club.it
clubpoeti.it
club.it
 Benvenuto su ..::Il Club dei Poeti::.. Thursday, 17 October 2019 @ 12:06 
Invia il tuo racconto | Invia la tua poesia | Faq | Contatti
Argomenti  
Home
Poesie (2685/0)
Racconti (1020/0)
Saggi (15/1)

Eventi  
Eventi nel sito

Friday 11-Jan -
Saturday 30-Nov
  • Premio Il Club degli autori 2019-2020 Trofeo Umberto Montefameglio

  • Sunday 20-Jan -
    Monday 30-Dec
  • Premio Jacques Prèvert 2020
  • Ultime novità  
    CONTRIBUTI
    Nessun nuovo contributo

    COMMENTI
    nelle ultime 48 ore

  • La rivoluzione [+2]
  • Josh 3 [+2]
  • Lu mègghiu tempu [+2]
  • S. Vito Chietino
  •                  ... [+3]
  • Memoria migrante
  • Sotto il cielo de... [+2]
  • A mia madre
  • Buio incombente
  • La scelta
  • Estate (?) [+2]
  • Di foglie sparse [+2]
  • Youth
  • 1972 prove di div...
  • Batticuore

  • LINKS
    nelle ultime 2 settimane

    Nessun nuovo link


     L'ascesa di Marby nei verdi pascoli del sommo poeta   
     Tuesday, 28 August 2012 @ 10:15
     Leggi il profilo di: Ducadinardo
     Visualizzazioni: 783

    Poesie

    L’ascesa di Marby nei verdi pascoli del sommo poeta

    Ora sei sotto un albero di ulivo,
    a concimare gli eterni frutti dell’olio.

    Mi manca il tuo scodinzolare, felice per casa.
    il tuo leccare, i piedi e le gambe,
    il tuo rincorrere la palla, per tutta la casa.

    Il tuo benvenuto, muto e insistente, al mio rincasare.

    Il tuo ringhiare e abbaiare, per lo sconosciuto, alla porta di casa.

    Il tuo lamentoso piagnisteo causato dalla malattia,
    che ci teneva svegli tutta la notte, quanto soffrivi, povero cane.

    Ora puoi giocare felice, nei verdi pascoli, a rincorrere i tuoi nuovi amici.

    Sono convinto, che avevi capito, anche tu, che era l’unica cosa da fare
    l’iniezione veterinaria, che ha fermato il tuo soffrire.

    Che ha fermato il tuo giovane cuore, grande e possente come quello di un atleta.

    Addio mio piccolo pastore scozzese, raccolto appena nato, da sotto le ruote della mia Marbella, perdonami, e se puoi veglia su di noi
    come facevi quaggiu’ nel nostro piccolo-grande mondo casalingo.

    Claudio Gerardo Orlando

     



    L'ascesa di Marby nei verdi pascoli del sommo poeta | 21 Commenti | Crea un nuovo Account

    I seguenti commenti sono proprieta' di chi li ha inviati. Club Poeti non e' responsabile dei contenuti degli stessi.
    L'ascesa di Marby nei verdi pascoli del sommo poeta
    Contributo di: donato on Tuesday, 28 August 2012 @ 10:53
    L'ho letta e non mi è piaciuta
    (mi spiace davvero
    con un tema del genere
    essere così diretto
    ma
    nonostante il tema toccante
    ci vedo
    poca poesia)

    Donato

    ---
    Per la sua inutilità questo commento si autodistruggerà nella tua mente fra 7 secondi, portandosi dietro tutto il resto.

    _commentare è un'arte, che io non ho

    [ ]

    L'ascesa di Marby nei verdi pascoli del sommo poeta
    Contributo di: indio on Tuesday, 28 August 2012 @ 11:33
    Ha ragione grigio
    Scritta col sangue dell'amore

    ---
    indio

    [ ]

    L'ascesa di Marby nei verdi pascoli del sommo poeta
    Contributo di: ablablabla on Tuesday, 28 August 2012 @ 11:40



    E’ incredibile uno scritto veramente inquietante
    sì credo sia proprio l’ascesa massima del sommo poeta (sacerdote).
    sublime inarrestabile cascata deragliamento totale e definitivo.
    Complimenti bravissimo veramente molto colpito.



    [ ]

    L'ascesa di Marby nei verdi pascoli del sommo poeta
    Contributo di: Elysa on Tuesday, 28 August 2012 @ 12:46
    condivio e apprezzo il sentimento d'amore per il tuo piccolo grande amico.

    ---
    Elysa

    [ ]

    L'ascesa di Marby nei verdi pascoli del sommo poeta
    Contributo di: Sandro Moscardi on Tuesday, 28 August 2012 @ 13:09
    Polarizzazione insanabile fra opposti, andare e restare, chi va sbrana il futuro, chi resta custodisce il passato, nel mezzo distanza in accelerazione ed il canto delle emozioni.Piaciuta

    ---
    Sandro

    [ ]

    L'ascesa di Marby nei verdi pascoli del sommo poeta
    Contributo di: ~*Maurizio*~ on Tuesday, 28 August 2012 @ 13:39
    Ho un meticcio di 11anni. 40kg, bianco con tre macchie nere, pelo lungo.
    Da 11 anni mi assiste e provvede ad alcuni miei bisogni.
    In certi momenti di pene, anche lui ha pensato all'iniezione veterinaria, ma poi, ritenendomi ancora relativamente giovane, mi ha aiutato a superarle.
    Questo per dire quanto io possa apprezzare la tua proposta, benché la reputi più una sorta di "lettera aperta" che vera e propria Poesia.
    -------------------------------
    un saluto

    [ ]

    L'ascesa di Marby nei verdi pascoli del sommo poeta
    Contributo di: gricio on Tuesday, 28 August 2012 @ 14:30
    da felice proprietario/amico di due meravigliosi meticci ti dico che condivido appieno quanto con tanto amore scrivi. Con altrettanta sincerità ti devo però confessare che di poesia ne vedo poca. E' più diario o lettera che poema, e come tale lo apprezzo.
    Cordialità


    ---
    "parlare di musica è come ballare di architettura" (F.Zappa)
    http://gricio-gricio.blogspot.com/

    [ ]

    L'ascesa di Marby nei verdi pascoli del sommo poeta
    Contributo di: PattiS. on Tuesday, 28 August 2012 @ 15:22
    Un bel titolo (meglio che niente). Il resto, no. Per me (adoro i cani, bau-bau!)

    ---
    parole sopravviventi/ della vita/ ancora un momento/ tenetele compagnia. S. Beckett

    [ ]

    L'ascesa di Marby nei verdi pascoli del sommo poeta
    Contributo di: mouse on Tuesday, 28 August 2012 @ 17:12
    Ciò che hai espresso, caro amico, seppure non in modo
    impeccabile, è vera poesia. Poesia non è saper scrivere bene,
    ma il sentimento che si riesce a trasmettere attraverso i
    propri versi. Chi come me ha dovuto ricorrere per ben due
    volte a determinate scelte è in grado di capire benissimo ciò
    che hai provato. E anch'io, per l'occasione, ho dedicato dei
    versi a entrambi. Si spera solo che i nostri piccoli amici,
    ovunque si trovino, riescano a comprendere e perdonare. Un
    caro saluto. Mouse

    [ ]

    L'ascesa di Marby nei verdi pascoli del sommo poeta
    Contributo di: zio-silen on Wednesday, 29 August 2012 @ 07:21
    Poesia lato sensu, affetto stricto sensu.

    Con simpatia

    ---
    zio-silen

    [ ]

    L'ascesa di Marby nei verdi pascoli del sommo poeta
    Contributo di: epitteto on Wednesday, 29 August 2012 @ 15:11
    zio-silen qua sopra è navigato.
    Sui nostri amici a quattro zampe, in questo sito da che lo pratico, avrò letto non più di cinque-sei proposte.
    Tutte magnifiche per profondità di sentimento ed amore per gli animali.
    Che c'entra la poesia come la s'intende correntemente!
    Loro, i nostri Amici fedelissimi, sono la vera Poesia, che tale resta comunque la si scriva.
    La mia dolcissima Gertrude ora riposa sotto il calicanto in giardino, che ad ogni inverno fiorisce profumatissimo solo per lei ( ne sono certo ).
    Era vecchissima e non ce la faceva più: l'ho aiutata ad andare nei pascoli del cielo, serenamente.
    Mi ha fatto un regalo lo stesso pomeriggio: il mio amatissimo Isidoro, bassotto nano come lei.
    Che da dieci anni allieta la mia vita.
    Ducadinardo, bravissimo.
    Eubulide.

    [ ]

    L'ascesa di Marby nei verdi pascoli del sommo poeta
    Contributo di: Titta on Wednesday, 29 August 2012 @ 15:20
    Già il titolo da solo avrebbe reso gloria al tuo compagno tanto amato. --- Titta

    [ ]

    L'ascesa di Marby nei verdi pascoli del sommo poeta
    Contributo di: Ferrante on Wednesday, 29 August 2012 @ 15:28
    Concordo con chi afferma che la poesia nasce attraverso la trasmissione immediata del sentimento e per me questa tua ne è l'esempio.Non hai avuto bisogno di inserire paroloni ,quando si esprime un sentimento così forte e autentico la naturalezza la fa da padrona .L'amore narrato emerge pulito e ricco proprio come chi l'ha scritta.L'amore che abbiamo nutrito per i nostri fedeli amici non finisce ma continua nella memoria.Profondamente colpita...grazie. --- Ferrante Vittoria

    [ ]

    L'ascesa di Marby nei verdi pascoli del sommo poeta
    Contributo di: jane on Thursday, 30 August 2012 @ 05:32
    Posso capire il dolore per la perdita di un cane. Bello il titolo.

    ---
    Se le parole non sono migliori del silenzio...
    un saluto comunque
    Monna Jane

    [ ]

    L'ascesa di Marby nei verdi pascoli del sommo poeta
    Contributo di: Kenji on Thursday, 30 August 2012 @ 13:31
    discordo con quasi tutti i commenti sopra

    sono il primo ad aver pianto in modo quanto mai distrutto per la morte di un animale.
    non mi sta bene, tuttavia, che se un tizio scrive sui suicidi di oggi esce in mezzo la retorica, se si parla di un sentimento diffuso si parla di amici a 4 zampe e migliori amici dell'uomo. Valutiamo anche l'arte e non il concettino alla base.

    Che per l'autore ciò sia nulla dinanzi al dramma, che sia stato uno sfogo di penna acceso e distrutto,
    è anche giusto, perfetto. Non una poesia da sbavo per me, certamente, ma qualcosa di originale fuori schema, anche se il senso e i modi espositivi lascio che li apprezzi un pubblico dalla sensibilità più umana. magari che abbiano il cagnolone a casa per capirlo davvero. Ma c'è bisogno di questo?

    Sul titolo un plauso solenne (piaciuto)

    [ ]

    L'ascesa di Marby nei verdi pascoli del sommo poeta
    Contributo di: beren on Thursday, 30 August 2012 @ 17:36
    Mi è difficile commentare quanto scrivi che tocca corde molto, troppo vicine al
    cuore per essere trattato con leggerezza.
    Il messaggio emerge chiaro e, chi ama un animale, certo sa
    condividerne il senso.
    Un dubbio poi s'insinua fra le righe: ma se anche Marby, cui, son sicuro,
    mancava solo la parola, aveva capito qual era l'unica soluzione, com'è che se
    questa stessa soluzione la chiede chi la parola l'ha avuta in dono fin dalla
    prima infanzia non viene ascoltato?
    Tornando al testo mi vengono in mente gli struggenti versi dell'Odissea:
    ...
    Com’egli vide il suo signor più presso,
    E, benché tra quei cenci, il riconobbe,
    Squassò la coda festeggiando, ed ambe
    Le orecchie, che drizzate avea da prima,
    Cader lasciò; ma incontro al suo signore
    Muover, siccome un dì, gli fu disdetto.
    Ulisse, riguardatolo, s’asterse
    Con man furtiva dalla guancia il pianto,
    ...
    Difficile trovare un passo, in quel poema, così toccante, tanto che vien da
    pensare che il sommo poeta avesse dimestichezza sia con i cani che con la
    caccia e che sapesse bene quanto profondo sia l'amore tra l'uomo e il suo
    cane e viceversa.

    Comunque, fossi stato al tuo posto, questi versi li avrei condivisi solo con
    coloro che di Marby conoscevano ben più del nome.
    Troppo intimi per criticarne la forma, troppo diretti per commentarne il
    contenuto... Tutto quello che posso scrivere è l'augurio che il successore di
    Marby possa donarti altrettanto affetto.

    [ ]

    L'ascesa di Marby nei verdi pascoli del sommo poeta
    Contributo di: rita iacomino on Friday, 31 August 2012 @ 08:49
    Non posso assolutamente dire nulla sul contenuto che è bello e profondo oltre che doloroso. Questo lo condivido, anch'io ho avuto e ho ancora un cane, diventano di famiglia. Per quanto riguarda la poesia, piena di sentimento e commozione, penso di essere d'accordo con chi ha detto che sarebbe stata bella se fosse stata scritta come una lettera. --- rita iacomino

    [ ]

    L'ascesa di Marby nei verdi pascoli del sommo poeta
    Contributo di: telemaco on Friday, 31 August 2012 @ 09:59
    Una poesia che ho apprezzato, art brut, che rinuncia del tutto alla forma per lanciare spezzoni di sensazioni senza mediazioni di lingua.

    ---
    telemaco

    [ ]

    L'ascesa di Marby nei verdi pascoli del sommo poeta
    Contributo di: codiceluna on Sunday, 02 September 2012 @ 22:08
    Un dialogo tra te e il tuo fedele amico, un volergli dire quanto ti manca ma soprattutto un volerti "liberare" dal senso di colpa di avergli dovuto far praticare l'iniezione che ha posto fine alla sua sofferenza. "Quel che si fa per amore,è sempre al di là del bene e del male" (F.Nietzsche) Io credo che questo il tuo amico l'abbia avvertito, e te ne sarà grato. Un sorriso:-) Anna --- codiceluna

    [ ]

    L'ascesa di Marby nei verdi pascoli del sommo poeta
    Contributo di: giovanni67 on Monday, 03 September 2012 @ 11:23
    Una lettura che commuove
    alla prossima

    ---
    GIOVANNI67

    [ ]

    L'ascesa di Marby nei verdi pascoli del sommo poeta
    Contributo di: Armida Bottini on Saturday, 15 September 2012 @ 18:22
    Un dolore che non si scorda mai. Ciao --- Midri

    [ ]

    Opzioni  
  • Invia il Contributo a un amico
  • Contributo in Formato Stampa

  •  Copyright © 1999-2019 ..::Il Club dei Poeti::..
     Associazione Culturale Il Club degli autori Partita Iva e Codice Fiscale 11888170153
    Tutti i marchi e copyrights su questa pagina appartengono ai rispettivi proprietari.