La nostra storia

Thursday, 30 June 2016 @ 15:00

Leggi il profilo di: spaccaerompi

La nostra storia

Un'avventura che continua senza soste, giorno dopo giorno sembra non poter terminare mai, il confine viene spostato sempre più avanti abbattendo reti e muri che inizialmente sembravano insormontabili; le avevamo costruite affinché portassero sicurezza .
Ma in questa storia fatta di passione e sentimento non trova spazio la razionalità e si sgretolano i principi , le barriere scompaiono e lasciano il posto a grandi spazi di movimento, dove il pensiero vola e i sogni si realizzano da soli, quasi per magia.
Tanti ricordi si stanno già mettendo in fila, tanti piccoli istanti fatti di sguardi e sorrisi, cresce ancora la voglia di inventarne altri, sempre diversi, sempre più romantici, vissuti in piccoli quadri impressionisti dipinti per noi, solo per noi due.
E gli occhi di lei riempiono le giornate insieme alla sua voce, mi tocca le mani ed io la guardo mentre si diverte ad ascoltare il linguaggio della mia pelle,
Lei come una gattina mi viene vicino e fa le fusa, mi abbraccia mi bacia, la prendo e diventiamo un unico essere perfetto che vuole fermare il tempo . Pochi minuti rubati e già deve correre via e l attesa diventa una malinconica successione di minuti che diventano ore. Una gatta con occhi che scrutano dentro e ti lasciano stupito di come tutto stia accadendo così in fretta.
Oggi si confonde con ieri e la voglia di respirare le stesse emozioni, le stesse paure e gli stessi sogni, ci avvicina sempre di più.
Lui con le sue storie complicate da ricordare, l' ascoltava senza raccontare quasi niente di sé, la scopriva piano, lentamente, lei volentieri lo faceva partecipe del suo intimo, l attrazione si stava trasformando rapidamente in complicità e la voglia di stare insieme saliva in maniera esponenziale.
Un velo aleggiava nell aria e senza che se ne rendessero conto stava pian piano scendendo ad avvolgere e imbrigliare i loro pur semplici progetti. Non riuscivano a mettere ordine nelle loro vite e il conflitto di sintonia era sempre dietro l angolo.
Per lei era quasi un gioco e non capiva come fosse possibile che dopo poco tempo ci fosse un coinvolgimento così pieno. Lui la guardava con occhi lucidi, perché per tre inverni le era passata davanti, sorridente ed allegra, ma senza vederlo.
Solo lui la vedeva.
Senza il coraggio di dirle qualcosa, senza provare ad avvicinarla. Emozionato scambiava poche parole e poi tutto finiva.
Ogni volta la stessa storia, come un ragazzino sentiva lo stomaco chiudersi e il cuore che accelerava, impreparato ad un approccio che avesse un senso rimandava alla volta successiva e così non riusciva mai a dirle quelle poche cosa che aveva in mente.
In passato non aveva mai dovuto più di tanto cercare strani metodi per conoscere ragazze e forse questo adesso era diventato uno svantaggio. Mentre fino a qualche anno fa non si stupiva di essere avvicinato da ragazze che con chiare intenzioni provavano ad abbordarlo, oggi che aveva un età più matura spettava a lui farsi avanti; pigro come sempre evitava ogni possibile scambio di sguardi che poteva essere interpretato male. Così adesso si trovava impreparato, senza un filo di metodo che potesse mettere in pratica con lei che appena lo guardava gli faceva battere il cuore. Una Situazione senza via di uscita .
Ancora non ho capito come è accaduto, eppure stiamo uscendo insieme, stiamo vivendo una vita dentro altre due vite, lei serafica gestisce e con tranquillità veleggia in un mare tempestoso, io sempre con il cuore a mille e la voglia di organizzare tante cose senza che se ne realizzi una.
Oggi forse ci incontriamo, uno dei nostri meeting cronometrati, le chiederò di nuovo se può rendersi libera e se quando è con me si sente felice, lei come sempre mi dirà che si è innamorata una volta e quella sarà la sua unica per tutta la vita. Non vuole soffrire, non vuol provare , non crede che sia la scelta giusta costruire su dei cocci. Sempre molto rispettosa degli altri si tiene questo momento senza pensare a progetti futuri. Io , meno riflessivo, (zero) , le sto addosso chiedendole appuntamenti ai quali non può dire di no, eppure ogni volta riesce sempre ad ottenere delle modifiche che stravolgono il senso dell incontro.
Bimba non trattarmi male, non lo merito.
Dividendomi fra mille incastri è arrivato anche il temuto momento degli impegni familiari, una piccola vacanza che ha portate con sé facendole scomparire nel vento le nostre ritualità, fatte di chiacchierate al telefono o di scambi di smile , all improvviso tutto e stato spazzato via e le nostre abitudini e liturgie non esistono più.

Mi è capitato raramente di innamorarmi, con te è accaduto in breve tempo.

È passata , la vacanza è passata veloce e per fortuna senza lasciare grosse tracce , tutto è rimasto indenne.
Subito iniziamo di nuovo ad incontrarci, a momenti la sento un pochino più distratta e lontana, cerca però sempre di rassicurarmi dicendomi che non chiuderebbe una storia senza un valido motivo.
I nostri momenti da ricordare cominciano ad essere molti, cene in angoli da cartolina, tramonti dorati e aperitivi in riva al mare, abbracciati stretti nel vento di maestrale, nella dolce campagna toscana con panorami mozzafiato, in piccoli localini tipici a scambiarci complicità. Tante sono diventate queste occasioni che risuonano nella mia mente e mi fanno accelerare i battiti del cuore.
Adesso che iniziamo conoscerci meglio, tante sfumature, , molti aspetti che inizialmente erano rimasti in secondo piano si stanno evidenziando.
Una bimba che scopro vivace e trascinatrice nel gruppo, come dolce e sentimentale lo è nel rapporto a due, passionale e calda nel letto , una ragazza romantica con occhi sognanti quando parla del suo passato , protettiva con il futuro che vuol costruire, pragmatica e concreta quando sostiene con forza le sue convinzioni.
Jenny è abituata a decidere per proprio conto della sua vita e delle sue scelte, fa fatica ad accettare una guida o un consiglio da altri, quando lo fa vuol dire che quella persona comincia ad avere un certo peso, una influenza forse minima, ma che può fare la differenza. Questa cosa la spaventa e la fa pensare. Chi le sta accanto deve un pò rassegnarsi al suo voler essere al comando ma lo farà volentieri pur di evitare che l incantesimo si spezzi .
Il suo fascino deriva in parte da crederla indifesa,
È accaduto ancora, la voglia di vederla di incontrarla di stringerla a se per sentire il suo profumo , gli ha fatto commettere un errore. Jenny più volte gli aveva detto di non essere oppressivo di non insistere quando le condizioni non lo permettono, gli aveva chiesto di rispettare questa regola importante, questa unica regola che non doveva essere messa in discussione . Lui l aveva infranta con superficialità, anzi con stupidità, facendo ciò che più gli era stato chiesto di evitare. Si era presentato sotto la sua casa in orari pericolosi , aveva messo in pericolo ciò che per Jenny era molto importante , la sua vita privata.
La reazione c'era stata immediata e violenta, le parole bruciavano sulla pelle come un onda caldissima che non si può fermare e l immediato cambio di marcia aveva lasciato Larry stordito.
Adesso rifletteva su quello che avrebbe potuto fare , quelle risorse che messe in campo avrebbero potuto riportare indietro le lancette dell’orologio, si adesso si disperava per la cazzata della mattina precedente, del messaggino che l'aveva fatta innervosire o peggio ancora delusa, adesso con la testa stanca capiva ancora una volta che Jenny era una ragazza speciale, non era facile starle vicino senza commettere errori. Non era facile tenere vivo l interesse in lei senza cadere nella routine.
Larry aveva deciso che forse era meglio andarci cauto, restare in una sorta di limbo per un breve lasso di tempo che forse sarebbe stato utile per ricucire in maniera naturale; questa era la seconda volta che Jenny lo attaccava violentemente e come per la prima era stato colto impreparato, non si aspettava un momento così complicato da affrontare, una crisi che rischiava di compromettere tutto ciò che fino ad adesso era stato vissuto come un sogno.
La frase più triste :
"non è più un piacere sentirti,
non so cosa posso aspettarmi da te ".

Era stato un pugno nello stomaco, gli aveva procurato molto più dolore della telefonata , forse perché nella freddezza del messaggino non poteva cogliere nessuna sfumatura positiva. Implacabile aveva il sapore di una sentenza senza appello.

Adesso dopo che la giornata era passata senza che avesse un senso, rileggeva tutto quanto infinite volte , aspettando che una soluzione venisse a districare una matassa senza più inizio e fine. Forse domani Jenny avrebbe detto la parola magica, voglio ancora che "la nostra storia" continui, voglio ancora rivederti, voglio ancora abbracciarti e baciarti, voglio ancora stare insieme a te.
Ti voglio bene e per questo ti perdono".
Si Jenny mi avrebbe detto questo , ne sono sicuro . Buonanotte amore, ti voglio sognare.

Oggi dopo una mattina a preoccuparmi per il silenzio totale non ho resistito e l’ho chiamata, mi sono detto meglio che mi mandi a quel paese e mi dica: "non voglio più sentirti e vederti" piuttosto che stare qua ad aspettare senza che niente accada. Naturalmente questa ipotesi del non vedersi più eccetera era soltanto un modo di dire , lo scopo era risentirla, riascoltare la sua voce, quella voce che mi affascinava, quel modo di parlare con quel suo leggero mix di inflessioni che la rendeva riconoscibile e unica. Forse avrei strappato un appuntamento, un breve incontro rubato, un bacio dato al volo con la promessa di rivederci la sera. Semplicemente, non aveva risposto al telefono. Una serie di riunioni le avevamo impedito di fare tutto quello ho scritto sopra.

Per dare un senso alla storia ho deciso di provare a inserire una cronologia degli incontri, sono stati talmente fitti e serrati che mi resta difficile ricordarli tutti e metterli in fila.
Cena ristorante a T. Con camminata nel vento e successiva chiacchierata nel parcheggio

Viaggio montagna con serata al pub a P. Romantico con pioggia fitta.

Cena ristorante a L. Pioggia, ma emozioni e brividi di love

Mattina di sabato in città e sulla scogliera

Giro in auto e birra in spiaggia a T. Bellissimo ricordo.

Giro in auto e birreria a V. Pericolo grave. Serata comunque bella.

Pomeriggio al pub per aperitivo insieme ad una collega . Ci baciamo all’aperto come una coppia innamorata.

Giro in auto , dogana con brivido, si continua e fine serata a vedere il mare .

In Collina al santuario per pomeriggio insieme. Gelato.

pomeriggio insieme nelle campagne , poi Cena in agriturismo

Pranzo leggero di pesce in ristorantino turistico e dopo in spiaggia.

Concerto insieme, momento bellissimo e divertente.

Incontro sul lavoro , bello anche se rapido.

Ad oggi , purtroppo la serie si è interrotta.
Jenny mi sono dimenticato alcuni pezzetti di serate, per esempio quando siamo stati abbracciati sul molo , prima dove eravamo ? Oppure anche altri momenti, aiutami pls.

Uno dei ricordi più intensi e struggenti: quando sei uscita dalla tua auto nel parcheggio sotterraneo, mi sei corsa incontro e mi hai baciato stringendomi strettissimo .

Un altro giorno sta passando.

%%%%%%%%%%%%%%%%%%


Non risponde alle chiamate, la situazione è stagnante, ieri mi aveva scritto che doveva riflettere e che non era tranquilla, ma addirittura non farsi sentire, non leggere i messaggi, non dare un minimo segno di interesse. Ho lo stomaco chiuso, dormo poco e ho perso un kg. Ho paura che dietro l angolo ci sia la notizia che più temo, che abbia già deciso di voltare pagina e voglia solo aspettare un buon momento per dirmelo.
Cresce sempre più l idea di essere stato un piccolo spazio nella sua Vita , una parentesi che senza fatica ha deciso di chiudere. Eppure quando eravamo insieme leggevo nei suoi occhi una sincerità che non lasciava dubbi, le lettere che ha scritto sono piene di emozioni , i momenti passati insieme hanno avuto il sapore inconfondibile dell’amore; possibile che mi sia immaginato tutto, che per lei si sia trattato soltanto di un passatempo.

Non sono bravo ad aspettare, non sono bravo a rincorrere una donna, non sono bravo a soffrire, tre giorni di stop dopo due di felicità possono essere distruttivi. Penso sempre che uno sbalzo di umore del genere non può derivare soltanto da due messaggini discutibili o da un passaggio in auto in una zona pericolosa. Naturalmente evito accuratamente di esprimere questo punto di vista, proverò invece di nuovo a ricontattarla.
Potrei scriverle un messaggino arrabbiato del tipo: Hey bimbina, con chi credi di avere a che fare , non sono il tuo giocattolino che puoi trattare come vuoi senza che ci sia reazione alcuna. Adesso ti dico io quello che devi fare, ti devi dare una grossa calmata e smetterla di accusare gli altri dei tuoi sbalzi umorali, sei come tutte le donne che con il ciclo in avvicinamento diventano intrattabili. Ti voglio bene ma non mi piace essere trattato in questa maniera e oltretutto non ci sono neanche abituato. Sai che c'è, forse è meglio se andiamo ognuno per la propria strada.

È ovvio che niente di tutto questo verrà scritto.

Piuttosto farò un altra cosa, domattina torno in quel negozio di fiori le faccio recapitare un mazzo di 24 rose rosse, le scrivo un bigliettino con una frase impossibile da fraintendere del tipo. : "Bimbina sei il mio primo pensiero quando mi sveglio" , oppure, perdonami se ho sbagliato ma sono innamorato. Anzi le metterò tutte e due. Così non sbaglio. Forse potrebbe essere la mossa più giusta, capirà quanto tengo a lei e potrà dimenticare questo momento di crisi.
mi sta telefonando !!!!!!
Ci sentiamo dopo ragazzi, adesso non ho più tempo per la penna, la mia Jenny mi sta per telefonare, è evidente che anche lei non vedeva l ora di sentirmi , probabilmente quegli schiavisti per i quali lavora non le hanno dato tregua in questi due giorni e quindi non ha proprio potuto contattarmi. Vabbè qualche messaggino è arrivato però il lavoro l'avrà tenuta impegnata . Non devono stressarla, Jenny è una ragazza forte ma deve anche recuperare le forze e invece la sovraccaricano di impegni. Appena possibile a quegli stronzetti gliene dirò quattro. Jenny va trattata con i guanti , nessuno si deve approfittare di lei.
SI, sta per telefonare , sentirò si nuovo la sua voce, ma perché il telefono non suona !?!?!?!
Ciao Jenny,
ciao Larry, no aspetta Jenny fammi parlare, io ti voglio bene mi mancano le tue lunghe telefonate, i messaggini, i baci rubati, mi manca giocare con i tuoi capelli, Jenny sono stati giorni faticosissimi senza di te, non lasciarmi senza un motivo, voglio continuare a vederti, anche nei ritagli di tempo , anche condivisa, anche se ti arrabbi e a volte mi tratti come un bambino, va bene lo stesso, ci tengo troppo a te , anche se sono geloso anche se mi hai detto fin dall’ inizio "ma cosa vai ad incasinarti la vita" , è uguale ormai mi hai stregato e farei qualsiasi cosa per stare insieme a te.
J: Larry, Larry posso parlare ?
L: Ecco si adesso si dimmi pure, Jenny ti voglio bene , se devi lasciarmi.... promettimi che lo farai .... anzi che non lo farai mai.
J: Larry non voglio chiudere con te, anche io ti voglio bene e con te sono stata felice, i ricordi che hai descritto mi appartengono e li tengo stretti nel cuore, quei momenti non li ho dimenticati e non potrò dimenticarli, ormai fanno parte della mia vita, di questo breve piccolo pezzetto di vita nel quale secondo me tu sei stato troppo coinvolto, io sono una ragazza normale come tante altre , tu sei soltanto invaghito e usi dei termini a sproposito ; il punto però è che il tuo carattere non è compatibile con il mio, non vuoi rispettare la mia persona nel momento in cui ti chiedo di evitare certi atteggiamenti, quando ti chiedo di non essere troppo presente, quando ti chiedo di evitare qualsiasi rischio che possa mettere a repentaglio la mia ma anche la tua vita familiare. Mi sentirei responsabile di una scelta sbagliata da parte tua dettata appunto dal tuo carattere troppo impulsivo. Non mi interessano le scuse o le lacrime di coccodrillo , tanto poi saresti da capo nel giro di poco tempo. Credo sia opportuno uno stop che a me dia tranquillità e modo di riflettere su quello che è la nostra storia, se mi ha fatto crescere e in quale direzione. Non voglio neanche pensare di mettere in discussione la mia vita ufficiale, ma voglio dirti che sei una persona alla quale tengo e non ho intenzione di dimenticare. Mi trovo però in uno stato d animo un poco ansioso e te ne sei responsabile.
L: anch'io ti voglio bene, sono stato in pensiero per te quando non rispondevi, non sapevo cosa fare e avrei voluto essere li per abbracciarti e farti capire che sono cambiato. Adesso sono più riflessivo, ho modificato tutto il modus operandi complessivo, non farò assolutamente più nessun tipo di errori o iniziative che potranno minimamente farti arrabbiare. Se hai deciso che è necessario uno stop di tre ... facciamo due giorni ( che poi se li sommiamo a quelli appena trascorsi diventano tantissimi ) va bene, sono daccordo (#$%÷×@#) e quindi starò in disparte ad aspettare che trascorrano i minuti e le ore. Per dimostrarti che ti sono vicino ho intenzione di farti una sorpresa che sicuramente di piacerà, una bella sorpresa che ti farà tornare il sorriso e la voglia di stare con me. Per quanto riguarda la mia vita familiare ti posso dire che sarà proprio la tua presenza al mio fianco che mi eviterà di farà cazzate, sei tu che con le tue parole che possono essere dolci ma anche taglienti come lame affilate, che riesci a darmi il giusto equilibrio affinché non sfasci tutto senza pensarci due volte .
J: ascolta Larry, non hai capito niente, primo non mi piacciono i toni da melodramma, secondo non sei cambiato perché questo è il tuo carattere e così è e rimarrà, terzo questo sorta di ridicolo ricatto che se io non sto con te tutto andrà a rotoli.... per favore non cercare di raggirarmi con le parole tanto non ci casco. Quarto non fare nessuna mossa per conquistarmi tanto non attacca, per cui stai buonino senza fare danni che potrebbero veramente mettermi sulle cattive. Se hai parlato di sorpresa vuol dire che hai già in mente qualcosa ...... ti conosco ormai ti conosco , .... ci sono: non mandarmi fiori !
L: Jenny, ma tu mi fai paura. Mi hai letto nel pensiero, pensavo di farti avere un mazzo di rose rosse con un bigliettino dove avresti capito veramente quello che provo quello che sento per..
J: NON LO FARE, per fortuna ti ho fermato in tempo, un mazzo di rose rosse in ufficio , ma non ti rendi conto che sarei stata in imbarazzo, come lo avrei giustificato. No guarda non leggo nel pensiero, o soltanto imparato a conoscerti e cerco di prevenire. Questa volta ci sono riuscita.
L: Jenny , sei veramente speciale, TVB.

**************************

Oggi non ci siamo sentiti, solo messaggini, sempre con la voglia di parlarle di stare insieme; ho come la percezione che sia un pochino più calma, più tranquilla. Mi rendo conto che tante , per non dire tutte le cose che ha detto sono vere, lei non si è risparmiata per stare con me , si è veramente fatta in quattro per accontentarmi, anche in situazioni particolari , ( no non le scriverò, lo sappiamo solo noi due ) eppure pur vivendo giorni e giorni pieni di gioia e amore non sono stato bravo abbastanza per farle capire che vedevo questa sua disponibilità e quanto le costava in termini di organizzazione giornaliera. Quello che invece è emerso è stata una mia figura di persona cieca che non apprezza quanto questa bimba faceva pur di stare insieme a me.
Ma io non sono egoista !!!! Tutti mi dicono sempre che mi preoccupo degli altri, che vi dedico anche troppo tempo togliendolo alla famiglia, " dovresti smetterla tanto nessuno ti dirà mai grazie o ti verrà in aiuto se ne avrai necessità". Come mai con Jenny invece riesco a collezionare queste brutte figure. Eppure proprio con lei vorrei essere al massimo della forma, vorrei fare lo splendido in tutte quelle situazioni che fanno colpo e ti fanno guadagnare un sacco di punti. Ecco cosa accade invece quando mi avvicino a Jenny: mi sento lo stomaco che si chiude, il battito si accelera e per ritrovare la calma ci vuole sempre del tempo. Nei due giorni insieme avevo trovato una sintonia e veramente era bello pensare che potessero continuare.
Mi ha chiesto più volte ,perché proprio lei, con tutte le ragazze dell’ufficio ? Non le è ancora chiaro che ogni volta che la vedevo arrivare, ogni volta che le strappavo un sorriso, o un bacio sulla guancia con la scusa di un saluto di benvenuto , oppure come sceglievo i giorni della settimana , solo quando ero sicuro che fosse presente; ogni mossa era sempre legata alla sua presenza , fosse anche solo il tempo di una sigaretta , tanto bastava a farmi stare bene per il resto della giornata. Il suo fascino ha avuto su di me un effetto globale , ancora non si rende conto del potere che potrebbe esercitare se lo volesse.
Mi ha inviato un messaggio di Buonanotte, piccole cose che ti fanno star bene.
Buonanotte anche a te bimbina.
Speriamo domani si possa cenare insieme.
XXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXX

Che giornata assurda, dopo la flebile speranza di vederla , di scherzare su questo periodo di punizione ( che se vogliamo essere sinceri è veramente fuori misura ), dopo aver controllato mille volte il cell nella speranza di un minimo cenno di saluto o indicazione anche criptata ( sono in grado di interpretare qualsiasi codice in quanto da bambino ho letto centinaia di fumetti di guerra e quindi non ho nessun tipo di problema in questo senso , insomma niente, nada de nada , non ha visionato i miei messaggi e non ne ha scritto di nuovi. Stasera neanche la buonanotte. Ho uno strano presentimento, speriamo di sbagliare.
************************************************************************************
Descrizione della giornata di oggi .
J: sono ancora di pessimissimo umore.
Praticamente questo è stata tutta la conversazione di una domenica da dimenticare. Io non riesco a capire come si possa passare da ore di telefonate, da km di messaggini, da giornate passate insieme a coccolarci ad un improvviso astensione totale su tutta la linea.
************************************************************************************
Finalmente la svolta :-) dopo tanto è arrivata la telefonata tanto attesa .
La mia Jenny che fa innamorare le persone senza difficoltà, è riuscita con poche semplici ma dolcissime parole a farmi tornare il sorriso. Mi ha detto più volte che non ha intenzione di chiudere con me, che mi vuole bene e gli piaccio come persona e quindi devo stare " tranqui " perché la nostra storia continuerà , dovremo soltanto settarsi con la sua nuova ridotta disponibilità di tempo libero.
Jenny , oggi è veramente arrivata l' Estate.
2016june28. spaccaerompi

3 Commenti



http://vetrina.clubpoeti.it/article.php?story=20160629215613373