club.it
clubpoeti.it
club.it
 Benvenuto su ..::Il Club dei Poeti::.. Thursday, 19 September 2019 @ 21:09 
Invia il tuo racconto | Invia la tua poesia | Faq | Contatti
Argomenti  
Home
Poesie (2684/1)
Racconti (1021/0)
Saggi (15/0)

Eventi  
Eventi nel sito

Tuesday 08-Jan -
Friday 20-Sep
  • Premio di Poesia Città di Monza 2019

  • Thursday 10-Jan -
    Monday 30-Sep
  • Premio Letterario Città di Melegnano 2019

  • Friday 11-Jan -
    Saturday 30-Nov
  • Premio Il Club degli autori 2019-2020 Trofeo Umberto Montefameglio

  • Sunday 20-Jan -
    Monday 30-Dec
  • Premio Jacques Prèvert 2020
  • Ultime novità  
    CONTRIBUTI
    1 Contributo nelle ultime 24 ore

    COMMENTI
    nelle ultime 48 ore

  • Di foglie sparse [+2]
  • In un caffè di Be... [+7]
  • Mil-ano (ovvero l...
  • Quando l'acqua no... [+2]
  • Batticuore

  • LINKS
    nelle ultime 2 settimane

    Nessun nuovo link


     Lara   
     Wednesday, 29 June 2016 @ 17:00
     Leggi il profilo di: claudikant
     Visualizzazioni: 737

    Racconti

    Era una splendida giornata d'agosto, la colazione con mio figlio si era arricchita di un dialogo interessante. Anziché mugugni e risposte a monosillabi mi rispondeva con frasi compiute, ero commosso e quasi felice.
    Quel giorno avevamo in programma una visita ad una zia ricoverata in un ospedale della metropoli, durante il viaggio in treno il dialogo continuò serenamente.
    Una volta arrivati, mentre percorrevamo la banchina verso l'uscita della stazione seguendo il flusso della folla, vedemmo contromano un bellissimo labrador che trattenuto da un guinzaglio puntava decisamente verso noi.
    L'uomo che lo tratteneva era vestito in stile punkabbestia, mentre il cane festoso leccava le mie mani appoggiando le zampe sulla mia salopette, estrasse un tesserino della polizia e mi invitò a seguirlo raggiunto subito da un collega che comincio a domandarmi se avevo con me della droga e nonostante i miei dinieghi lui ripeteva che Lara, il cane, non sbagliava mai.
    Ci fecero entrare in due stanzine buie e squallidamente arredate, dopo avere infilato Lara in una gabbietta minuscola diedero inizio agli accertamenti documentali e quindi alla perquisizione.
    Da un minuscolo taschino della salopette che mio figlio mi aveva prestato quella mattina, saltò fuori una altrettanto minuscola pallina marrone e il sorriso che non mi aveva mai abbandonato, passò sulle labbra del poliziotto.
    Continuarono in una accurata perquisizione che non ebbe altro esito e compilarono, davanti a noi nudi, un verbale che segnalava il sequestro di zero virgola trentacinque grammi di hashish.
    Me lo consegnarono dicendo che potevamo rivestirci e andarcene.
    Durante la vestizione, che avvenne nell'altro stanzino dove stava anche Lara, ansimante e rannicchiata dentro la minuscola gabbietta, i due vennero chiamati per un'urgenza.
    Chiusero la porta dell'angusto ufficio, indicandoci prima un'altra porticina dalla quale uscire e se ne andarono in tutta fretta.
    Rivestendomi e ringraziando ripetutamente il mio rampollo per il prestito della salopette, notai che la gabbietta di Lara era dotata di una porticina con un chiavistello e un lucchetto lasciati aperti, mi avvicinai mentre mio figlio ripeteva no no no non farlo.
    Tirai la porticina già aperta e un attimo dopo io, il mio erede e Lara correvamo per la città urlando “liberi, liberi, liberi tutti........”


     



    Lara | 6 Commenti | Crea un nuovo Account

    I seguenti commenti sono proprieta' di chi li ha inviati. Club Poeti non e' responsabile dei contenuti degli stessi.
    Lara
    Contributo di: cordaccia on Wednesday, 29 June 2016 @ 21:26
    un bel racconto davvero, schietto
    dinamico, sinergico nel confronto
    generazionale.
    Mi è piaciuto molto.
    Un( non so quanto volontario) omaggio
    agli ideali di Marco Pannella.

    ciao, cordaccia :)

    [ ]

    Lara
    Contributo di: Elysa on Thursday, 30 June 2016 @ 12:16
    ...racconto schietto senz'altro...papà moderno che dire!
    Fosse stato mio figlio successivamente alla bella corsa col
    cane, avrebbe anche ricevuto un bel calcio nel di dietro e
    una bella punizione (poi magari un lungo discorso
    chiarificatore) ma si sa che oggi non si insegna più il
    rispetto né per se stessi né per gli altri e ne pagheremo
    le conseguenze.

    ---
    Elysa

    [ ]

    Lara
    Contributo di: Armida Bottini on Saturday, 02 July 2016 @ 07:41
    Come Cordaccia. Mi piace tanto, ciao.

    ---
    Midri

    [ ]

    Lara
    Contributo di: claudikant on Saturday, 09 July 2016 @ 08:29
    grazie a tutti.

    ---
    claudikant

    [ ]

    Lara
    Contributo di: Anais on Saturday, 09 July 2016 @ 14:09
    Non sono convinta come gli altri,
    Papà moderno?

    Io devo essere una madre proprio antica, quindi sembrerebbe che pur di liberare Lara e i consumi di sostanze val la pena di essere "arrestati"?

    Ma al di là di tutto ci sono anche errori di battitura, punteggiatura, non sta bene in una vetrina e in un pezzo breve.

    Soprattutto volevo chiederti: perché quel commento tanto velenoso sotto la poesia di Uguccione?
    Mi suona singolare... Tu non commenti di solito, perché hai scritto quelle cose? Quindi leggi i commenti o è solo un caso?

    Ciao.

    [ ]

    Lara
    Contributo di: tendre on Sunday, 10 July 2016 @ 11:53
    Resto perplessa.
    Certo liberare Lara dalla grinfie dei poliziotti nel
    senso di ridarle una libertà da animale - che le manca -
    può anche andar bene, ma il messaggio che ne deriva è
    quello di annullare il lavoro delle forze dell'ordine e
    di far passare per buono l'hashish, il che non è proprio
    di insegnamento. O era una provocazione ironica? Boh!

    A rileggerti.

    Ciao,

    ---
    tendre

    [ ]

    Opzioni  
  • Invia il Contributo a un amico
  • Contributo in Formato Stampa

  •  Copyright © 1999-2019 ..::Il Club dei Poeti::..
     Associazione Culturale Il Club degli autori Partita Iva e Codice Fiscale 11888170153
    Tutti i marchi e copyrights su questa pagina appartengono ai rispettivi proprietari.