club.it
clubpoeti.it
club.it
 Benvenuto su ..::Il Club dei Poeti::.. Monday, 24 June 2019 @ 19:39 
Invia il tuo racconto | Invia la tua poesia | Faq | Contatti
Argomenti  
Home
Poesie (2680/0)
Racconti (1021/0)
Saggi (15/0)

Eventi  
Eventi nel sito

Sunday 06-Jan -
Sunday 30-Jun
  • Premio Letterario Nazionale «Versi e parole in Lomellina» 2019

  • Monday 07-Jan -
    Sunday 30-Jun
  • XXIV Edizione Premio di Poesia Poeti dell'Adda 2019

  • Thursday 10-Jan -
    Monday 30-Sep
  • Premio Letterario Città di Melegnano 2018

  • Friday 11-Jan -
    Saturday 30-Nov
  • Premio Il Club degli autori 2019-2020 Trofeo Umberto Montefameglio

  • Sunday 20-Jan -
    Monday 30-Dec
  • Premio Jacques Prèvert 2020
  • Ultime novità  
    CONTRIBUTI
    1 Contributo nelle ultime 24 ore

    COMMENTI
    nelle ultime 48 ore

  • equazione indeter...
  • Ti aspetto ancora

  • LINKS
    nelle ultime 2 settimane

    Nessun nuovo link


     Come uno sferragliamento.   
     Monday, 21 October 2013 @ 17:30
     Leggi il profilo di: didadò
     Visualizzazioni: 740

    Racconti

    Mi piace osservare gli orti in questa stagione; sono accomunati tutti da un disordine naturale: foglie ormai ingiallite ed appiccicate al terreno, resti di verdure in decomposizione, qualche fiore tardivo.
    Rimasugli della stagione estiva; ma se si guarda con attenzione, si può intravedere quello che porterà l’inverno.
    Fu proprio in un momento del genere che mentre tenevo tra le mani un pomodoro ingiallito, sentii un baccano infernale, quasi come uno sferragliamento .
    Mi girai di scatto e vidi che si avvicinava una piccola casa in muratura, sostenuta da due grosse ruote in metallo, simili a quelle dei tricicli di una volta, ma molto più grandi e robuste.
    Non ebbi il tempo di riflettere e far appello a tutta la mia razionalità; riuscii solo a notare che una delle due ruote barcollava paurosamente, come stesse per....sganciarsi?
    Non sono in grado di dirlo.
    Alla finestra, perché c’era pure una piccola finestra, vidi due donne rubiconde con la testa avvolta da un foulard.
    Mi venne spontaneo gridare che stavano per perdere il controllo del marchingegno, vista la situazione della ruota, ma loro proseguirono il viaggio senza badare a me, lungo una stradina scoscesa che costeggiava il mare.
    Non osai pensare a cosa sarebbe successo, ma più incuriosita che spaventata ormai, seguii con lo sguardo il percorso della casetta.
    Quasi come quei vecchi carrozzoni da circo, con la differenza che questa era una casa e pure solida!
    Il mare era di un azzurro inverosimile e pareva emanasse luce propria.
    Lo strano mezzo proseguì a rotta di collo nella discesa, dondolando paurosamente.
    Respirai profondamente ed entrai in uno spazio di euforia allo stato puro.
    Una volta a casa,con un grosso punto di domanda tra i pensieri, mi misi ai fornelli; cucinare per me è un modo per prendere contatto con la realtà e per ritrovarmi. Sentii il mio cane alle spalle.
    Stava sulle due zampe posteriori a mo' di orso e mi sembrò che dicesse qualcosa.
    Mi allontanai di scatto e gli chiesi “Ma tu capisci quello che dico?”
    Mi rispose: “Qualcosa si .”
    In lontananza un suono insistente ma regolare.
    “Pronto, si ciao, oddio che sogno!”

    M.G.

     



    Come uno sferragliamento. | 10 Commenti | Crea un nuovo Account

    I seguenti commenti sono proprieta' di chi li ha inviati. Club Poeti non e' responsabile dei contenuti degli stessi.
    Come uno sferragliamento.
    Contributo di: gricio on Monday, 21 October 2013 @ 18:49
    se la stesura di una racconto del genere non è finalizzata a qualche significato riconoscibile da tutti, ecco che lo scritto diventa un semplice -e inutile direi- esercizio di bella calligrafia. Come tale non consente giudizi di merito se non quello puramente estetico che può far dire "si, è ben scritto". Ma sul significato.....boh? Il (a volte) buon Grigio prima di me ha sottolineato che, trattandosi di sogno, è necessaria una qualche forma di decrittazione; di mio aggiungo che se tutti gli utenti del club scrivessero i propri sogni e li sottoponessero al giudizio dei lettori...non so, ho idea che la cosa non sarebbe granchè costruttiva, non trovi? Ragion per cui ti lascio semplicemente un e ti attendo alla prossima prova. Cordialità, come sempre. --- "parlare di musica è come ballare di architettura" (F.Zappa) http://gricio-gricio.blogspot.com/

    [ ]

    Come uno sferragliamento.
    Contributo di: scollo salvatore on Monday, 21 October 2013 @ 20:15
    Scopo della scrittura è di trasmettere al lettore emozioni e/o indurlo a delle riflessioni (di qualunque genere).
    Se ci si limita a raccontare (o a immaginare) un sogno, se ne potrà apprezzare l'originalità, dopodiché non rimane niente cui fare riferimento.
    Solo un parere, succube dei miei gusti.

    [ ]

    Come uno sferragliamento.
    Contributo di: loreine on Monday, 21 October 2013 @ 21:05
    Penso che avresti potuto ampliarlo tanto da trarne un racconto
    surreale e fantastico. Così mi coinvolge poco. Aspetto il
    seguito , mica è da tutti avere un cane che parla ! ciao
    (chissà perchè il titolo mi riporta ad Abbadantuono )

    ---
    loreine

    [ ]

    Come uno sferragliamento.
    Contributo di: Elysa on Monday, 21 October 2013 @ 21:57
    molto originale e piacevole penso anche io che allungato e allargato potrebbe davvero uscirne un bel racconto. --- Elysa

    [ ]

    Come uno sferragliamento.
    Contributo di: A.Sal.One on Tuesday, 22 October 2013 @ 02:03

    Bel racconto.

    Toglierei la frase finale.
    Cosi` da finire con:
    "In lontananza un suono insistente ma regolare."

    Ne verrebbe fuori un racconto surreale
    che non avrebbe proprio niente da spiegare
    al lettore, anzi gli darebbe ampio spazio
    di riflessione sui molteplici significati
    che se ne possono dedurre.

    D'altronde...per esempio

    l'immagine della casa "in trasferta" non e`
    per niente una cosa impossibile, anzi, da
    queste parti e` una cosa piuttosto comune
    e le similitudini che se ne possono dedurre
    mi sembrano pure abbastanza evidenti.

    Brava per me.

    ---
    Temporaneamente a pagina 18. o__o

    [ ]

    Come uno sferragliamento.
    Contributo di: ~*Maurizio*~ on Wednesday, 23 October 2013 @ 15:37
    Fatico già a tradurre la realtà,
    figurati i sogni.
    Però cè provo.
    La casetta potrebbe essere
    la nazione.
    Le due ruote, PD e PdL.
    Le due donne, vediamo,
    Bindi e Santanchè
    Il cane invece...
    Grillo che prova a svegliarti/ci?

    ---
    ***
    **
    *
    Qualsiasi cosa che sia qualcosa di qualcos'altro
    in realtà è niente di niente...

    (Marge Simpson)

    [ ]

    Come uno sferragliamento.
    Contributo di: dedalo on Wednesday, 23 October 2013 @ 21:52
    pare veramente uno di quei sogni pieno di stramberie che però
    ti lasciano la voglia di riprenderlo.
    Ma poi ti svegli e..... vai coi fornelli?!

    ---
    dedalo

    [ ]

    Come uno sferragliamento.
    Contributo di: didadò on Thursday, 24 October 2013 @ 20:25
    Come prima cosa approfitto di questo spazio per scusarmi della poca presenza sul sito e dei rari commenti che inserisco, ma chi mi conosce avrà notato che pubblico anche molto poco, perché non ho davvero tempo materiale per leggervi e scrivere.
    Per il resto. volevo dire a Gricio che mai ho fatto e mai farò esercizi di bella calligrafia dal momento che anche questo mini racconto è stato steso in cinque minuti.
    E chi ha la pretesa che un sogno raccontato venga decriptato?
    Semmai esistono gli analisti per queste cose...
    Io ho riso come una matta per due giorni, ripensandoci, e mi è sembrato simpatico pubblicarlo.
    A.Sal.One hai perfettamente ragione: meglio togliere la frase finale e rendere così lo scritto più surreale... Grazie della dritta !
    Ma davvero dove vivi tu, esistono case di questo genere???
    Ringrazio tutti per i commenti ricevuti...
    M.G.

    [ ]

    Come uno sferragliamento.
    Contributo di: Armida Bottini on Saturday, 26 October 2013 @ 12:44
    Come Al.Sal.One. Ciao. --- Midri

    [ ]

    Come uno sferragliamento.
    Contributo di: rita iacomino on Thursday, 14 November 2013 @ 23:20
    Ciao Maria Grazia,
    secondo me il racconto è un po' breve, lascia il lettore in
    attesa di qualcosa di più corposo, che deve accadere. Dici
    che è un sogno? Sì lo so, però è un sogno che va ampliato.
    Con affetto
    Rita

    ---


    rita iacomino ---

    www.ritaiacomino.weebly.com



    [ ]

    Opzioni  
  • Invia il Contributo a un amico
  • Contributo in Formato Stampa

  •  Copyright © 1999-2019 ..::Il Club dei Poeti::..
     Associazione Culturale Il Club degli autori Partita Iva e Codice Fiscale 11888170153
    Tutti i marchi e copyrights su questa pagina appartengono ai rispettivi proprietari.