Incontro

Tuesday, 10 May 2016 @ 09:45

Leggi il profilo di: Lucio Cornelio

Gli scambi tra le rotaie si ripercuotono nel vagone. Il treno rientra nella città e attraversa nei sobbalzi le squallide stazioni tecniche di raccordo.
Sono triste. Triste e depresso.
Ero andato a Roma, conquistato dall’idea dell’appuntamento. Tiziana l’ho conosciuta in chat, e si è manifestata vivace, sorridente, pervasa di gioia e di umorismo, pronta a sciogliersi nelle emozioni dell’amore. il viaggio verso Roma è pieno di aspettative, ho dei doni con me. Gli ultimi messaggi, gli accordi per incontrarci, fuori dal negozio in cui lavora. Il taxi alla stazione, la via vivace e piena di vetrine.
Ed io lì, sulla soglia, largamente in anticipo.
E dalla vetrina, vedo una donna, rossa, come lei mi ha detto d’essere, bella, sensuale, e appiccicata ad un ragazzo, che l’accarezza, le sorride, la bacia. E lei che bacia lui, che lo carezza con le labbra.
Chiamo. E l’immagine di lei, dietro la vetrina, si distoglie dall’abbraccio, raccoglie un telefono.
Taccio. Raggiungo un taxi. Mi faccio riportare alla stazione Termini. Il telefono squilla, non rispondo.

8 Commenti



http://vetrina.clubpoeti.it/article.php?story=20160509155804401