ 07:03
    Ti capisco e sto con te amico sempre. Stelle volanti verso
    l'Australia, ciao.

    ---
    Midri

    [ ]

    La Pazza Corsa
    Contributo di: epitteto on Friday, 21 April 2017 @ 10:24
    Testo di denuncia sociale contro la massificazione delle idee e dei comportamenti.
    A simiglianza di quel film dove l'anchorman e la gente tutta ad un certo punto grida esasperata dalle finestre < mi son rotto e voglio ribellarmi >.
    Siamo importanti solo come consumatori e non più come cittadini, sottoposti al pensiero unico dominante del momento.
    In tutto questo non c'è nulla di poetico, tantomeno nella proposta in lettura.
    Alla carissima Carmen: che importanza ha sapere se sono Orbilio o il vecchio Epitteto?
    Tutti noi indossiamo una maschera a nascondimento del nostro vero essere di cui per lo più ci vergognamo.
    In etrusco persona significa < maschera >: la togliamo o la indossiamo a seconda delle convenienze del momento.
    Un caro saluto a te e a tua figlia.
    E più non ti dimandare.
    Orbilius plagosus

    [ ]

    La Pazza Corsa
    Contributo di: maria bellanti on Friday, 21 April 2017 @ 16:48
    Non siamo individui ma soggetti manipolati da persuasori occulti che decidono per noi.
    Questo è il messaggio che colgo. Non mi disturbano le rime ma la seconda parte la trovo un po' forzata.
    Qui non sentiresti cantare il merlo ma le " ciaule" cra, cra,cra. Ciao.

    [ ]

    La Pazza Corsa
    Contributo di: franca canapini on Friday, 21 April 2017 @ 22:01
    Mi piacciono le prime tre strofe, poi la rivedrei. Comunque è già bello sapere che
    invii dall'altra parte del mondo e che commenti mentre noi per lo più dormiamo.
    Ciao
    Franca

    [ ]

    La Pazza Corsa
    Contributo di: gianna.curto on Sunday, 23 April 2017 @ 08:13
    Questo metterti in gioco con verità inconfutabili e poco discutibili è un dono. Corriamo tutti ,a volte per raggiungere una meta ,a volte senza motivo . Una umanità sofferente in corsa. In qualche punto la poesia non scorre ma mi piace lo stesso. SOLO UN RIMPROVERO non ho dimenticato una tua frase a Rometta quando ho avuto la gioia di ospitarti insieme ad alcuni amici del club "Gianna ti voglio bene come una mamma ".....Sono tanto vecchia ? A volte la verità è meglio tacerla....ah...ah...Un abbraccio --- Gianna

    [ ]

    La Pazza Corsa
    Contributo di: Pale shelter on Sunday, 23 April 2017 @ 08:53
    Certamente condivisibile. Sono d'accordo con lo zio che la
    parte più spiazzante, quella delle due strofe finali, è il
    tratto distintivo della poesia. A monte c'è qualcosa di
    essenziale e qualcosa, anche formalmente parlando, da
    sistemare in favore dell'incisività, che solitamente è uno
    dei tuoi cavalli migliori.
    Un caro saluto, Sal.

    Franco

    [ ]

    La Pazza Corsa
    Contributo di: Anais on Sunday, 23 April 2017 @ 20:31
    "Per me una prova da scartare assolutamente" (A.Sal.One)

    ...


    "...mappare il connettoma al nematode" (Ganimede).

    [ ]

    La Pazza Corsa
    Contributo di: Titta on Wednesday, 26 April 2017 @ 16:17
    Ciao Sal anche a me sono molto piaciute le ultime due strofe. Ritrovo il tuo ritmo, una certa musicalità malgrado il tema complesso. --- Titta

    [ ]

    La Pazza Corsa
    Contributo di: Elysa on Wednesday, 26 April 2017 @ 17:01
    ...ho fatto davvero una pazza corsa per commentare questa tua bellissima poesia, un po' diversa da altre tue ma per me molto condivisibile e umana --- Elysa

    [ ]

    Opzioni  
  • Invia il Contributo a un amico
  • Contributo in Formato Stampa

  •  Copyright © 1999-2017 ..::Il Club dei Poeti::..
     Associazione Culturale Il Club degli autori Partita Iva e Codice Fiscale 11888170153
    Tutti i marchi e copyrights su questa pagina appartengono ai rispettivi proprietari.