club.it
clubpoeti.it
club.it
 Benvenuto su ..::Il Club dei Poeti::.. Thursday, 27 April 2017 @ 20:34 
Invia il tuo racconto | Invia la tua poesia | Faq | Contatti
Argomenti  
Home
Poesie (2660/1)
Racconti (1026/0)

Clubpoeti.it sostiene la coscienza degli animali  

Eventi  
Eventi nel sito

Monday 07-Nov -
Sunday 30-Apr
  • Premio Letterario Marguerite Yourcenar 2017

  • Thursday 10-Nov -
    Tuesday 30-May
  • Premio Ebook in…versi 2017

  • Tuesday 15-Nov -
    Sunday 30-Jul
  • XXI Edizione Premio di Poesia Poeti dell'Adda 2017
  • Ultime novità  
    CONTRIBUTI
    Nessun nuovo contributo

    COMMENTI
    nelle ultime 48 ore

  • Confini - Scimmie [+3]
  • La sapienza di Di... [+5]
  • Nun ce pruà [+3]
  • Checco [+5]
  • Dualità (L'ultima... [+7]
  • poesie  09 -04 -1... [+6]
  • Il pero selvatico  [+4]
  • La Pazza Corsa [+2]
  • Cado al tuo voler...

  • LINKS
    nelle ultime 2 settimane

    Nessun nuovo link


     Un quadro vale.   
     Friday, 17 March 2017 @ 16:15
     Leggi il profilo di: percefal
     Visualizzazioni: 535

    Poesie




        Un quadro vale.
        
        
        “Viviamo in un'epoca dove le cose superflue sono le nostre uniche necessità.”.
        
        
        È solo uno stivale quello di cui si sparla
        unica calzatura davvero singolare
        in testa il pallone suo tarlo migliore
        più retorica che coesione
        esteri e  interni la falla dì
        agile incauta farfalla mentre
        pesta sole bucce gialle
        scrive di conquiste avanspettacolo e rivista
        propria saliva nelle inezie che lascia
        la vita oro non è come appare 
        solo gambale a bagno di coltura
        non affonda e non inciampa
        nella sua ombra sulle acque oligominerali
        di un universo  a forma di arto
        che scruta l’infinito di traverso
        ombelico proprio quando
        sventola le insegne o ci si nasconde
        dietro una bugia più dura
        è quando si implora  lucida scarpa
        che carezza proprio sedere nero
        più del vero uomo che commuove 
        prendere o lasciare un quadro che
        non sa invecchiare, vale.
        
        
        
        Da’ “Il ritratto di Dorian Gray” a Sotheby’s.
        




     



    Un quadro vale. | 16 Commenti | Crea un nuovo Account

    I seguenti commenti sono proprieta' di chi li ha inviati. Club Poeti non e' responsabile dei contenuti degli stessi.
    Un quadro vale.
    Contributo di: dragonero on Friday, 17 March 2017 @ 19:40
    un testo interessante, mi ricordo che Caparezza alcuni anni
    fa prese spunto da dipinti per fare un intero disco non mi
    ricordo il titolo ma era una cosa interessante
    la poesia racconta e nel raccontare descrive
    non puo essere che così visto che si cala in un vedere che
    è il TUO vedere
    (f)

    [ ]

    Un quadro vale.
    Contributo di: zio-silen on Friday, 17 March 2017 @ 21:41
    Scusami, ma qualche goccia di punteggiatura e un pizzico di interlinee
    sembrano colorare una tela poetica con i tratti mutabili di una Italietta immutabile.


    "È solo uno stivale quello di cui si sparla
    unica calzatura davvero singolare:
    in testa il pallone suo tarlo migliore.

    Più retorica che coesione.

    Esteri e Interni, la falla.

    Incauta farfalla
    mentre pesta il sole (bucce gialle)
    scrive di conquiste (avanspettacolo e rivista):
    propria saliva nelle inezie che lascia.

    La vita oro non è come appare:
    solo gambale a bagno di coltura.
    Non affonda e non inciampa
    nella sua ombra sulle acque oligominerali
    di un universo a forma di arto
    che scruta l’infinito di traverso
    l'ombelico. Proprio quando
    sventola le insegne o si nasconde
    dietro una bugia.

    Più dura è quando implora: lucida scarpa
    che carezza il proprio sedere. Nero
    più del vero. Uomo che commuove.

    Prendere o lasciare. Un quadro che
    non sa invecchiare, vale".


    Divertissement... il mio, ovviamente.

    Stelle e un saluto

    ---
    zio-silen

    [ ]

    Un quadro vale.
    Contributo di: Carmen on Saturday, 18 March 2017 @ 10:41
    Sebbene ci siano alcune espressioni veramente da eliminare,
    tipo sedere ...scarpa ecc...
    devo dire che questa volta ho trovato il tuo testo di un
    MANICOMIALE SIGNIFICANTE.
    E ti do una stella senza immagine, per non esagerare.

    ---
    La sofferenza passa. Ma è l'aver sofferto che non passa mai.

    Fëdor Dostoevskij

    [ ]

    Un quadro vale.
    Contributo di: trimacassi on Saturday, 18 March 2017 @ 12:20
    Ottima e veritiera l'enunciazione iniziale.
    Anche a me, questa tua nuova proposta, non è che mi
    entusiasmi, ma la trovo, nel complesso, interessante.
    Ci trovo il tuo solito enigmatico poetare, che lascia tracce
    non meglio identificate, ma, debbo dire, non lascia
    indifferenti.
    Vedo pure che sei uno dei più presenti nel Club.
    Il mio saluto.

    ---
    trimacassi



    [ ]

    Un quadro vale.
    Contributo di: PattiS. on Saturday, 18 March 2017 @ 13:32
    uhh... piccoli commentatori crescono, a quanto vedo... per il resto, io vivrei anche senza il superfluo, ma è il superfluo che non sa vivere senza me.... come al solito --- "aiupo, aiupo/ e` arrivato il luto!" A.Sal.One

    [ ]

    Un quadro vale.
    Contributo di: Ganimede on Saturday, 18 March 2017 @ 14:44
    I have got the key.....play! Ga.ninfettadiyogurt P.s. Aahhhh!!!! Non fidatevi di quest' uomo! Si finge povero ma ha un Percyan Grey originale nell'armadio! (Sí sí.... nell'armadio!:-)

    [ ]

    Un quadro vale.
    Contributo di: franca canapini on Saturday, 18 March 2017 @ 18:25
    Dalla tua Perceval hai il fatto positivo che scrivi poesie "impegnate" (come si
    diceva tanto tempo fa) e non è poco in epoca di individualismo; però la ricerca
    spasmodica di un altro linguaggio per dirlo, a parer mio, ti penalizza alla
    grande. O meglio penalizza il lettore che vorrebbe sentire e condividere e non
    può.
    Speriamo nella luce

    franca

    [ ]

    Un quadro vale.
    Contributo di: frank69 on Saturday, 18 March 2017 @ 21:41


    Questo stivale è la calzatura più di moda ultimamente,
    sempre nella bocca di tutti per le palle e le varie consuetudini più o meno.
    Trasformismo positivo? Così è se vi pare… disse qualcuno già da tempo.
    Vale anche la tua poesia che con qualche virgola in più,
    come dice lo zio,forse potrebbe essere più apprezzata adeguatamente.

    [ ]

    Un quadro vale.
    Contributo di: joshua on Sunday, 19 March 2017 @ 12:28
     Rivista, all’inizio, non riuscivo
     a non leggerlo ROVISTA. Poi ho sognato
     una farfalla, caotica, ma a pelo di labbra,
     scendere da una scala giacobita e l’asta
     è andata al rialzo, tanto che Google mi ha
     detto che sono fortunato ad essere italiano
     (gli ho accennato: ‘veramente io sarei sardo’,
     ma lui, nonscialante, mi ha rinfacciato
     un nuraghe a banner, come dire: ‘basta con
     queste eruzioni etniche! Oramai è tutto
     un Magna Magna, dall’Ellesponto all’Hispania ).
    
     E poi si sa che captiamo chi ci capta. 
    Chi è più napoletano di un cinese? Chi fa
     meglio la pizza di un eskimese o il parmigiano
     di un afghano? Chi più Berlusca di Trump?
    
    Tuttavia, ringiovanendo, ci consoliamo: abbiamo
     il Festival di Sanremo, la fuga dei cervelli
     (così non ci pensiamo troppo) e l’stituto
     del referendum per dire cosa veramente pensiamo
     (così LORO lo sanno e continuano a fare
     tutt’altro). E comunque Dorian è sempre
     troppo brexit, fiuta meno polvere sotto
     il tappeto del rifiuto nasale a viso aperto
     di Federico da MonteVeltro nei momenti 
    di onesta insincerità (senza camouflage,
     voglio insinuare dicendo).
    
    j
    
    p.s. : oligominerale…ehi, patti, non
     ti sembra aggettivo ganimedeo più di
     liscio e gassato?
    
    p.s.s.: riflessione extra moenia: un tempo
     il POTERE si mostrava all’arte (Dorian è un
     po’ un fu Re Lear esiliato nella fase acuta
     della malattia del capitalismo), non si
     vergognava, nel bene o nel male, di mostrare
     il suo volto, più o meno camuso o interrotto
     o demoniaco. Ma conoscete qualche ritratto
     d’artista di Morgan, o di Rockefeller, o
     di Goldman o Sachs o di qualche altro
     POTERE nascosto nell’understatement delle
     coscienze false o falsificate?
     Probabilmente non sentono di comandare loro,
     sono solo al soldo del DANARO. Ecco, un
     quadro che rappresentasse il potere, oggi,
     non si potrebbe, paradossalmente, dipingere,
     proprio perché dovrebbe dare realtà naturale
     ad un irreale come il valore monetario. 
    
    

    [ ]

    Un quadro vale.
    Contributo di: Sandro Moscardi on Sunday, 19 March 2017 @ 19:25
    Il mercato offre l’eternità superflua, plastificando la Giovinezza pensando di poterla sottrarre alla curvatura Del grafico che la rappresenta con la risultanza di Una sostituzione del reale col fermo immagine, i vecchi sono giovani ed i giovani non sono mai nati. I vecchi fanno figli vecchi che non invecchiano mai. Bel testo come sempre Tu Grande Poeta. . Ciao. Sandro

    [ ]

    Un quadro vale.
    Contributo di: Elysa on Monday, 20 March 2017 @ 10:45
    un parlare dell'italia e delle sue contraddizioni, mi piacciono alcuni passaggi, sei sempre originale --- Elysa

    [ ]

    Un quadro vale.
    Contributo di: scoriaindustrial on Monday, 20 March 2017 @ 18:33
    Ho l'impressione che il tessuto metrico non regga del tutto
    la musicalità che questo lessico esprimerebbe e che resta
    alquanto in potenza. Forse una diversa versificazione
    aiuterebbe.
    Ho sempre avuto un'avversione per gli stivali e sono sempre
    stato critico su quello che ogni giorno ci vesete i piedi e
    li fa puzzare alquanto, come te mi pare.....molto critico
    verso questa nostra madre terra... e queso questo mi ha
    guidato nell'apprezzare il messaggio "artistico" di questa
    poesia ed il suo stile, anche se alla fine l'hai sbrigata
    abbastanza semplicisticamente per i miei gusti e concordo
    con Carmen per la scelta non felice di alcuni vocaboli
    (meglio culo di seder, per esempio)

    ---
    "In testa a Gozilla, tra le sue ciglia, non prendere l'acme...". (Alberto Ferrari - Verdena)

    [ ]

    Un quadro vale.
    Contributo di: cordaccia on Monday, 20 March 2017 @ 22:50
    labbra da rana e tette di pongo,
    parrucchini e pancette levigate.
    I nostri quadri non li facciamo
    invecchiare, ma dentro c'è odor di
    naftalina.
    Questa volta sei stato meno
    criptico, più fruibile e,
    rileggendola, trovo un ritmo rap
    non male.
    gradita

    ciao :)

    [ ]

    Un quadro vale.
    Contributo di: loreine on Tuesday, 21 March 2017 @ 08:04
    E’ solo uno stivale che neanche chiede più il perché della sua natura. Una verità neanche più scioccante assuefatti come siamo ai tanti visi gonfi e tumefatti, cineserie che esprimono senza metafora alcuna la nostra realtà. Il malessere non invecchia mai. --- loreine

    [ ]

    Un quadro vale.
    Contributo di: Armida Bottini on Wednesday, 22 March 2017 @ 07:19
    Tutta vera Percefal, mi piace. Ciao. --- Midri

    [ ]

    Un quadro vale.
    Contributo di: ablablabla on Thursday, 20 April 2017 @ 21:20


    “che scruta l’infinito di traverso
    ombelico”
    E il saggio Línjì :
    Quando mi viene fame mangio il mio riso quando mi viene
    sonno chiudo gli occhi.
    Il tutto si potrebbe tradurre appunto con: quando scruto
    l’infinito dal tuo ombelico mi viene

    Grande poesia al clubs grande Percefal



    [ ]

    Opzioni  
  • Invia il Contributo a un amico
  • Contributo in Formato Stampa

  •  Copyright © 1999-2017 ..::Il Club dei Poeti::..
     Associazione Culturale Il Club degli autori Partita Iva e Codice Fiscale 11888170153
    Tutti i marchi e copyrights su questa pagina appartengono ai rispettivi proprietari.